Rieker
Quattro strumenti per controllare i residui
04.06.2014 28014

Quattro strumenti per controllare i residui

L'equilibrio è un processo aziendale naturale che può essere pianificato e gestito. Ma per guadagnare potere su di loro, devi costantemente tenere il dito sul polso della tua attività. Le debolezze possono essere facilmente calcolate usando quattro semplici indicatori. Quali ”, ha dichiarato Oleg Gruzdev, fondatore della prima galleria showroom in Russia, durante il forum Fashion Retail & Distribution.

Prima di tutto, il proprietario di qualsiasi negozio deve capire che gli avanzi non sono un problema, ma una parte naturale della vendita al dettaglio e all'ingrosso quanto l'acquisto, il personale, il servizio clienti. E come ogni processo aziendale, l'accumulo di residui ha un inizio e una fine. Il suo inizio avviene al momento dell'acquisto, il che significa che è possibile pianificare in anticipo l'aspetto degli avanzi.

È impossibile prevenire completamente la formazione di eccedenze, sebbene possano essere influenzati fattori che portano al loro volume eccessivo. Quali sono questi fattori? L'acquisto di più beni di quanti il ​​negozio possa vendere, la riduzione delle vendite pianificate, l'esposizione inefficace dei beni, l'acquisto di beni commercialmente inefficaci, la scelta sbagliata dei fornitori e la sopravvalutazione del prezzo al dettaglio.

Mantenere il livello degli equilibri "sotto controllo" ti aiuterà, in primo luogo, a una scelta ponderata del fornitore. Ogni stagione un buon fornitore trova nuovi marchi interessanti, fornisce consulenza e assistenza nell'apertura di negozi, si preoccupa per il business dei propri clienti, si incontra costantemente a metà delle trattative e talvolta organizza anche viaggi.

Inoltre, è possibile controllare il livello dei saldi mediante un'analisi regolare dell'attività in base a quattro indicatori principali: il livello di fatturato, il rapporto tra il valore delle scorte e il volume mensile delle vendite, l'utile totale sul capitale investito nell'acquisto e l'uso efficiente dello spazio al dettaglio.

Analisi dell'indicatore "Fatturato": l'indicatore del turnover è il dato più importante da monitorare settimanalmente e mensilmente. Più alto è il fatturato, più stabile è la posizione del negozio, quindi, dovresti cercare il più alto fatturato possibile per l'outlet. Un turnover insufficientemente elevato rispetto agli standard del negozio può essere associato a un uso errato delle strategie di prodotto. Cosa si intende? Esistono almeno due strategie di prodotto: "prezzi alti con basso turnover" e "prezzi bassi con alto turnover". Ricorda che i prodotti ad alto margine dovrebbero sempre pagare una "tariffa di noleggio" più alta per essere sullo scaffale, poiché occupano spazio più a lungo dei prodotti con un margine inferiore. Il caso ideale è quando queste due strategie di prodotto sono mescolate in un negozio, ma una di esse prevale ancora.

Analisi dell'indicatore "Utile sul capitale investito nell'acquisto": il proprietario del negozio è essenzialmente un investitore e deve monitorare costantemente quanto reddito gli porta questo o quel bene, compresa la sua attività. Se la redditività per ogni rublo investito è di 1,5 - 2 rubli (ovvero 15-20%), significa che l'attività non ha senso e si coprono semplicemente i costi, sebbene si possano investire in altri strumenti di investimento. Un reddito di 2,5 - 3 rubli per un rublo investito indica che il negozio sta andando bene e il suo proprietario non solo copre le perdite, ma guadagna anche. Ma questo non significa affatto che per ottenere il massimo profitto, sia necessario aumentare il coefficiente di margine a 3. Il reddito elevato si ottiene in altri modi: aumentando la velocità del fatturato e del reinvestimento del capitale, spostando l'enfasi sulla pubblicità su beni ad alto margine e utilizzando fonti di investimento di terze parti oltre ai nostri risparmi.

Analisi dell'indicatore "Costo dell'inventario alle vendite": questo indicatore è calcolato come il costo delle merci in magazzino / volume delle vendite al mese. Se, come risultato del calcolo, ottieni un rapporto di 5 a 1, significa che il tuo magazzino è in eccesso. Un rapporto 3 a 1 è buono, ma 2 a 1 è ancora migliore. Per evitare il sovraccarico del magazzino e il congelamento dei fondi, consigliamo ai nostri clienti di non riempire l'intero magazzino all'inizio della stagione, ma di acquistare ulteriori merci in più fasi, ad esempio una volta al mese o due.

Analisi dell'indicatore "Efficienza nell'uso dello spazio commerciale". Le piccole e medie imprese invano non prestano attenzione all'efficienza nell'utilizzo dello spazio commerciale, perché un uso competente dello spazio commerciale può aumentare i ricavi del negozio fino al 20-30%. Per scoprire quale proporzione dell'area totale del negozio è lo spazio di vendita, utilizzare la formula area di vendita / area totale del negozio. Un punteggio inferiore a 0,6 significa che la maggior parte del tuo spazio di vendita viene utilizzato in modo improprio. In Occidente, un coefficiente accettabile è 0,7, che caratterizza una situazione in cui lo spazio di vendita al dettaglio di un negozio è correlato a uno spazio non commerciale come 70:30. Ma, naturalmente, maggiore è la quota dello spazio commerciale, meglio è. Come calcolare l'efficacia del suo utilizzo? Dividi le vendite per le dimensioni dell'area di vendita. Se il risultato è che 1 mq ti porta meno di $ 3,5mila all'anno, il che significa che o il negozio ha troppi spazi commerciali e, di conseguenza, i proprietari devono pagare affitti molto alti, oppure il volume delle vendite lascia molto a desiderare. L'indicatore standard e abbastanza realizzabile per un negozio di abbigliamento e calzature è di 4-5 mila dollari per 1 mq. M. all'anno, ma idealmente un "quadrato" dovrebbe portare da 7mila dollari all'anno e più. Tuttavia, va notato che le cifre specifiche dipendono fortemente dai costi, che variano da regione a regione. C'è un altro indicatore che consente di valutare l'efficienza dell'utilizzo dello spazio commerciale: il coefficiente di installazione. Mostra quale quota del negozio è occupata dall'attrezzatura e puoi calcolarla dividendo l'area occupata dall'attrezzatura per l'area dell'area di vendita. Con un uso efficace dell'area, questo coefficiente dovrebbe essere 0,2 - 0,32.

Gli avanzi sono un processo aziendale naturale che può essere pianificato e gestito. Ma per guadagnare potere su di loro, devi tenere costantemente il dito sul polso della tua attività. Punti deboli…
3.35
5
1
5
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Come formare un assortimento di scarpe in modo che il rapporto tra i modelli di base e quelli alla moda sia ottimale

Nel numero precedente di questa sezione abbiamo parlato di ciò che influenza la formazione dell'assortimento ottimale di un negozio di scarpe e di come elaborare una matrice di assortimento perfettamente bilanciata. In questo numero, SR esperto di assortimento ...
27.04.2021 2437

I principali errori nella pianificazione dell'assortimento e come evitarli?

Oggi, l'intero business della moda sceglie una strategia per lo sviluppo di analisi e pianificazione. Quasi ogni uomo d'affari si trova di fronte alla necessità di analizzare i propri saldi di inventario, scegliere modelli di successo commerciale e ottimizzare i propri ...
27.02.2021 2110

Come trasformare gli avanzi in una gamma commerciale

Nelle prossime stagioni, il mercato della moda in generale, e il segmento delle calzature in particolare, si aspetta un eccesso di modelli non rilevanti, rispetto alle stagioni precedenti. Tuttavia, è necessario trattare le scorte, che si sono rivelate in eccesso alla fine della primavera del 2020, non come attività illiquide, ...
20.10.2020 8383

Come vendere prodotti correlati a un negozio di scarpe nel periodo post-pandemia?

I prodotti correlati sono una componente obbligatoria del set di assortimento di un negozio di scarpe. Accessori, solette, prodotti per la cura delle scarpe aggiungeranno sicuramente varietà agli scaffali dei negozi e porteranno gioia ai tuoi clienti. Quando ...
21.09.2020 9660

10 modelli di scarpe popolari della stagione primavera-estate 20

Quest'estate i marchi di scarpe, presentando le loro collezioni ai consumatori, si concentrano sullo sport e sul casual, forse perché la seduta forzata a casa e i cottage estivi creano una domanda di scarpe comode. Shoes Report contiene 10 modelli di scarpe da donna, ...
03.08.2020 15757
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio