I prodotti per bambini non perdono prospettive
07.05.2015 5653

I prodotti per bambini non perdono prospettive

Si ritiene che l'industria dei beni per bambini rimanga un'area molto promettente, anche in tempi di crisi. Su cosa si basa questa opinione? È davvero così? Quali minacce devono affrontare i rivenditori?

Ci sono 1200 aziende in Russia che vendono esclusivamente articoli per bambini. L'industria impiega 300 mila persone. La sua quota è superiore a quella dell'industria aeronautica. Il volume di mercato all'anno è in media di 700 miliardi di rubli, di cui i beni domestici occupano solo 1/5. In media, la crescita è superiore al 10% all'anno (nel 2012/13 -16%, previsioni per il 2015 - un aumento del 17%). Rispetto al 2000, il numero di neonati nel paese è aumentato del 50% e, contemporaneamente, il picco di fertilità si è verificato nel 2014: sono nati 1,947 milioni di bambini, che è stato un record assoluto nella storia della Russia dall'inizio degli anni 2000. Le attuali difficoltà economiche e il previsto graduale deterioramento della situazione demografica, ovviamente, rallenteranno significativamente l'ulteriore crescita, ma a medio termine questo segmento rimarrà uno dei più stabili e redditizi per le imprese.

Oggi in Russia vivono più di 24 milioni di bambini, ovvero oltre il 15% della popolazione del paese. La fascia di età più significativa tra loro è il gruppo di bambini di età inferiore ai 4 anni - circa 9 milioni di persone. I bambini di età compresa tra 5 e 9 anni rappresentano circa 8 milioni, 10-13 anni - oltre 5 milioni e adolescenti di età compresa tra 14 e 15 anni - oltre 2 milioni di persone.

Secondo varie stime di esperti, in Russia in primo luogo nella struttura delle vendite di beni per bambini è l'abbigliamento - 30–35%. Il secondo posto è occupato da giochi e giocattoli - circa il 24%. Oltre il 20% del mercato è occupato da beni per neonati. Le scarpe rappresentano il 9-10%.

Per lo più nel 2014, il segmento di prodotti per neonati è cresciuto del 13% all'anno e la sua quota nel mercato totale dei prodotti per bambini è stata del 24%. Per fare un confronto, il segmento dell'abbigliamento per bambini occupa il 32% del mercato dei beni per bambini, il segmento delle scarpe per bambini - 9%, giocattoli - 23%.

Negli ultimi anni, incluso il 2013, il mercato dei beni per bambini ha registrato la crescita più rapida, una media del + 8% rispetto al 2012 in rubli. Se confrontiamo i volumi del mercato della moda per bambini nel 2014 rispetto al 2013, il mercato è diminuito dell'8% in rubli. Nel 2015 è prevista anche una riduzione dell'8% in rubli.

Si prevede che le vendite complessive al dettaglio nel 2015 diminuiranno di oltre l'8,2%, i redditi delle famiglie diminuiranno del 6,3% e i salari reali - del 9,6%. Tali dati sono riportati in una recente previsione del Ministero dello sviluppo economico della Federazione Russa. Allo stesso tempo, secondo il Servizio statale federale, nel gennaio 2015 la crescita dei prezzi al consumo nella Federazione Russa in termini annuali è accelerata al 15% rispetto all'11,4% nel 2014.

Molto probabilmente, una diminuzione del potere d'acquisto costringerà i rivenditori a cambiare gamma, concentrandosi sul segmento dell'economia.

Si ritiene che l'industria dei prodotti per bambini rimanga una direzione molto promettente anche durante la crisi. Su cosa si basa questa opinione? É davvero? Quali minacce stanno affrontando ...
2.93
5
1
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Risultati della tavola rotonda dei calzolai con il Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, CRPT, NOBS e Wildberries

Il 15 settembre presso l'hotel Holiday Inn Sokolniki a Mosca si è tenuto un incontro strategico dei rappresentanti del Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, della CRPT, dell'Unione Nazionale delle Calzature (NOBS) e del più grande mercato russo Wildberries. All'incontro hanno partecipato...
18.09.2023 4663

Annuario mondiale delle calzature: la produzione globale di calzature raggiunge i 23,9 miliardi di paia ed è tornata ai livelli pre-pandemia

L'associazione portoghese dei produttori di calzature APICCAPS ha pubblicato la 13a edizione del bollettino statistico internazionale World Footwear Yearbook per il 2023, secondo il quale, nel 2022, la produzione e l'esportazione di scarpe nel mondo sono aumentate del 7,6% e…
28.07.2023 5749

Come raddoppiare le vendite di un negozio di scarpe?

Gli ultimi due anni sono stati così generosi di imprevisti che pensi involontariamente: "È necessario pianificare?" Tuttavia, devi pianificare. Il piano di vendita è il punto di riferimento per la tua attività. Pertanto, l'esperta di SR Maria Gerasimenko dà ...
11.07.2023 4929

Nuova direzione delle fiere ad Alma-Ata: Euro Shoes @ Elite Line & CAF

Euro Shoes entra in nuovi mercati e annuncia il lancio di un progetto espositivo ad Alma-Ata. La fiera all'ingrosso di scarpe, abbigliamento, pelle, pellicce e accessori Euro Shoes @ Elite Line si terrà in Kazakistan dal 30 luglio al 1 agosto 2023…
04.07.2023 3766

Tavola rotonda con i rappresentanti dei calzaturifici del Daghestan con il supporto del Ministero dell'Industria e del Commercio e della NOBS

Il 17-18 maggio si è tenuta a Makhachkala una tavola rotonda con produttori di scarpe e imprese del progetto strategico della Repubblica del Daghestan “Città…
23.05.2023 4459
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio