Outlet Center: un formato insolito con grandi vantaggi Foto: iStock
27.11.2013 12339

Outlet Center: un formato insolito con grandi vantaggi

I primi centri outlet hanno iniziato ad apparire in Russia e uno di loro, Vnukovo Outlet Village, aprirà per i clienti all'inizio del prossimo anno. I vantaggi di questo formato di acquisto per i visitatori possono essere descritti in una frase: nel centro outlet, i moscoviti e i residenti delle città vicine potranno vestire favorevolmente tutta la famiglia. Tuttavia, i vantaggi del formato "outlet" per gli inquilini sono una questione separata.

In Russia, il fenomeno dello sbocco non si è ancora abituato. E questo non riguarda affatto gli acquirenti che hanno rapidamente apprezzato l'opportunità di rinnovare completamente il proprio guardaroba in un giorno con grandi sconti, ma per i rivenditori. Sono i potenziali inquilini del centro outlet che spesso lo percepiscono erroneamente come una città di sconti, dove vengono prelevati i resti delle collezioni dell'anno scorso e tutto ciò che è venduto male nei negozi ordinari viene affittato. Questo approccio non solo priva l'azienda di un canale di distribuzione molto efficace, ma distrugge anche l'immagine originale del centro outlet agli occhi dei clienti.

I più grandi oggetti di questo formato nel Regno Unito, in Italia, in America e in altri paesi sono lontani da un magazzino di merci senza compromessi. Al contrario, vengono vendute collezioni non solo attuali, ma a volte esclusive create dal marchio appositamente per la vendita nel punto vendita. Per quanto riguarda gli sconti, la loro caratteristica principale nei centri outlet non è solo quella di raggiungere il 70%, ma anche che questi sconti sono veramente onesti. Gli acquirenti votano in rubli, o meglio in euro e dollari, per un'opportunità così generosa di vestirsi bene ed economicamente, quindi il fatturato dei punti vendita è parecchie volte superiore rispetto ai centri commerciali classici e ammonta a 17-20 mila euro al metro quadrato all'anno.

Qual è l'obbligo

Il mercato immobiliare al dettaglio russo è pronto per il formato outlet richiesto dai clienti. Ma se ciò porterà ai rivenditori i profitti su cui possono contare in sicurezza dall'esperienza di colleghi stranieri, dipende in gran parte dalle aziende stesse. Un atteggiamento onesto nei confronti del vostro assortimento e dei prezzi nell'outlet è una delle condizioni per il successo. Gli inquilini dovrebbero assicurarsi che ci sia sempre una collezione completa con un assortimento sufficiente e che i prezzi siano davvero inferiori del 30-50% rispetto ai normali negozi di formato.

Tuttavia, non tutte le aziende possono permettersi di soddisfare queste condizioni, soprattutto nel settore calzaturiero. "Il rischio principale per i produttori di scarpe è che potrebbero non avere abbastanza collezione per l'outlet", avverte Marina Molchanova, vicedirettore del dipartimento di noleggio di grandi magazzini a Jones Lang LaSalle. - Di norma, i resti di merci di grandi catene consentono loro di fornire una gamma di dimensioni complete nel punto vendita, mentre le piccole aziende devono creare collezioni speciali. Altrimenti, le merci in movimento lento verranno caricate nell'outlet, le dimensioni più piccole e più grandi, e questo ridurrà al minimo il fatturato dei rivenditori di scarpe all'interno dell'outlet. ”

Responsabilità dello sviluppatore

Naturalmente, non solo il rivenditore è responsabile del successo commerciale del negozio nel centro outlet. Gestione, concetto, mix di marchi e ubicazione dell'outlet sono ciò a cui il potenziale inquilino dovrebbe prestare attenzione. Da questo punto di vista, Vnukovo Outlet Village è un'opzione promettente. Si trova sull'autostrada di Kiev, a 8 chilometri dalla tangenziale di Mosca ea 2 chilometri dall'aeroporto di Vnukovo. Secondo lo sviluppatore Jones Lang LaSalle, l'area di copertura di questo punto vendita è la più grande d'Europa e supera i 15 milioni di persone che vivono entro 90 minuti dal viaggio. Il progetto è gestito da uno specialista con molti anni di esperienza nel segmento outlet mondiale Sabrina Caserta.

Vnukovo Outlet Village non è il primo outlet in Russia: l'Outlet Village Belaya Dacha era in testa a questo livello, che è stato aperto per primo nell'ottobre 2012. A causa della mancanza di fretta, i gestori del Vnukovo Outlet Village possono fare più attenzione nella selezione degli inquilini. La loro composizione è formata dai marchi del segmento medio, medio-alto e premium. È noto che a novembre 2012 Carlo Pazolini, Ecco ed Econika erano già elencati tra le aziende calzaturiere nell'elenco degli inquilini. Allo stesso tempo, la quantità di spazio disponibile per l'affitto era del 25%, ma questo indicatore è rilevante per la prima fase della struttura. Aprirà a febbraio 2013 e sarà costituito da 90 negozi con una superficie di vendita totale di oltre 16 metri quadrati. M. I restanti 000 negozi con una superficie di noleggio di oltre 60 metri quadrati. Nel 10 aprirò le porte ai visitatori. A seconda delle dimensioni e della posizione dei locali, le tariffe di noleggio variano principalmente da 000 a 2014 dollari al metro quadrato. m all'anno, pur essendo combinati: il rivenditore paga una percentuale del fatturato, ma un minimo fisso è compreso tra 500 e 1000 dollari al metro quadro. m all'anno. In generale, queste tariffe sono significativamente inferiori a quelle dell'area nell'area del centro commerciale di Mosca ($ 500-700 per mq nel segmento abbigliamento e calzature, secondo Astera per il III trimestre 700). La differenza è dovuta al fatto che l'outlet si trova fuori città ed è meno soggetto alle fluttuazioni dei prezzi di affitto della città.

Esperienza e profitto

Il formato outlet è una tappa inevitabile nello sviluppo di immobili al dettaglio in Russia. Consente ai rivenditori di sviluppare un concetto fondamentalmente nuovo di vendite e aumentare i profitti. La lontananza degli sbocchi dalla città funge da una sorta di filtro, il che significa che non ci sono visitatori casuali nei centri outlet e il 95% di essi si trasforma in acquirenti. Lo scopo del viaggio porta al fatto che aumenta anche il numero di unità nel controllo. E il modello di comportamento del consumatore nel centro outlet è diverso da quello con cui i venditori sono abituati a trattare nei normali centri commerciali. “Le persone spesso vanno nei tradizionali centri commerciali per divertirsi, entrando nella galleria dello shopping di passaggio. I clienti si recano consapevolmente presso il centro outlet, e questo porta al fatto che ci sono più persone nell'area di trading e il loro tempo trascorso in essa sta aumentando. In relazione a ciò, anche il carico di personale sta aumentando ”, spiega Dmitry Kondrakhin, direttore dello sviluppo aziendale di Carlo Pazolini. - Naturalmente, tutto ciò comporta un aumento delle entrate. Pertanto, per noi, un negozio in un centro outlet non è solo un luogo per la vendita civile dei resti delle collezioni precedenti, ma anche un punto di accumulo di clienti target che offrono buoni profitti. "

I primi centri outlet hanno iniziato ad apparire in Russia e uno di loro - Vnukovo Outlet Village - aprirà per i clienti all'inizio del prossimo anno. Il vantaggio di questo formato di acquisto per i visitatori è ...
5
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Risultati della tavola rotonda dei calzolai con il Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, CRPT, NOBS e Wildberries

Il 15 settembre presso l'hotel Holiday Inn Sokolniki a Mosca si è tenuto un incontro strategico dei rappresentanti del Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, della CRPT, dell'Unione Nazionale delle Calzature (NOBS) e del più grande mercato russo Wildberries. All'incontro hanno partecipato...
18.09.2023 6056

Annuario mondiale delle calzature: la produzione globale di calzature raggiunge i 23,9 miliardi di paia ed è tornata ai livelli pre-pandemia

L'associazione portoghese dei produttori di calzature APICCAPS ha pubblicato la 13a edizione del bollettino statistico internazionale World Footwear Yearbook per il 2023, secondo il quale, nel 2022, la produzione e l'esportazione di scarpe nel mondo sono aumentate del 7,6% e…
28.07.2023 8074

Come raddoppiare le vendite di un negozio di scarpe?

Gli ultimi due anni sono stati così generosi di imprevisti che pensi involontariamente: "È necessario pianificare?" Tuttavia, devi pianificare. Il piano di vendita è il punto di riferimento per la tua attività. Pertanto, l'esperta di SR Maria Gerasimenko dà ...
11.07.2023 6730

Nuova direzione delle fiere ad Alma-Ata: Euro Shoes @ Elite Line & CAF

Euro Shoes entra in nuovi mercati e annuncia il lancio di un progetto espositivo ad Alma-Ata. La fiera all'ingrosso di scarpe, abbigliamento, pelle, pellicce e accessori Euro Shoes @ Elite Line si terrà in Kazakistan dal 30 luglio al 1 agosto 2023…
04.07.2023 4567

Tavola rotonda con i rappresentanti dei calzaturifici del Daghestan con il supporto del Ministero dell'Industria e del Commercio e della NOBS

Il 17-18 maggio si è tenuta a Makhachkala una tavola rotonda con produttori di scarpe e imprese del progetto strategico della Repubblica del Daghestan “Città…
23.05.2023 5094
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio