25.10.2013 10385

Dmitry Potapenko: "Il problema non è nella finestra, il problema è nella testa"

L'esperto di vendita al dettaglio Dmitry Potapenko ha risposto duramente ma onestamente alle domande sul Rapporto Scarpe sul perché la vendita al dettaglio è così difficile oggi e cosa fare al riguardo.

Dmitry Potapenko.jpg

Dmitry Potapenko - Fondatore e Managing Partner del Management Development Group. Specialista in gestione commerciale. Già CEO delle catene Pyaterochka e Karusel, vicedirettore di Logos Group of Companies, vicepresidente vendite e marketing presso Grundig GmBH in Russia. Ha due diplomi MBA, uno dei quali della California. Parla frequentemente a forum aziendali, conferenze ed eventi come esperto di vendita al dettaglio.

www.potapenko.ru


Perché i piccoli negozi in Russia a malapena fanno quadrare i conti? Una domanda naturale: perché dovrebbero sopravvivere? Perché in linea di principio vengono creati questi piccoli negozi unici? Il fornitore non ne ha bisogno, quindi dà loro un cartellino del prezzo del cavallo; non sono necessari alle autorità, perché non ricevono tasse da loro; l'acquirente non ne ha bisogno, perché queste storie su un servizio che si suppone sia migliore che in una catena di negozi sono tutte favole. Perché anche funzionano?

Spesso pongo questa domanda direttamente agli imprenditori dalla tribuna durante forum e conferenze e non ho mai sentito una risposta chiara. Non ho sentito, perché la maggior parte degli uomini d'affari non capisce che l'imprenditorialità dovrebbe essere fatta quando semplicemente non si può vivere diversamente. Un imprenditore è uno stile di vita, non un modo per fare soldi. E risparmieranno capitali, affitteranno una stanza di 20 metri quadrati, ci infileranno qualcosa che non è stipato - l'intero assortimento di un ipermercato - e si aspettano che ora tutti li ameranno e li favoriranno. E si chiedono perché questo non avvenga.

Nel paradigma in cui vive oggi un imprenditore russo privato, non ha alcun diritto di esistere. Perché? Perché non offre nulla di cui l'acquirente avrebbe bisogno. Forma l'assortimento, rotolando personalmente per le fabbriche? Prende le collezioni con le sue mani? Cerca il suo cliente e crea un'offerta unica per lui? No, prende solo quello che gli viene dato e cerca di venderlo a chi passa. Compra calzature italiane e le vende a prezzi esorbitanti, ma TsentrObuv incolpa del deflusso di clienti. Chiede come resistere alle reti e non riesce a rendersi conto che non salgono su un carro armato con la sciabola e l'asino in modo spoglio. Non hai bisogno di combattere con le reti, devi posizionarti contro di loro. Ma se non funziona, significa che non sai come lavorare. Come disse Lenin, "la pratica è il criterio della verità", quindi se le reti sopravvivono ma i commercianti privati ​​no, così sia.

Leggere libri e andare ai seminari è inutile, perché il problema non è nella finestra, ma nella testa. Questo tipo di imprenditore si è già fatto strada nel mercato. Ha preso quello che poteva da lui e ora deve andarsene perché un nuovo venditore sta arrivando a sostituirlo. Un venditore che ha conoscenza è un ordine di grandezza superiore a un networker. Il venditore, che è costantemente in sala, che fa tutto "dentro e fuori" nel negozio e conosce e ama sinceramente il suo cliente e il suo prodotto. Ripeto, "ama il cliente e il prodotto", non se stesso nel cliente e nel prodotto. Questo tipo di imprenditore appare già, ma raramente. Li ho visti nella vendita al dettaglio di generi alimentari: ad esempio, l'amministratore delegato di un negozio vicino a casa sua. È dietro la cassa, lavora nella stanza sul retro, conosce tutti i clienti abituali per nome e non ha paura di pulire i tavoli. Ha individuato la sua nicchia e ci lavora, senza cercare di entrare nell'assortimento dell'ipermercato. Questi imprenditori sono il futuro e il resto scomparirà molto presto. Per la felicità e la prosperità di tutti.

L'esperto di vendita al dettaglio Dmitry Potapenko ha risposto con durezza ma onestà alle domande del Rapporto sulle scarpe sul perché il piccolo commercio al dettaglio stia attraversando un periodo così difficile oggi e cosa succede con esso ...
3.35
5
1
2
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Qual è l'errore dei fornitori di scarpe per bambini nel lavorare con le aziende all'ingrosso

Il tema del lavoro di fornitori e grossisti è stato più volte sollevato sulle pagine del nostro magazine da Alexander Borodin, esperto nella vendita di calzature per bambini, il manager dell'azienda Mila. In un'intervista con SR, Alexander ha raccontato perché sorgono le difficoltà, quali sono gli errori ...
18.07.2022 5915

Come lavorare con i mercati per evitare la concorrenza tra l'assortimento online e il negozio offline

Molti rivenditori e produttori di scarpe lavorano oggi con i mercati. Tuttavia, questa cooperazione ha sia i suoi vantaggi che i suoi svantaggi. Uno di questi è la concorrenza dell'assortimento online e offline, il deflusso di acquirenti reali verso i mercati,...
01.02.2022 7694

I produttori di scarpe brasiliani invitano gli acquirenti dalla Russia e dai paesi della CSI a incontri di lavoro in formato online

Dal 21 giugno al 2 luglio, in Russia e nei paesi limitrofi, si terranno incontri b2b online dei maggiori produttori brasiliani e buyer russi. Gli eventi sono sponsorizzati da Brazilian Footwear, un programma governativo che ...
07.06.2021 8975

DEOX rafforza la sua posizione di mercato

SR ha deciso di scoprire con quali problemi i calzolai russi dovevano vivere e lavorare e chiedere ai produttori di lavorare nella realtà odierna. Questa raccolta di materiali si concentrerà sull'impatto della pandemia di coronavirus sul business calzaturiero nazionale, ...
02.02.2021 9301

Lillian Roor, direttore vendite ARA in Russia: “ARA Shoes si impegna a essere il produttore più high-tech di calzature alla moda.

Il marchio di scarpe tedesco ARA è conosciuto e amato in Russia da molto tempo, sin dall'epoca sovietica. Quest'anno il marchio compirà 72 anni. L'azienda ha superato le difficoltà e le sfide causate dall'attuale pandemia di coronavirus e continua ad attuare i suoi piani. Sul…
17.05.2021 13806
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio