Catturato sul web
23.09.2015 13259

Catturato sul web

Come rendere i social media un canale efficace per la promozione di marchi e negozi
Negli ultimi cinque anni, i social network, dalle piattaforme per comunicare con parenti e amici, per i dibattiti tra politici e giornalisti, sono diventati uno strumento molto efficace per fare acquisti, o almeno per scambiare informazioni tra rivenditori e consumatori. Ora, ogni azienda che si rispetti vende vestiti e scarpe dovrebbe essere presente sui social network, altrimenti rischia di non essere notato da un gran numero di acquirenti. I social network sono il collegamento più importante tra clienti e marchi al dettaglio. Come segue dal rapporto Epsilon Data Management LLC, l'attività dei rivenditori sui social media è molto più forte dei loro siti Web o motori di ricerca, influisce sull'attrazione dei clienti, creando il loro desiderio di provare qualcosa di nuovo.

L'obiettivo dello studio Epsilon era scoprire cosa motiva gli acquirenti a provare nuovi marchi e prodotti. I fattori più significativi sono stati: l'uso dei social media da parte dei rivenditori (29%), l'uso dei social media da parte dei marchi (28%), i coupon stampati (23%), i siti di transazione giornaliera (22%) e i messaggi degli amici sui social media (21%). I consumatori possono utilizzare il sito del rivenditore più spesso dei social network, delle applicazioni e persino dei coupon, ma alla fine questi ultimi influiscono maggiormente sulla decisione di acquisto e sulla frequenza degli acquisti. I social media influiscono anche sul tipo di negozi che una persona visita e sulla quantità dei suoi acquisti non pianificati.
I primi cinque strumenti digitali includono post dei rivenditori sui social network e siti di confronto dei prezzi (35% ciascuno), applicazioni di trading (34%), messaggi di marca sui social network e recensioni (33% ciascuno) e coupon stampati (32%). Ma questo non significa affatto che devi creare un pulsante di acquisto nei social network, la sua presenza sarà inappropriata, dicono gli analisti. L'opportunità fornita dai social network non sono le vendite, ma i dati su quali parole chiave e immagini sono ora di tendenza, credono i blogger. Il rivenditore può ricevere queste informazioni dai consumatori da solo, essendo attivo nei social network.

Link invisibile

La connessione tra investimenti sui social media, attività del marchio in essi e acquisti dei consumatori è evidente oggi. Oggigiorno un gran numero di persone effettua acquisti proprio sotto l'influenza della comunicazione con un determinato marchio sui social network. Circa un terzo degli acquirenti, secondo la loro ammissione, sono abbonati ai loro marchi o negozi preferiti sui social network. Poco più di un quarto scoprirà sulle reti di marchi a loro sconosciuti o che li interessano, o studieranno marchi sulla base delle recensioni degli altri su di loro. Gruppi e comunità vivono la propria vita, i consumatori lasciano lì commenti relativi alla loro esperienza nell'uso di prodotti o marchi, guardano video. È importante che i consumatori interagiscano e contattino il marchio e i suoi abbonati online, quindi il rivenditore deve essere consapevole che sarà necessario non solo essere online, ma essere attivo. Queste conclusioni sono state fatte da esperti della società di consulenza internazionale PwC, che ha condotto ricerche sulle preferenze dei clienti in diversi paesi.

Alla ricerca di prezzi competitivi

Affinché la pagina del marchio / negozio funzioni in modo efficace, il produttore / rivenditore deve sapere cosa attira i clienti. In primo luogo - offerte, promozioni e vendite redditizie (è il guadagno monetario - la prima cosa che attira la tua pagina). I seguenti sono: interesse nell'offrire un nuovo prodotto; la necessità di raccogliere informazioni sui prodotti nei social network prima di effettuare un acquisto; raccomandazione di un amico o esperto; offerta promozionale ricevuta via e-mail / come messaggio SMS; l'opportunità di partecipare a concorsi organizzati nei social network; pubblicità (in televisione, in un giornale, in un sito); servizio di assistenza clienti sui social network; volantino o raccomandazione del negozio; desidera lasciare una recensione negativa o positiva; interesse a interagire con il marchio e i suoi abbonati online; l'opportunità di conoscere le circostanze sociali / ambientali del marchio e lasciare i tuoi commenti; i rappresentanti del marchio hanno contattato una persona tramite un social network; capacità di influenzare lo sviluppo / la progettazione del prodotto. Nella pagina del marchio / negozio, i clienti abituali che stanno già acquistando offline e quelli che vogliono semplicemente acquistare qualcosa come uscire.

A cosa risponderà?

Secondo PwC, Russia, il 70% degli intervistati utilizza i social network per effettuare acquisti. Questo indicatore è nel mezzo tra i paesi sviluppati (55%) e quelli in via di sviluppo (89%). Secondo i rivenditori russi, "l'importanza dei social network sta crescendo ogni anno e in futuro diventeranno uno dei principali canali di interazione delle informazioni con i clienti". Ma al momento in Russia prevale un altro tipo di comunicazione: l'interazione tra utenti. Se in altri paesi le persone monitorano attivamente le informazioni sui loro marchi preferiti e non attribuiscono particolare importanza alle recensioni, nel nostro paese tutto è diverso: è lo studio delle recensioni che è più popolare. Forse questo è dovuto al fatto che i russi nel loro insieme stanno ancora scegliendo il loro marchio preferito, il che significa che i rivenditori hanno l'opportunità di rafforzare il loro marchio lavorando più attivamente con le recensioni sui social network, coinvolgendo i clienti nell'interazione con la loro azienda.

Come creare una pagina su un social network

Gli esperti di PwC ritengono che i rivenditori abbiano solo un modo per avere successo in un nuovo ambiente globale altamente competitivo: questa è l'introduzione di innovazioni nel campo dei social network. Il rivenditore deve assumersi un rischio deliberato: provare a implementarne uno nuovo, testando in pratica tutto ciò che può funzionare, sperimentare, andare avanti.
Cosa può essere associato ai rischi quando si lavora con i social media:

  • con ottimizzazione della presenza su Internet mobile;
  • investendo nel miglioramento della posizione del sito nei motori di ricerca;
  • assumere professionisti esperti nella promozione dei social media.

L'errore principale che molti rivenditori commettono è un investimento una tantum nei social media o nelle tecnologie mobili e questo è tutto. In futuro, l'innovazione non si integra nella strategia aziendale globale.

Per evitare questo e altri errori, è necessario comprendere tutte le sottigliezze di varie piattaforme sociali. Ognuno ha le sue funzioni. Pertanto, le piattaforme di social media sono ideali per creare o mantenere un marchio, in quanto forniscono una piattaforma per la formazione di passaparola e video virali. I banner pubblicitari digitali e su schermo, da parte loro, mantengono gli acquirenti interessati. Le piattaforme di ricerca riflettono "l'intento dell'acquirente in forma pura", vengono visitate quando hanno già un chiaro desiderio di effettuare un acquisto: il 56% di coloro che pensano di acquistare si rivolgono ai motori di ricerca. Un rivenditore che desidera aumentare le sue possibilità di effettuare un acquisto da lui dovrebbe investire nell'ottimizzazione della ricerca di informazioni su se stesso nei motori di ricerca. Esiste un altro modello per lo sviluppo dei canali digitali e la presenza nei social network - investire nell'aumento del valore del marchio e, quindi, nell'aumento del "traffico diretto" - quando i clienti passano direttamente alla risorsa online del rivenditore invece di cercare un prodotto in un motore di ricerca. Per aumentare il valore del marchio agli occhi dei tuoi clienti, puoi organizzare proiezioni in anteprima della pubblicità futura, nuove collezioni, l'importante è avviare un dialogo con i clienti, motivarli a mantenere la comunicazione e lanciare il passaparola.

Negli ultimi cinque anni, i social network da piattaforme per comunicare con parenti e amici, per dibattiti tra politici e giornalisti sono diventati uno strumento molto efficace per impegnarsi ...
5
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

L'allenatore si è rivolto all'analisi dei Big Data e ha conquistato l'interesse di un pubblico giovane

Il brand americano di borse Coach ha pianificato il successo del suo modello Tabby presso un pubblico più giovane, la Generazione Z, ricorrendo all'analisi dei big data, abbandonando gli strumenti tradizionali e analogici, come l'intuito umano o la capacità...
12.04.2024 2781

Lavorare con un pubblico attivo su Telegram e VKontakte. Errori che i brand commettono quando si spostano su nuovi social network locali

Di come lavorare nel social network russo "VKontakte" e del messenger Telegram, e delle caratteristiche di queste piattaforme, abbiamo già scritto nel numero 195 della rivista; l'esperta era l'esperta digitale del Fashion Consulting Group Katerina Diveeva. In questo numero noi…
10.10.2023 5964

Perché abbiamo bisogno delle recensioni dei clienti?

La prova sociale è un fenomeno psicologico in cui le persone adottano le azioni degli altri, cercando di comportarsi correttamente in una data situazione. Nelle vendite online, "prova sociale" si riferisce solo alle testimonianze che...
25.04.2023 4927

Come lavorare in VKontakte e Telegram

Se il tuo contenuto è stato interessante per il tuo pubblico di destinazione nei social network vietati in Russia, sarà interessante per loro in altri social network. Un social network è solo uno strumento che connette te e il tuo pubblico di destinazione. I marchi di moda sono stati venduti...
18.10.2022 8251

WhatsApp e Telegram: opportunità di business

I messenger sono uno dei canali chiave della comunicazione aziendale con i clienti e parte integrante del marketing mix che funziona efficacemente in tutte le fasi del funnel di marketing. Inoltre, i messenger ti consentono di risolvere in modo completo vari compiti dei marchi - ...
14.12.2021 13455
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio