Evgeny Kolesov: "Se effettui ordini in Cina, risparmia i tuoi soldi"
31.08.2011 5488

Evgeny Kolesov: "Se effettui ordini in Cina, risparmia i tuoi soldi"

La crisi economica globale ha colpito i produttori cinesi? Quali sono le prospettive per l'economia cinese? In che modo questa situazione influenzerà gli uomini d'affari, le aziende che effettuano ordini in Cina? Evgeny Kolesov, CEO di Optim Consult (Guangzhou), risponde a queste domande.

È prevista la situazione attuale dell'economia cinese. Per evitare il surriscaldamento dell'economia, lo stato ha delineato una diminuzione dei tassi di crescita del PIL. L'attuazione della strategia pianificata non ha risparmiato gli esportatori, il cui lavoro è diventato notevolmente più complesso. E prima di tutto, questo ha colpito i piccoli attori del mercato che non hanno spazio di produzione e capitale circolante sufficienti.

Le misure prese dallo Stato come parte dell'attuazione della politica di rivalutazione dello yuan, in un modo o nell'altro, interessano la stragrande maggioranza dei produttori cinesi. Durante gli incontri ufficiali con attivisti di associazioni industriali e sindacati della RPC (Optim Consult è membro a pieno titolo di 12 sindacati di produttori cinesi), il management di Optim Consult ha discusso le questioni della rivalutazione direttamente con i produttori cinesi, con coloro che sono stati direttamente interessati da questo provvedimento. I leader delle fabbriche cinesi hanno convenuto che lo Stato intende "tagliare" il numero di produttori nelle industrie del 12-15%.

Il primo passo in questa direzione è la rivalutazione del renminbi, il secondo è la riduzione del tasso di rimborso dell'IVA per i prodotti esportatori, il terzo è il miglioramento della situazione dei lavoratori, un aumento del salario minimo. Questi passaggi hanno portato a un forte aumento dei salari e hanno destabilizzato il lavoro di molti produttori. Anche altri fattori esterni hanno complicato il lavoro: l'inflazione è superiore al tasso previsto, l'aumento dei prezzi per l'elettricità e i servizi del settore dei trasporti. Tutto ciò ha portato ad un aumento dei costi dei produttori del 25-30%.

Non dovremmo dimenticare la crisi bancaria, che ha portato a una riduzione dei prestiti ai produttori cinesi. Tutti questi eventi sono diventati un test molto difficile per migliaia di aziende cinesi.

Pertanto, se rispondi alla domanda principale: in che modo ciò influenzerà gli uomini d'affari che effettuano ordini in Cina, quindi il mio consiglio principale è quello di risparmiare denaro. Nell'agosto-ottobre 2008, il numero di "misteriose sparizioni" di piante cinesi ha superato tutti i limiti immaginabili. Sfuggendo alla bancarotta, molti produttori cinesi sputano apertamente su collaborazioni a lungo termine e si nascondono, portando con sé centinaia di migliaia di dollari dei clienti. Ora è particolarmente importante prestare la massima attenzione alla firma di accordi legittimi e alla raccolta di documenti sui partner cinesi.

Per quanto riguarda le prospettive, qui tutto è semplice: aumenta il prezzo in Cina, aumenta il prezzo in tutto il mondo. Penso che molti capiscano che gli utenti finali dovranno pagare. L'aumento dei prezzi sul mercato cinese negli ultimi tempi, sfortunatamente, è diventato un luogo comune - chi lo fa regolarmente nel Regno di Mezzo lo sa molto bene. Oggi, gli aumenti dei prezzi in Cina sono leggermente più alti e più veloci del solito, ma non c'è motivo di farsi prendere dal panico. Molti produttori già oggi trovano ulteriori fonti di vantaggio competitivo, utilizzando in anticipo le riserve accumulate dalle aziende. La partecipazione attiva delle aziende cinesi alle mostre dimostra ancora una volta che non dovresti cancellare i produttori cinesi, preferendo il Vietnam o l'India.

La crisi economica globale ha colpito i produttori cinesi? Quali sono le prospettive per l'economia cinese? In che modo la situazione influenzerà uomini d'affari, aziende che effettuano ordini in ...
5
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Qual è l'errore dei fornitori di scarpe per bambini nel lavorare con le aziende all'ingrosso

Il tema del lavoro di fornitori e grossisti è stato più volte sollevato sulle pagine del nostro magazine da Alexander Borodin, esperto nella vendita di calzature per bambini, il manager dell'azienda Mila. In un'intervista con SR, Alexander ha raccontato perché sorgono le difficoltà, quali sono gli errori ...
18.07.2022 5876

Come lavorare con i mercati per evitare la concorrenza tra l'assortimento online e il negozio offline

Molti rivenditori e produttori di scarpe lavorano oggi con i mercati. Tuttavia, questa cooperazione ha sia i suoi vantaggi che i suoi svantaggi. Uno di questi è la concorrenza dell'assortimento online e offline, il deflusso di acquirenti reali verso i mercati,...
01.02.2022 7652

I produttori di scarpe brasiliani invitano gli acquirenti dalla Russia e dai paesi della CSI a incontri di lavoro in formato online

Dal 21 giugno al 2 luglio, in Russia e nei paesi limitrofi, si terranno incontri b2b online dei maggiori produttori brasiliani e buyer russi. Gli eventi sono sponsorizzati da Brazilian Footwear, un programma governativo che ...
07.06.2021 8947

DEOX rafforza la sua posizione di mercato

SR ha deciso di scoprire con quali problemi i calzolai russi dovevano vivere e lavorare e chiedere ai produttori di lavorare nella realtà odierna. Questa raccolta di materiali si concentrerà sull'impatto della pandemia di coronavirus sul business calzaturiero nazionale, ...
02.02.2021 9277

Lillian Roor, direttore vendite ARA in Russia: “ARA Shoes si impegna a essere il produttore più high-tech di calzature alla moda.

Il marchio di scarpe tedesco ARA è conosciuto e amato in Russia da molto tempo, sin dall'epoca sovietica. Quest'anno il marchio compirà 72 anni. L'azienda ha superato le difficoltà e le sfide causate dall'attuale pandemia di coronavirus e continua ad attuare i suoi piani. Sul…
17.05.2021 13772
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio