Rieker
"Siamo specializzati in scarpe da donna e stiamo facendo molto bene questo lavoro", afferma Gianfranco Modanese, proprietario e CEO di Relaxshoe SRL
15.08.2017 2871

"Siamo specializzati in scarpe da donna e stiamo facendo molto bene questo lavoro", afferma Gianfranco Modanese, proprietario e CEO di Relaxshoe SRL

Relaxshoe è uno dei marchi italiani più famosi di comode scarpe da donna. Sulla storia di questo marchio italiano Relaxshoe, su come vengono create le collezioni oggi, sulla produzione moderna dell'azienda e sui piani per il futuro in un'intervista esclusiva con Shoes Report, ha detto il suo fondatore Gianfranco Modenese.


La tua azienda Relaxshoe SRL è un'azienda a conduzione familiare. Con quali modelli e volumi hai iniziato e cosa hai ora?
Ho iniziato con una normale società commerciale. È stata fondata nel 1976 e fu allora chiamata Modenese Creatione Luca Shoe. Non avevo la nostra produzione, abbiamo ordinato e venduto scarpe con il marchio Creatione Luca Shoe. Sin dall'inizio erano scarpe estremamente comode. Il marchio ha rapidamente guadagnato fama mondiale, abbiamo venduto milioni di coppie. Tuttavia, nel tempo, c'era il desiderio di creare scarpe per te, non dipendere dai fornitori, dai loro tempi di consegna, per determinare tu stesso il design e la qualità del prodotto. L'idea di creare la propria produzione si è avverata nel 1994. Quest'anno, per la prima volta, abbiamo offerto ai nostri clienti scarpe di nostra produzione con il marchio Relaxshoe. È stato un buon momento per iniziare, sia economicamente che in termini di domanda di scarpe comode. È stata la decisione giusta: per entrare nel mercato con scarpe comode e senza tacco, la richiesta di tali scarpe è stata davvero grande. Ora produciamo da 1 a 1,2 milioni di paia di scarpe da donna in pelle all'anno.

Tutti e tre i tuoi figli lavorano con te nel settore delle calzature. Cosa fanno esattamente i figli - quali settori di attività sorveglia ciascuno di loro?

Sì, tutti e tre i figli lavorano per l'azienda. Il più vecchio Gianluca e il medio Giuseppe sono impegnati nella produzione, e il giovane Paolo è uno dei designer ed è coinvolto nello sviluppo della collezione.

Ti immergi personalmente in tutti i processi di produzione, hai qualcosa a che fare con ciò che viene chiamato? Ti fidi delle giovani generazioni?

Il nostro rapporto è completamente basato sulla fiducia e questo vale non solo per i membri della mia famiglia. Sono profondamente convinto che le persone debbano essere incaricate di risolvere i problemi, dando loro l'opportunità di mettersi alla prova. Solo in questo caso si ottiene un buon risultato. Se qualcuno ha bisogno della mia opinione o aiuto, io sono sempre lì e pronto ad aiutare con consigli o azioni. La mia compagnia è la mia vita, il che non significa affatto che controllo ogni fase dei miei figli o dipendenti. Ho sempre cercato di creare una squadra coesa giocando insieme.

Sei tu stesso un calzolaio ereditario? 

No. Nella mia famiglia non c'erano produttori di scarpe prima di me; sono diventato il primo a iniziare la produzione di scarpe.

Per molti (almeno in Russia), le scarpe italiane sono associate a scarpe col tacco alto. Perché una volta è stata fatta una scommessa su segmenti comfort e casual? In effetti, solo negli ultimi anni, le fashioniste di tutto il mondo sono state massicciamente portate via dalle scarpe su un percorso pianeggiante, e in precedenza le rigide regole richiedevano alle donne solo tacchi per molti casi.

Vedi, ho sempre creduto che una donna potesse indossare i tacchi alti solo per diverse ore. Quindi inizia ad avere problemi con le gambe e - peggio ancora - con la colonna vertebrale. Da bambina sentivo spesso mia madre lamentarsi: "Beh, in gioventù indossavo tacchi a spillo e ora mi fa molto male la schiena!" Sono convinto che una donna non sia meno bella se indossa scarpe a tacco basso o scarpe sportive. Una persona in buona salute ha sempre un aspetto migliore di una persona con mal di schiena o gambe doloranti!

L'esportazione è una parte importante della tua attività? Quanto è importante per te il mercato russo?

Sì, esportiamo molto, quasi in tutto il mondo. E - sì, consideriamo il mercato russo molto interessante e promettente. Sono sicuro che, nonostante tutte le difficoltà, il tuo mercato ha un ottimo futuro. È vivo, in grado di percepire il nuovo, quindi posso dire: questo è sicuramente il nostro futuro.

Quali modelli sono importanti per il mercato russo? Accanto a quali marchi vorresti vedere le tue scarpe sugli scaffali dei negozi?

Vogliamo fornire scarpe comode, moderne e alla moda alla Russia. Mi piacciono i marchi famosi come Clarks e Gabor. Mi piacerebbe vedere scarpe Relaxshoe accanto a questi marchi. Ovviamente siamo tutt'altro che conosciuti, ma le nostre scarpe sono di qualità decente e credo che potrebbero stare una accanto all'altra sugli scaffali dei negozi. Naturalmente, le grandi aziende spendono molti soldi in pubblicità e nel mantenimento della loro immagine. Siamo molto più piccoli e non possiamo permettercelo, ma siamo flessibili, produciamo grandi collezioni interessanti con scarpe per tutti i gusti. Ognuno ha la sua politica ... Naturalmente, spesso dobbiamo anche risparmiare denaro per offrire all'acquirente un prezzo normale. Pertanto, rifiutiamo la pubblicità su larga scala. Ma non lesiniamo sui buoni materiali e usiamo buone suole. Non compriamo i materiali più costosi, ma quello che usiamo sono ottimi materiali! Stiamo cercando di raggiungere la media aurea: prezzo accessibile e buona qualità. Ma allo stesso tempo, vogliamo che le nostre scarpe siano davvero belle!

Come immagini il tuo cliente russo?

Se parliamo di età - dai 30 ai 70 anni senza problemi. Ogni donna troverà scarpe adatte a noi. Ma ci sono modelli per bambini dai 20 ai 25 anni, ad esempio l'attuale collezione di sneaker è assolutamente adatta alle ragazze. In ogni caso, la nostra cliente è una donna sicura di sé che ha il suo stile e sa cosa si adatta meglio a lei. Ha una buona conoscenza della moda. Le donne russe lavorano molto, inoltre, hanno sia una casa che un'economia, sono attive in tutti i settori della società. Allo stesso tempo, apprezzano la moda e attribuiscono grande importanza al loro aspetto. Lo sappiamo e stiamo cercando di creare scarpe appropriate.

Per molti produttori italiani, è una questione d'onore produrre scarpe esclusivamente nelle proprie fabbriche. Dove sono realizzate le scarpe Relaxshoe?

A questo proposito, non siamo diversi dagli altri: tutte le scarpe Relaxshoe sono realizzate nel nostro stabilimento. Se producessimo in Italia, le scarpe sarebbero molto costose, tanti anni fa abbiamo comprato una fabbrica in Bosnia, l'abbiamo modernizzata e ora soddisfa gli standard più elevati. In totale, il processo di produzione impiega circa 1 persone: 000 dipendenti sono dislocati nella sede centrale in Italia, circa 50 dipendenti lavorano direttamente in fabbrica e circa 450 in più - nel settore dei servizi di produzione. Certo, a volte capita che ci siano molti ordini e la produzione è completamente caricata. Poi accade che qualcuno si dia un modello alla produzione di una fabbrica amica. Ma queste sono eccezioni molto rare, cerchiamo di evitare tali situazioni. Come ho detto, non siamo così grandi e questo ci dà il vantaggio di essere flessibili. Non ci poniamo il compito di aumentare i volumi ad ogni costo.

Chi sta sviluppando la collezione?

Abbiamo uno studio di progettazione in cui 6 dipendenti lavorano costantemente. Come ho già detto, anche mio figlio minore Paolo lavora lì. Non è un capo, è ancora giovane e deve imparare dagli altri. Ma ama molto il suo lavoro e, penso, che alla fine diventerà un bravo stilista.

Ma, naturalmente, creare una collezione non è solo opera di designer. Una grande squadra è coinvolta in questo. Abbiamo molti dipendenti che lavorano da molto tempo in azienda e fanno super-lavoro! È venuta da noi giovani e da allora hanno lavorato in questo modo. Ci sono persone che sono venute in fabbrica all'età di 18-19 anni, e ora hanno già 55-60 anni e lavorano ancora con noi. L'azienda si basa su tali persone, assicurano il successo dell'impresa.

Il settore delle calzature sta attraversando momenti difficili in tutto il mondo. Molti produttori cercano di ridurre al minimo le scarpe il più possibile e risparmiare su tutto, spesso risparmiando sul materiale della tomaia, sostituendo la vera pelle con materiali sintetici. Produci solo scarpe di cuoio. Hai mai pensato di passare ai sintetici e quindi occupare una nicchia di prezzo inferiore?

No, mai! Certo, le scarpe devono essere competitive, tutto è relativo. Non prendiamo la pelle più costosa, ma una pelle eccezionalmente buona. Non sviluppiamo il nostro blocco o suola, ma li acquistiamo da produttori affidabili e ben noti. Non risparmiamo in questo modo. Al contrario: ora praticamente non usiamo la pelle di maiale per il rivestimento, ma la sostituiamo con pelle di vitello. Synthetics è un mondo completamente diverso. Oltre alle scarpe di pelle, produciamo anche stivali di gomma, quindi so di cosa sto parlando. Ma questa è una storia completamente diversa che non ha nulla a che fare con le scarpe "normali".

Dove acquisti la pelle e come viene controllata la qualità delle materie prime?

Effettuiamo acquisti di pelletteria solo in Italia, l'azienda ha dipendenti che si occupano esclusivamente dell'approvvigionamento di materie prime. Lavoriamo solo con quei fornitori che forniscono un'abbronzatura della pelle di alta qualità e adeguata, con quelli di cui abbiamo piena fiducia. Siamo presenti in questo settore da molto tempo e conosciamo tutti sul mercato. Un grande ruolo è ancora svolto dalle buone relazioni personali. Tuttavia, ogni volta che i nostri ispettori vanno dal fornitore e controllano ogni lotto di pelle. Vogliamo salvarci la faccia, sia sul mercato italiano che all'estero.

Perché produci solo scarpe da donna? Ci sono piani per iniziare a produrre scarpe da uomo o da bambino?

Abbiamo una collezione molto ampia e diversificata di scarpe da donna, la sua creazione è un lavoro enorme che richiede tempo, impegno, creatività. Ci sono aziende la cui missione è la crescita continua. Non ci poniamo un tale compito. Vogliamo fare bene il nostro lavoro. In una grande azienda, la visione d'insieme è persa, il lavoro è posto sul trasportatore, non c'è più spazio per flessibilità o individualità, questo è un prodotto di massa. Non vogliamo questo. Siamo specializzati in scarpe da donna e non vogliamo spruzzare. Forse un giorno saremo pronti a fare il passo successivo, ma questa è una questione per il futuro.

Cosa intendi per successo? Come vedi il futuro della tua azienda?

Vorrei che il marchio Relaxshoe fosse conosciuto come una sorta di perla del mercato delle calzature, uno standard di qualità e moda, affidabilità e convenienza. Non voglio che Relaxshoe diventi molto grande. No, non lo voglio proprio. Ma sarei felice di sapere che le donne di tutto il mondo conoscono le scarpe Relaxshoe e le indossano con piacere.



Relaxshoe è uno dei marchi italiani più famosi di comode scarpe da donna. Sulla storia di questo marchio italiano Relaxshoe, su come vengono create le collezioni oggi, sulla produzione moderna ...
3.02
5
1
2
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Incontri online con produttori di scarpe brasiliani

Dal 21 giugno al 2 luglio 2021 in Russia e nei paesi della CSI si terranno incontri B2B online con le più grandi fabbriche di scarpe del Brasile Gli incontri sono volti a stabilire contatti commerciali tra produttori di scarpe brasiliani e partner dalla Russia e ...
25.05.2021 1752

Un nuovo marchio russo di scarpe da donna Razumno è entrato nel mercato

La semplicità qualitativa è uno dei valori principali del nuovo marchio Razumno e della sua fondatrice Alena Lozovskaya, figlia di un calzolaio (Mikhail Lozovsky) e sorella di un sarto, mentre si posiziona su Instagram. La presentazione della collezione del brand è avvenuta ...
19.05.2021 1302

Analpa sta preparando una sorpresa per gli acquirenti di Euro Shoes

Dopo una pausa, Analpa prenderà nuovamente parte alla prima collezione di Euro Shoes, che si terrà dall'1 al 4 marzo al Main Stage.
16.02.2021 2903

Caprice: il futuro dopo la crisi

Il 2020 è già storia. È probabile che il nuovo anno porti nuove sfide all'industria calzaturiera. E il produttore di calzature CAPRICE della tedesca Pirmasens è ben preparato per questo. In un'intervista, l'amministratore delegato di Caprice Jürgen Kölsch spiega ...
16.03.2021 2663

Alla moda, confortevole, ecologico. Tutto sul marchio MARCO TOZZI

La nuova collezione MARCO TOZZI autunno-inverno 2021/22 si confronta favorevolmente con le precedenti con un livello ancora più elevato di qualità dei materiali utilizzati e un rinnovamento più globale dell'assortimento. Raccordi laconici combinati con la combinazione "giusta" ...
17.03.2021 3858
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio