Rocco Pistolesi: "Acquisiamo cose che non gravano sulla nostra vita, ma che decorano"
13.11.2010 9940

Rocco Pistolesi: "Acquisiamo cose che non gravano sulla nostra vita, ma che decorano"

In Russia, il marchio Rocco P è noto da 13 anni. Lo stilista Rocco Pistolesi è volato personalmente all'apertura della boutique NOONE a Mosca, non spaventato dalle fashioniste della capitale, dal maltempo o dai giornalisti fastidiosi. Dall'Italia ha portato un artigiano che si è seduto e ha cucito le scarpe proprio all'apertura. Evgenia Bubnova ha posto delle domande allo “strano designer che martedì inizia tutti gli affari”.

SR78_Svoi-business_Rocco-P_1.jpg- Rocco, come ti piace Mosca?

- A Mosca, mi sento a casa. Vengo costantemente qui da oltre 10 anni. E la decisione di promuovere il mio marchio qui in Russia, l'ho presa nel 1997.

- Come è potuto succedere?

- Ho sentito un cambiamento, sia sociale che politico. Ero curioso di vedere com'è questo mercato, come le persone reagiscono a tali prodotti, cosa succede generalmente. in Russia. E poi si è scoperto che tutti i miei clienti sono diventati miei amici. E ora vengo dagli amici, come a casa mia. Sono assolutamente la mia persona a Mosca.

- È stato lo stesso in Italia?

- Sì. Ho quasi rapporti familiari con i clienti. Abbiamo feste insieme, mangiamo, balliamo, ci divertiamo.

- Quando hai iniziato la tua attività in Italia? Come sei diventato esattamente chi sei adesso?

- Ho iniziato molto giovane, nella nostra famiglia questa è la seconda generazione di produttori di scarpe. I miei genitori hanno tenuto un piccolo laboratorio di scarpe. L'hanno aperto nel 1957, quindi praticamente sono cresciuto in un laboratorio di scarpe, ho respirato quest'aria. Per me, gli odori di colla e lucido da scarpe non sono solo odori, sono aromi. È logico che nella mia giovinezza ho continuato la mia formazione nell'artigianato calzaturiero, mentre studiavo contemporaneamente lingue straniere e mi sono laureato presso l'Istituto di Design di Milano. La mia prima collezione indipendente è apparsa nel 1983. E mio fratello e io l'abbiamo venduto da soli.

- Il tuo potenziale acquirente, cliente, amico, come hai detto, è diverso in Italia e in Russia? La moda che introduci in Italia mette radici con noi?

- Tutto è esattamente lo stesso. Ho amici ovunque. E l'assortimento è lo stesso ovunque. La stessa cosa che vedete qui è rappresentata in America, Asia e Australia. Per quanto riguarda la moda, poi ... non userei affatto la parola "moda", non mi riguarda. Faccio solo cose. Ad alcuni sembrano di moda, ma non importa. La moda è qualcosa che deve essere gestito con molta attenzione. Sai, odio le parole moda e tendenza. Ti costringono a guardare da qualche parte in superficie e non dentro la cosa. E limitano notevolmente la libertà di scelta.

- Cucisci scarpe da uomo e da donna. Quale ti piace progettare?

- Non ho preferenze. Mi piacciono entrambi, ma inizio sempre con la collezione maschile. E la femmina è già nata da lei.

"Come è stata fatta Eva dalla costola di Adamo ..."

- Quindi si scopre. Probabilmente a causa del fatto che sono un uomo. All'inizio penso a me stesso. (Ride - FR.) Ho molte stranezze. Ad esempio, inizio tutto martedì. Questo succede spontaneamente. Ho controllato: per vent'anni la stessa cosa!

- Quando crei una collezione, prendi in considerazione le tendenze socioculturali globali?

- Sì. Sono molto legato a ciò che sta accadendo nel mondo.

- E cosa sta succedendo adesso?

- Secondo me, il mondo si sta risvegliando dal letargo, che è durato per molti, molti anni. Mi sembra che una specie di essere umano sia stato ucciso negli anni '1970. E siamo molto fortunati che ci sia stata una crisi economica. Questa non è nemmeno una crisi economica, è una crisi di valori. La crisi della nostra civiltà, che è andata troppo lontano nei consumi. Le persone devono tornare alle cose naturali. La crisi li ha fatti svegliare da questo pesante sogno. Le persone iniziano a guardare più all'essenza, e non al guscio, iniziano a pensare a qualcosa di reale.

- E quali sono state le ragioni di questo sogno globale?

- Siamo tutti stanchi del fatto che tutto nel mondo sia stato ridotto a una sorta di assurdità. Il mondo doveva tornare ad alcune cose ragionevoli. Compriamo e facciamo cose assolutamente inutili, sprechiamo soldi, spendiamo risorse. E acquisiamo cose che non decorano, ma caricano le nostre vite. Pertanto, provo a creare cose semplici e leggere per tornare all'essenza stessa. La mia nuova collezione è principalmente facile da implementare. Le persone dovrebbero tornare a ciò che il cuore dice loro, non alla pubblicità. Sono per semplicità.

"Tuttavia, produci scarpe che non sono accessibili alle masse ..."

- Le mie scarpe non saranno mai disponibili al pubblico, perché faccio tutto manualmente! Questo per definizione non è adatto al grande pubblico! Sono un artista che offre immagini, sono nate dall'immaginazione e non dettate da considerazioni di commercio. Non ho pubblicità, non ho promozione. Tuttavia, molte persone mi conoscono.

- E come monetizzi la tua creatività?

- Aderisco a un solo principio: non dovremmo lavorare in perdita. Per molti anni ho la possibilità di diventare milionario (se non un miliardario) in pochissimo tempo. Ora 40 maestri lavorano per me. È stato sufficiente trasferire questa produzione in Cina, meccanizzarla e utilizzare materiali più economici lì. Domani sarei già milionario! Ma non ne ho bisogno. Sono un artista Mi sveglio la mattina e mi sento il proprietario della mia vita. Voglio - Farò qualcosa di giallo, voglio - Farò verde. Questa è solo una mia scelta, nessuno ha potere su di me. Per me, la cosa più preziosa è la libertà.

- Quanto devono lavorare 40 artigiani per scarpe, Mosca, New York, Stoccolma e tutte le altre città? - Il fatto è che le collezioni finiscono molto rapidamente. Abbiamo clienti abituali, ma anche per loro capriccio non stiamo cercando di produrre più di quanto possiamo. Chiudiamo l'ordine quando le nostre capacità fisiche sono esaurite. Questo è un fenomeno anormale. (Ride - SR.) Facciamo non più di sette paia di scarpe dello stesso modello al giorno. Ma in tutto produciamo 90-100 paia al giorno e produciamo non più di 26 mila all'anno, lavorando tutti i giorni. Abbiamo una giornata lavorativa di 9 ore e tradizionalmente ci fermiamo per due mesi in estate.

In Russia, il marchio Rocco P è noto da 13 anni. Lo stilista Rocco Pistolesi è volato personalmente all'inaugurazione della boutique NOONE a Mosca, senza paura delle fashioniste della capitale, del maltempo o fastidioso ...
3.44
5
1
2
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Siamo pronti per lo sviluppo attivo nel mercato russo

Friedrich Naumann, CEO del marchio Tamaris, ha parlato a Shoes Report dei piani ambiziosi dell'azienda, dello sviluppo del business in Russia e dell'espansione della rete di vendita al dettaglio, e ha anche condiviso dettagli sulle nuove collezioni e...
29.03.2024 2118

La fiera internazionale delle calzature Euro Shoes Premiere Collection si è tenuta con successo a Mosca

La più grande fiera russa di calzature e accessori, Euro Shoes, si è tenuta a Mosca dal 19 al 22 febbraio ed è diventata ancora una volta la piattaforma principale per l'incontro tra marchi di moda e...
29.02.2024 1933

Colori vivaci della primavera che si avvicina: il marchio di scarpe TAMARIS ha presentato una nuova collezione SS'24

Il marchio tedesco di scarpe e accessori Tamaris ha presentato una nuova collezione per la stagione primavera-estate 2024, che comprendeva modelli eleganti e comodi per ogni occasione. La collezione combina diversi temi alla moda e ogni donna troverà quello perfetto per se stessa...
27.02.2024 1912

IGI&Co ha presentato ad EURO SHOES una nuova linea di sneakers Urban active con membrana GORE-TEX

Il marchio di scarpe italiano IGI&Co, noto ai russi per le sue scarpe comode realizzate in vera pelle, ha lanciato una nuova linea IGI&Co Extra. Comprende modelli di scarpe da ginnastica da uomo e da donna (scarpe da ginnastica alte e basse) in diverse opzioni...
19.02.2024 1732

Il marchio turco Vaneda su Euro Shoes

Street style, sport, outdoor, militare: le principali direzioni stilistiche delle calzature dell'azienda turca
20.02.2024 2295
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio