20.07.2013 27325

Magnifici cinque

Il mondo del design delle scarpe ha le sue autorità: persone che sono riuscite a realizzare non solo scarpe belle e di alta qualità, ma hanno creato il proprio stile, che provoca molte imitazioni. Vi parleremo dei cinque designer più famosi al mondo che ogni calzolaio dovrebbe conoscere.

Pigalle.jpg

Christian Louboutin: il rosso è bellissimo

Il designer francese Christian Louboutin nel mondo della moda delle calzature è un aristocratico patrizio le cui scarpe costano molto: da 350 a 6 dollari al paio. I rappresentanti di cast di celebrità forniscono fino a un terzo delle vendite, e insieme a Jimmy Choo e Manolo Blahnik, il marchio Christian Louboutin è uno dei tre produttori di scarpe più chic al mondo.

Le scarpe Christian Louboutin sono progettate per elevare la femminilità all'estremo. "Sono contrario all'approccio 'pratico' alla produzione di scarpe", ha ammesso una volta Louboutin ai giornalisti. Realizza scarpe progettate per sedurre e crea la sua immagine da molti elementi: linee morbide, curve eccitanti e ritagli della parte superiore delle scarpe, tacchi sottili che sembrano un gambo di fiori - non era per niente che Monsieur Louboutin era impegnato nella progettazione del paesaggio in gioventù - pelle di rettile, velluto, raso , fiocchi, perline e altri componenti della felicità delle donne.

Louboutin è riuscito a creare uno stile unico e a fare diverse scoperte nel settore della moda calzaturiera, per il quale, in effetti, è elogiato dagli intenditori di scarpe. Forse il tocco più sorprendente Stile "Louboutin": suole rosse su tutti i modelli di scarpe senza eccezioni, da lui addirittura brevettate. Ma la suola rossa è, forse, solo un “trucco”. Il risultato principale di Louboutin è che alla fine degli anni '80 ha disegnato un nuovo tipo di pompa a forma di uovo. Avevano un taglio leggermente più aperto sulla punta rispetto a quanto era consuetudine in precedenza, grazie al quale le dita dei piedi venivano rivelate in modo civettuolo e l'attenzione veniva attirata sull'arco del piede. Il modello più famoso di queste scarpe è Le Pigalle presentano una punta affusolata predatoria, una scollatura profonda e un tacco di 12 cm. Scomodo? Sì, ma queste non sono scarpe da ginnastica. “Louboutins”, come le fashioniste chiamano familiaremente le scarpe Louboutin, è come i dolci: sono gustosi e talvolta anche salutari solo a piccole dosi. Altri modelli di scarpe popolari di Louboutin - scarpe tacco alto e punta aperta Lady Peep e Very Prive, che sono tra i modelli più venduti del marchio. Infine, non possiamo ignorare Alti: décolleté con tacco e una piccola piattaforma, create con geometria e proporzioni sorprendentemente precise.

Dalla vita di un designer: la vita di Christian Louboutin è molto romanticismo e ancor più lavoro. È nato nel 1964 nella famiglia di un falegname, all'età di 12 anni ha lasciato la scuola e ha trovato lavoro nel cabaret parigino Folies Bergere, dove ha ricevuto le sue prime impressioni sulle scarpe da donna e, a quanto pare, sulla sensualità ad esse associata. Louboutin iniziò già a disegnare schizzi di scarpe da donna, ispirandosi alle esibizioni delle ballerine. All'età di 18 anni divenne allievo del famoso designer di scarpe Charles Jourdan, che inventò il modello di scarpe con zeppa, e collaborò anche come freelance con le case Chanel e Yves Saint Laurent. Nel 1988, il 24enne Christian Louboutin iniziò a lavorare per la casa Dior e all'età di 29 anni aprì la sua prima boutique a Parigi.

SexyShoeJimmyChoo.jpg

Jimmy Choo: tra comodità e lusso

Il marchio Jimmy Choo è strettamente legato al concetto di "rispettabilità". E se nelle scarpe di Louboutin la seduzione e il lusso vengono alla ribalta, nel caso delle scarpe di Jimmy Chu possiamo parlare di una considerevole frazione di buon senso. La designer si impegna a garantire che la donna con i tacchi Jimmy Choo non solo possa sentirsi bella, ma anche trascorrere del tempo alla festa senza contorcersi come la sirenetta di Andersen. "Le scarpe dovrebbero essere comode in primo luogo, ma la loro bellezza è altrettanto importante", ha detto Jimmy Chu. Presta grande attenzione all'estetica e non è per niente che le celebrità hanno imparato ad amare le sue scarpe non meno di quelle di Christian Louboutin. Jimmy Chu è considerato l'autore di scarpe per i vincitori dell'Oscar: molte star di Hollywood sono salite sul tappeto rosso con le sue scarpe.

Jimmy Chu ha raggiunto il successo principalmente grazie alla professionalità e all'immaginazione creativa, alla capacità di lavorare scrupolosamente, prestando attenzione ad ogni millimetro di scarpe create. Lo stilista non ha rivoluzionato la moda, ma è riuscito a raggiungere l'alta qualità e la durata delle scarpe mantenendo l'eleganza della forma. Le scarpe Jimmy Choo sono realizzate solo con materiali naturali: pelle di vitello pregiata, pelle scamosciata, pelle di pitone e decorate con pietre naturali, elementi in argento, fibbie dorate, gioielli vintage e rivetti in pelle.

I più apprezzati dalle fashioniste sono i sandali Jimmy Choo e gli stiletti da sera. Si tratta di modelli realizzati in pelle di rettile con complessi intrecci di cinturini che avvolgono con grazia la gamba, su plateau alto o tacchi a spillo di 10-12 centimetri. Le vendite elevate mostrano anche sandali in stile decisamente greco e sandali disperatamente provocanti che sembrerebbero naturali sulle ballerine di cabaret. Il modello più famoso di questo stile sono i sandali Feather di colore viola acceso, decorati con piume blu, pelliccia e cristalli, e presenti nella famosa serie TV Sex and the City. Altri modelli iconici di Jimmy Choo includono décolleté a punta lilla realizzate in pelle Tippi lucida, sandali con tacco Raquel con quattro livelli di frange in pelle scamosciata e décolleté Brigitte con punta aperta e seducente a quadri rossi e bianchi e con un paio di fiocchi volutamente annodati in modo semplice. L'attrice Natalie Portman ha ricevuto un Oscar con scarpe aperte e abbaglianti di raso bianco, e Tamara Mellon, co-fondatrice del marchio Jimmy Choo e collega del designer, è apparsa in pubblico con le scarpe Fleur con strisce bianche e nere e una rosa scarlatta.

Dalla vita di un designer: Jimmy Choo nasce nel 1961 in Malesia, ed inizia la sua formazione e carriera come designer di scarpe a Londra. Jimmy ha avuto un interesse per le scarpe fin dall'infanzia: ne ha realizzate il primo paio con le proprie mani all'età di 11 anni. Nel 1986 Jimmy Choo apre il suo laboratorio di scarpe a Londra. Ha realizzato scarpe bellissime e accattivanti che sono apparse sulle pagine delle riviste di moda, ma niente di più. Un incontro fatidico per lui fu Tamara Mellon, figlia di un uomo d'affari ed editore di British Vogue. Tamara ha visto il talento in Jimmy Choo e ha convinto suo padre a investire denaro nella promozione del marchio del giovane designer. Nel 1996, la prima boutique del marchio Jimmy Choo è stata aperta a Londra, contemporaneamente ha avuto luogo il debutto della collezione congiunta di Jimmy Choo e Tamara Mellon.

33.jpg

Manolo Blahnik: fantasie di scarpe

Le scarpe del designer di scarpe spagnolo Manolo Blahnik possono essere accuratamente definite "insolite". Blahnik sperimenta sia la forma che il materiale, combinando audacemente elementi dell'avanguardia e classici senza tempo, aggiungendo dettagli inattesi stravaganti e osservando sempre una qualità impeccabile. Manolo Blahnik è sempre stato un instancabile maniaco del lavoro e perfezionista che ha lavorato a lungo termine. "Mi ci sono voluti così tanti anni per capire come realizzare scarpe belle e tecnicamente perfette", ha ammesso il designer.

Prima di diventare una delle figure chiave nel mondo della moda delle scarpe, Manolo Blahnik ha fatto una carriera stellare lavorando per Calvin Klein, Yves Saint Laurent, Christian Dior. Negli anni '70, il designer ha fatto una rivoluzione nel mondo del design delle scarpe, tra il predominio delle scarpe con la zeppa, ha creato una nuova versione delle classiche scarpe da donna con una punta a punta, un tacco alto e una scollatura profonda che rivela le dita e una piega del piede. Nel 1971, Blahnik ha introdotto il famoso modello di scarpe Ossie: sandali con cinturini verdi che imitano le foglie e un decoro a forma di ciliegia.

All'inizio degli anni '90, dalle mani del maestro uscì un nuovo prodotto, che divenne un'altra scoperta nel mondo della moda: il designer fu il primo al mondo a sviluppare un modello di scarpe da donna, Gruyere, senza tacco, ma con collo del piede alto, che ne implica la presenza. L'altra scarpa trovata da Blahnik è quella con la punta lunga. un modello senza tacco chiamato "muli", la base dello sviluppo della quale era la sagoma dei muli mediterranei, che è nello spirito dello stile fantasy del designer.

Il biglietto da visita del marchio Manolo Blahnik rimane il modello di scarpe ieri e oggi. Campari, sviluppato nel 1994. Si tratta di classiche décolleté a punta con tacco a spillo, completate da un cinturino con bottone tondo sul collo del piede.

Dalla vita di un designer: Manolo Blahnik è nato nel 1942 nelle Isole Canarie - quasi in paradiso, secondo lo stesso designer. Era circondato da piantagioni di banane, dal mare e da riviste di moda a cui sua madre era attentamente abbonata. Era seriamente interessata alla moda e persino alle espadrillas catalane progettate in modo indipendente, che erano di moda a quel tempo, insieme a un calzolaio locale, quindi Manolo Blahnik ha assorbito il suo interesse per le scarpe alla moda quasi con il latte di sua madre. Su consiglio del padre, Manolo entra in una scuola linguistica, ma allo stesso tempo studia design, sognando di diventare un artista teatrale. Manolo Blahnik è stato messo sulla vera strada della moda calzaturiera dal direttore di American Vogue, il quale, avendo visto nel portfolio dello stilista uno schizzo di una scarpa decorata con un ramo di ciliegio ed edera, gli ha posto la domanda: “Perché non realizzare accessori? Lavora sulle scarpe, avrai successo.” All'inizio degli anni '70, Blahnik iniziò a sviluppare la sua attività nel settore calzaturiero, con così tanto successo che oggi la sua autorità nel mondo della moda calzaturiera è fuori dubbio.

Stuart Weitzman--and-glass.jpg

Stuart Weitzman: lavoro brillante

Lo stilista di scarpe Stuart Weitzman, conosciuto dalla stampa di moda come il “sultano dei tacchi a spillo” e il “gioielliere di scarpe”, ha una predisposizione speciale: ama e sa lavorare i materiali preziosi. Weitzman realizza modelli complessi di scarpe e sandali utilizzando oro, argento, platino, diamanti, pietre semipreziose, nonché utilizzando materiali non standard, come vinile, sughero laccato, plexiglass, materiale termoplastico e persino carta da parati. Uno dei modelli più accattivanti di Weizmann è la linea di scarpe pavé, decorata a mano con cristalli Swarovski. Data la passione del designer per i gioielli, non sorprende che le sue scarpe e sandali siano tra le prime 10 scarpe più costose del pianeta secondo la rivista The Good Life. Le scarpe con il marchio Stuart Weitzman sono entrate nel mercato nel 1986 e oggi il marchio gestisce boutique in 60 paesi in tutto il mondo.

Il modello di scarpe Weizmann più famoso - "scarpe per un milione di dollari", ha fatto un salto nel mondo della moda. Le scarpe dimostrate agli Academy Awards dall'attrice Laura Harring sono state adornate con 464 diamanti su cinturini sottili. Nel 2012, Weizmann ha introdotto nuove scarpe basate su questo modello. Si chiamavano The Millionairess ed erano intarsiati con cristalli Swarovski.

Weizmann è un noto calzolaio di stelle, un uomo di Hollywood. Dal 2002, ha reso una regola per creare un paio di scarpe esclusive con gioielli su ordine speciale per gli Oscar. In particolare, in uno degli Oscar, nel senso letterale della parola, brillavano le scarpe Diamond Dream e Retro Rose, piene di piccoli diamanti.

footloose_nov20103188.jpgIl designer piega saldamente la sua linea, rafforzando il ruolo del calzolaio più inaccessibile al mondo: è l'autore delle scarpe più costose del 2009 (scarpe con 642 rubini su un filo di platino, che costano 1 milione e 600 mila dollari), nonché uno dei fenomeni più spettacolari nel mondo della moda delle scarpe - sandali in collaborazione con il gioielliere Le Vian per $ 2 milioni, decorati con tanzanite e diamanti.

Dalla vita di un designer: Stuart Weitzman è nato nel 1942 a New York. Era destinato a iniziare a produrre scarpe: il padre di Stuart aveva una piccola fabbrica di scarpe ed era lui stesso un designer di scarpe. Weitzman ha iniziato la sua carriera come designer di scarpe a metà degli anni '80, quando è stato fondato il marchio Stuart Weitzman. È interessante notare che Weitzman ha una formazione economica: si è laureato alla Wharton School of Business dell'Università della Pennsylvania nel 1963. Forse è proprio questo che spiega la sua capacità di produrre scarpe non solo belle, ma anche estremamente redditizie. Nel 1995, la prima boutique di Weitzman aprì a New York, e presto iniziò a conquistare il mercato americano attraverso boutique a Las Vegas, Chicago, Boston e in altre città. Oggi, le scarpe di Stuart Weitzman sono vendute in 70 paesi in tutto il mondo e rappresentano non solo modelli ultra costosi, ma anche esempi di design con materiali tradizionali.

B-Brian Atwood--BRAGANCA.jpg

Brian Atwood: naturale, come il sesso

Brian Atwood (Brian Atwood) - da una galassia di giovani designer che sono entrati nell'arena della moda, quando le stelle di Louboutin, Blanic e Jimmy Chu ci stavano già ardendo. Ma è riuscito a garantire che le sue scarpe appaiano sempre più sul tappeto rosso e si esibiscano ai piedi di personaggi famosi. Qual è il segreto di Atwood? Ha indubbiamente talento: nel 2003 il Council of Fashion Designers degli Stati Uniti gli ha conferito il premio per il miglior design di accessori e nel 2007 è stato invitato alla posizione di direttore creativo della Bally Fashion House. Atwood, inoltre, è riuscito a creare uno stile unico: le sue scarpe non sono solo esclusive, costose e di alta qualità, ma sono decisamente sexy e avvolte in un'aura di libertà e scioltezza. Atwood si ispira all'era degli anni '70, quando i movimenti hippy si stavano attivamente sviluppando. Le sue muse sono la top model Kate Moss e l'attrice Lauren Hatton. Atwood ama i motivi etnici, la pelle scamosciata e una piattaforma nascosta, e riesce a combinare naturalezza con chic, e forse questo è il suo risultato principale.

I modelli più famosi di scarpe Atwood sono le scarpe di camoscio Loca con inserti laterali trasparenti e rivetti dorati, tacchi alti 14,5 cm e una piattaforma di 3 cm, così come le scarpe Maniac Platform Pumps nelle varianti: pelle, pelle scamosciata e raso. I "maniaci" hanno il naso arrotondato, un tacco alto e una piattaforma, che conferisce loro un aspetto molto seducente e stabilità. Le scarpe Atwood Maniac hanno la reputazione di essere uno degli accessori più alla moda di Hollywood e si trovano in quasi tutti gli armadi delle celebrità di Hollywood.

Dalla vita di un designer: Brian Atwood è nato a Chicago nel 1963. Dice spesso ai giornalisti che sua madre era una grande fashionista e gli piaceva guardare e studiare il suo guardaroba. Forse le origini dell’interesse di Brian Atwood per il settore calzaturiero risiedono nelle sue esperienze infantili. Brian si è qualificato come architetto e poi ha studiato per diventare designer. È interessante notare che Atwood ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda come modello, cosa non del tutto tipica per i designer di scarpe. Ha lavorato per 7 anni sulle passerelle di Parigi, Milano e New York, ma poi è arrivato il momento di raggiungere un nuovo livello. Gianni Versace invitò Brian a lavorare sulla linea Versus e iniziò la carriera di Atwood come designer. È stato il direttore creativo del marchio di scarpe svizzero Bally e nel 2001 ha lanciato il proprio marchio. Ora Atwood è completamente concentrato sullo sviluppo del proprio marchio.

Il mondo del design delle scarpe ha le sue autorità: persone che sono riuscite a realizzare non solo scarpe belle e di alta qualità, ma hanno creato il proprio stile, che provoca molte imitazioni. Parleremo di...
5
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Collezione Pixel Anya Hindmarch

Anya Hindmarch Autunno-Inverno 2016 Sfilata di scarpe e accessori da donna C'è una regola non detta nel design di vestiti e scarpe: l'autunno e l'inverno sono il momento per toni più sobri. Tuttavia, il vero successo arriva spesso a coloro che non hanno paura ...
29.11.2016 11386

5 marchi specializzati in mocassini sartoriali

Negli ultimi cinque anni, ci sono state due tendenze stabili nel mercato delle calzature: l'interesse per le scarpe in stile sportivo e una crescente domanda di scarpe comode su ...
13.02.2018 14725

5 mette in mostra Christian Louboutin

Il designer di scarpe francese Christian Louboutin è noto al mondo non solo per le scarpe da donna chic con tacchi incredibilmente alti, la cui caratteristica distintiva è la suola rossa, ma anche per le vetrine originali delle sue boutique aperte in tutto il mondo ...
01.11.2016 13297

Scarpe macchiate. Nuova lettura

La stampa leopardata non passa quasi mai di moda. La tendenza per le scarpe maculate a volte svanisce, ma appare subito in qualche nuova lettura o si inserisce nel contesto generale sotto il marchio “retrò”. Puoi elencare all'infinito marchi famosi, ...
12.05.2021 10126

Lascia che ci sia luce! Soluzioni di illuminazione per vetrine e aree di vendita

Una vetrina è il biglietto da visita di un negozio, la prima cosa a cui un passante presta attenzione, e dipende da quanto bene è illuminata se si trasforma in visitatore ...
14.05.2018 14246
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio