Rieker
Analisi dell'assortimento: rivelare collegamenti deboli
26.07.2013 13868

Analisi dell'assortimento: rivelare collegamenti deboli

Come si fa, utilizzando l'analisi dell'assortimento, a capire quali categorie di prodotti sono “l'anello debole” che crea costantemente scorte? Il modo più potente è utilizzare l'analisi di mercato ABC basata sul principio di Pareto. Gli esperti di Clever Fashion ti spiegano come applicare questo principio all'assortimento di un negozio di scarpe.

(Solo una parte dell'articolo "Per rendere dolci gli avanzi" è pubblicata qui. Leggi la versione completa del materiale in Shoes Report # 108).

Il principio di Pareto afferma che il 20% degli sforzi produce l'80% del risultato e, in relazione all'assortimento, implica che la maggior quantità di profitto (80%) provenga da un gruppo piuttosto piccolo di beni e clienti (20%). Utilizzando il principio di Pareto, tutti gli inventari possono essere suddivisi in 3 categorie principali:

E - soprattutto beni di valore, che costituiscono il 20% delle scorte in un magazzino e formano l'80% delle vendite;
B - merci di valore medio, che comprende il 30% delle scorte in un magazzino e il 15% delle vendite;
C - i beni meno preziosi: il 50% delle scorte in un magazzino e il 5% - le vendite.

Prima di applicare Principio di Pareto alle categorie di prodotti, analizzare le vendite in un punto vendita. Per fare ciò, è necessario dividere tutti i parametri e le risorse che si incontrano quando si lavora in gruppi in base al grado di importanza ed efficacia. Ciò è particolarmente utile con i tavoli. Per compilarli, procedi come segue:

Identifica quelli importanti per la tua attività oggettiad esempio, clienti (normali, casual, grossisti, che cercano taglie o modelli rari, ecc.), fornitori (scarpe stagionali, scarpe esclusive, scarpe scontate, ecc.), gruppi e sottogruppi di prodotti.

· Determinare quali parametri verranno valutati efficacia queste di oggetti per il tuo negozio. Questo può essere il volume delle vendite fornite da questo oggetto, il reddito totale guadagnato dall'oggetto, l'inventario medio, il numero di unità di vendita per oggetto, il numero di ordini dall'oggetto, ecc. Ad esempio, si analizzano le vendite e si vede che un determinato gruppo regolare di clienti acquista l'intera gamma di taglie di determinate scarpe ogni stagione, un altro gruppo - solo alcuni modelli popolari e un altro gruppo di clienti si concentra su un particolare marchio. Oppure, guardando il reddito guadagnato, vedi che da un gruppo di beni il profitto è 3 volte più che da un altro. Crea diverse tabelle per ciascuno di tali oggetti e considera tutti i suoi parametri nella tabella. I numeri potrebbero sorprenderti!

· Ordina oggetti in termini di importanza e redditività per il tuo negozio. Queste tabelle aiuteranno a capire con chi la cooperazione è più efficace. Non dimenticare di analizzare il rapporto tra le tabelle: in questo modo puoi scoprire che, ad esempio, un determinato gruppo di clienti acquista ogni volta l'intera gamma di dimensioni, ma ciò non porta la percentuale più alta di profitto a causa della politica dei prezzi. E alcuni fornitori non consegnano i modelli più popolari, ma sono loro che sono garantiti per essere acquistati dai clienti abituali: quindi, i prodotti di questo fornitore praticamente non formano residui nel magazzino.

· Dopo aver analizzato tutti i dati, concordando tutti i numeri e i grafici, passare alla definizione gruppi di prodotti prioritari usando il principio di Pareto.

Analiz objektov


Come applicare esattamente il principio di Pareto alle informazioni ottenute dalle tabelle? Come notato sopra, gruppo A - questi sono i modelli e le dimensioni che portano la parte principale del profitto, i fornitori i cui prodotti divergono più velocemente e i clienti che forniscono la maggior parte del fatturato. Pertanto, nei dati finali, gli oggetti di questo gruppo sono molto facili da notare: questi sono i modelli più popolari della collezione, le taglie più popolari, le scarpe che soddisfano maggiormente la domanda di acquirenti e fornitori che offrono proprio tali prodotti.

I beni del gruppo A praticamente non formano residui nel magazzino, quindi cercano anche oggetti venduti nel modo più rapido e completo possibile. In generale, tutti i prodotti selezionati in questo gruppo non supereranno il 20% del totale.

Prossimi prodotti popolari gruppo B forma in tabelle comparative circa il 30%. Si tratta di oggetti che offrono un buon livello medio di vendite - qualcosa che potrebbe essere esaurito, ma un certo numero di paia può rimanere bloccato in magazzino: i sandali indugeranno in autunno e diverse paia di stivali rimarranno anche in primavera.

Beni gruppo C portano un reddito inferiore ad altri, ma più spesso di altri si trasformano in saldi azionari a lungo termine. Questo, di regola, è un prodotto specifico: scarpe amatoriali, taglie estreme, modelli esotici. Tali prodotti trovano anche il loro acquirente, ma questo accade molto lentamente.

Come si fa, utilizzando l'analisi dell'assortimento, a capire quali categorie di prodotti sono “l'anello debole” che crea costantemente scorte? Il modo più efficace è utilizzare l'analisi di mercato ABC, ...
3.3
5
1
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Come formare un assortimento di scarpe in modo che il rapporto tra i modelli di base e quelli alla moda sia ottimale

Nel numero precedente di questa sezione abbiamo parlato di ciò che influenza la formazione dell'assortimento ottimale di un negozio di scarpe e di come elaborare una matrice di assortimento perfettamente bilanciata. In questo numero, SR esperto di assortimento ...
27.04.2021 2474

I principali errori nella pianificazione dell'assortimento e come evitarli?

Oggi, l'intero business della moda sceglie una strategia per lo sviluppo di analisi e pianificazione. Quasi ogni uomo d'affari si trova di fronte alla necessità di analizzare i propri saldi di inventario, scegliere modelli di successo commerciale e ottimizzare i propri ...
27.02.2021 2131

Come trasformare gli avanzi in una gamma commerciale

Nelle prossime stagioni, il mercato della moda in generale, e il segmento delle calzature in particolare, si aspetta un eccesso di modelli non rilevanti, rispetto alle stagioni precedenti. Tuttavia, è necessario trattare le scorte, che si sono rivelate in eccesso alla fine della primavera del 2020, non come attività illiquide, ...
20.10.2020 8394

Come vendere prodotti correlati a un negozio di scarpe nel periodo post-pandemia?

I prodotti correlati sono una componente obbligatoria del set di assortimento di un negozio di scarpe. Accessori, solette, prodotti per la cura delle scarpe aggiungeranno sicuramente varietà agli scaffali dei negozi e porteranno gioia ai tuoi clienti. Quando ...
21.09.2020 9679

10 modelli di scarpe popolari della stagione primavera-estate 20

Quest'estate i marchi di scarpe, presentando le loro collezioni ai consumatori, si concentrano sullo sport e sul casual, forse perché la seduta forzata a casa e i cottage estivi creano una domanda di scarpe comode. Shoes Report contiene 10 modelli di scarpe da donna, ...
03.08.2020 15798
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio