Ostacoli del mercato immobiliare commerciale
18.03.2015 5459

Ostacoli del mercato immobiliare commerciale

# ESPERTO #

La situazione della crisi economica, la svalutazione del rublo, il forte aumento del costo e della disponibilità dei fondi presi in prestito, la riduzione dei programmi di prestito da parte delle banche, il deflusso di capitali dal paese, la generale stagnazione del commercio al dettaglio russo, la riduzione e il completo abbandono dei programmi per lo sviluppo di numerosi marchi popolari, la diminuzione del potere d'acquisto della popolazione - questo è solo un piccolo elenco i problemi che il mercato immobiliare commerciale russo nel suo complesso ha incontrato oggi, e in particolare gli immobili al dettaglio. La conseguenza logica di ciò che stava accadendo è che sentiamo sempre più parlare del rinvio della data di apertura di un progetto o del suo congelamento a tempo indeterminato.

Un'altra tendenza è stata l'apertura di centri commerciali con un gran numero di aree libere. Solo un paio d'anni fa, era difficile immaginare che un centro commerciale concettuale potesse essere aperto ai visitatori, con il 20-30% di spazio libero. Oggi, infatti, ci sono spesso casi in cui i centri commerciali aprono con locali liberi in eccesso del 40-50% dell'area commerciale totale dell'oggetto.

Di conseguenza, oggi tutti i partecipanti al mercato sono diventati molto più esigenti sulla qualità dei progetti. I clienti i cui redditi sono diminuiti vogliono acquistare prodotti migliori per meno soldi, ma apprezzano comunque il comfort e un'atmosfera piacevole. Gli investitori sono pronti a investire solo in strutture della massima qualità, con un basso tasso di posti vacanti e un'elevata redditività. Gli inquilini sono pronti a partecipare solo a quei progetti in cui saranno offerte le condizioni di noleggio più favorevoli e forniranno il massimo traffico al pubblico target.

Naturalmente, allo stesso tempo, non è possibile soddisfare i desideri e le esigenze di tutte le parti. È molto importante trovare una via di mezzo, un compromesso degli interessi di tutti i partecipanti. Dove ciò ha successo, il progetto diventa (o continua ad avere) successo.

Era ieri

Prima dell'inizio della crisi attuale, il successo della struttura è stato valutato in base al grado in cui sono stati raggiunti gli obiettivi e gli obiettivi fissati dall'investitore al momento dell'accesso al progetto, l'ubicazione della struttura, il tasso di posto vacante nell'area commerciale totale, la qualità del pool dei principali inquilini, la qualità di funzionamento e manutenzione della struttura.

Non ho deliberatamente menzionato i periodi di rimborso del progetto e vari indicatori finanziari, poiché è tutt'altro che il raggiungimento di un'alta redditività di un centro commerciale è il motivo principale della sua creazione. Ciascun investitore, prendendo una decisione sull'adesione a un progetto, ha innanzitutto perseguito uno dei tre obiettivi principali.

Innanzitutto, aumentare la capitalizzazione della tua attività. Il prezzo di una struttura esistente dovrebbe sempre superare il valore dei fondi investiti nella sua costruzione. Inoltre, una proprietà di vendita al dettaglio di qualità è uno dei migliori strumenti collaterali per attrarre finanziamenti esterni. Per raggiungere questo obiettivo, è necessario costruire qualità, utilizzare le migliori attrezzature di ingegneria, attirare marchi famosi come inquilini, concludere contratti di locazione a lungo termine con la maggior parte degli inquilini, mentre i tassi di noleggio qui potrebbero essere leggermente inferiori al livello di mercato. Il successo dell'oggetto in questo caso viene valutato sulla base dei criteri di affidabilità e stabilità della generazione di reddito in futuro, e non dal punto di vista della massimizzazione del suo flusso di cassa.

In secondo luogo, ottenere il massimo delle entrate al momento attuale. Una struttura commerciale con una posizione favorevole e un pool di qualità di inquilini è in grado di generare un flusso di cassa netto significativo. Qui stiamo parlando della massima estrazione del reddito dall'oggetto. E qui e ora. A tal fine, i contratti di locazione a lungo termine sono conclusi solo con gli inquilini di ancoraggio (ipermercati / supermercati, bricolage, un cinema con area di intrattenimento, un negozio di elettrodomestici e esercizi di ristorazione). Tutti gli altri inquilini sottoscrivono contratti brevi con una tariffa massima di noleggio. In condizioni di mercato ottimali, questo approccio consente, se necessario, di effettuare una rapida rotazione degli inquilini al fine di aumentare costantemente i redditi da locazione.

Infine, l'ambizione era spesso il terzo obiettivo di investire in un progetto. Il desiderio dell'investitore di avere il miglior centro commerciale nella regione, città, regione, territorio, repubblica, ecc. In questo caso, il periodo di rimborso non è più di primaria importanza. La cosa più importante è che l'oggetto sia della massima qualità, più luminoso, più popolare. Tuttavia, questa motivazione al momento attuale ha chiaramente perso la sua rilevanza.

Situazione oggi

L'attuale crisi economica ha fatto una grande differenza. L'obiettivo principale dell'investitore è la stabilità della redditività del centro commerciale. E per questo è necessario mantenere il principale pool di inquilini, prevenire l'emergere di aree vuote, ottimizzare i costi di gestione e manutenzione della struttura, mantenendo l'alta qualità dei servizi di costruzione e mantenere costantemente un alto interesse da parte del pubblico target.

Come prima, la posizione dell'oggetto è molto importante. Dovrebbe essere conveniente per il pubblico target del centro commerciale, sia in termini di traffico pedonale che automobilistico. È obbligatoria la presenza di un parcheggio comodo e ben tenuto. Qualsiasi disagio in questa materia porterà al fatto che alcuni visitatori preferiranno un posto diverso per il loro passatempo. Migliore è la posizione, maggiore è il traffico. Maggiore è il traffico, maggiore è l'interesse dell'oggetto per gli inquilini.

Per gli inquilini, anche la volontà dei proprietari e delle società di gestione di tenere conto dei loro interessi, avviare un dialogo costante, discutere questioni emergenti e modificare i termini della cooperazione in tempo reale è di fondamentale importanza.

Il mercato immobiliare commerciale russo ha attraversato periodi diversi. C'è stato un periodo del "mercato dei proprietari", quando sul mercato c'erano relativamente poche aree di alta qualità e i proprietari dei progetti potevano dettare le loro condizioni agli inquilini. C'è stato un periodo di "mercato degli inquilini", in cui gli inquilini hanno già fissato le regole del gioco. Un anno fa, nel mercato regionale, nei progetti con una posizione migliore, è stato osservato il "mercato del proprietario" e in progetti di minor successo sono state applicate le regole del "mercato degli inquilini". Ora, a mio avviso, è arrivata l'era del compromesso. Ma poiché gli interessi di tutti i partecipanti al mercato - proprietari di immobili, inquilini e visitatori dei centri commerciali - sono spesso direttamente opposti, è molto difficile raggiungere un compromesso. E qui il ruolo di una società di gestione professionale è di particolare importanza.

Guidare, la fiducia

Nella pratica occidentale, le società di gestione professionale sono state a lungo coinvolte nella gestione dei centri commerciali. Oggi, oltre il 90% dei centri commerciali nei paesi sviluppati è sotto controllo esterno. In Russia, meno del 10% dei centri commerciali regionali viene trasferito alla direzione di una società di gestione indipendente. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che i proprietari di immobili preferiscono gestire autonomamente, credendo erroneamente che i servizi delle società di gestione siano troppo costosi e anche in alcuni casi temendo di perdere il controllo della propria proprietà. Tuttavia, sono sicuro che nel prossimo futuro aumenterà la percentuale di strutture regionali gestite da società di gestione professionale. E ci sono ragioni oggettive per questo.

Innanzitutto, il coinvolgimento di una società di gestione professionale per la gestione integrata di un oggetto di solito consente di ridurre i costi operativi e operativi di un centro commerciale di almeno il 10-15%, anche tenendo conto dei costi di remunerazione della società di gestione. Inoltre, realizzando il desiderio dei proprietari immobiliari regionali di immergersi nelle attuali problematiche della gestione del centro commerciale, le società di gestione stanno gradualmente abbandonando il principio dello "sportello unico", formando una più stretta interazione con il Cliente e trasferendo tutte le informazioni richieste in tempo reale. Inoltre, una società di gestione professionale deve garantire al proprietario l'assenza di spazio libero e la rotazione più rapida degli inquilini, se necessario. Gli specialisti del codice penale dovrebbero comprendere le specificità degli inquilini e fungere da garante per questi ultimi nel rispettare i loro interessi presso la struttura. La società di gestione è tenuta a garantire il funzionamento e la manutenzione dell'edificio e dei suoi sistemi di ingegneria al livello adeguato, per fornire il livello necessario di comfort e sicurezza per i visitatori.

Naturalmente, il funzionamento della società di gestione è molto più ampio, ho elencato solo alcune competenze di base. Noto anche che i proprietari di strutture regionali preferiscono lavorare con società di gestione universale in grado di fornire la gamma più completa di servizi con esperienza e competenze pertinenti.

Ripeto la presenza presso la struttura di una società di gestione professionale che funge da intermediario tra tutte le parti e che ha un livello sufficiente di competenza, oggi è una delle condizioni principali per l'efficacia e il successo del centro commerciale. Ma solo a condizione che tra tutte le parti - i proprietari della struttura, la società di gestione e gli inquilini - vi sia una stretta interazione basata su obiettivi comuni, fiducia reciproca e rispetto.


I rivenditori sono diventati più esigenti nei progetti. Secondo Oleg Ryzhov, CEO di Ross Group, oggi solo un progetto pezzo che può ...
5
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Qual è l'errore dei fornitori di scarpe per bambini nel lavorare con le aziende all'ingrosso

Il tema del lavoro di fornitori e grossisti è stato più volte sollevato sulle pagine del nostro magazine da Alexander Borodin, esperto nella vendita di calzature per bambini, il manager dell'azienda Mila. In un'intervista con SR, Alexander ha raccontato perché sorgono le difficoltà, quali sono gli errori ...
18.07.2022 5877

Come lavorare con i mercati per evitare la concorrenza tra l'assortimento online e il negozio offline

Molti rivenditori e produttori di scarpe lavorano oggi con i mercati. Tuttavia, questa cooperazione ha sia i suoi vantaggi che i suoi svantaggi. Uno di questi è la concorrenza dell'assortimento online e offline, il deflusso di acquirenti reali verso i mercati,...
01.02.2022 7663

I produttori di scarpe brasiliani invitano gli acquirenti dalla Russia e dai paesi della CSI a incontri di lavoro in formato online

Dal 21 giugno al 2 luglio, in Russia e nei paesi limitrofi, si terranno incontri b2b online dei maggiori produttori brasiliani e buyer russi. Gli eventi sono sponsorizzati da Brazilian Footwear, un programma governativo che ...
07.06.2021 8951

DEOX rafforza la sua posizione di mercato

SR ha deciso di scoprire con quali problemi i calzolai russi dovevano vivere e lavorare e chiedere ai produttori di lavorare nella realtà odierna. Questa raccolta di materiali si concentrerà sull'impatto della pandemia di coronavirus sul business calzaturiero nazionale, ...
02.02.2021 9281

Lillian Roor, direttore vendite ARA in Russia: “ARA Shoes si impegna a essere il produttore più high-tech di calzature alla moda.

Il marchio di scarpe tedesco ARA è conosciuto e amato in Russia da molto tempo, sin dall'epoca sovietica. Quest'anno il marchio compirà 72 anni. L'azienda ha superato le difficoltà e le sfide causate dall'attuale pandemia di coronavirus e continua ad attuare i suoi piani. Sul…
17.05.2021 13778
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio