22.12.2010 11741

Mercato delle scarpe tedesco

La particolarità della vendita di scarpe russa è che ripete quanto sta accadendo in Europa con un ritardo di diversi mesi. La domanda è in crescita in Germania, tra due mesi cresce anche in Russia. E viceversa. Pertanto, ha senso studiare più in dettaglio lo stato del commercio al dettaglio tedesco: molto presto le tendenze potrebbero ripetersi nel nostro paese. Sebbene l'economia mondiale non abbia ancora superato la crisi, lo sviluppo economico dell'industria calzaturiera tedesca nella seconda metà del 2009 offre tutte le ragioni per guardare al futuro con più ottimismo.

www-GDS.JPGL'industria calzaturiera Germania 2010 è iniziata con cauto ottimismo. Il calo delle vendite ha toccato il fondo e, negli ultimi mesi, le vendite hanno iniziato a crescere, sebbene finora lentamente. In generale, nel 2009, le vendite sono diminuite del 6,4% per tutti gli articoli, comprese le esportazioni.

Il fatturato del mercato interno in Germania ha raggiunto un fatturato di 11,2 miliardi di euro. Il 65% delle vendite è destinato ai negozi dei produttori e il restante 35% ai negozi online, ai centri commerciali e agli showroom.

Se confrontiamo le vendite di scarpe per mese, allora il rapporto tra queste cifre e le condizioni meteorologiche diventa evidente. Doppi aumenti e diminuzioni delle vendite possono essere associati a un cambio di stagione.

Tuttavia, per fortuna, il calo delle vendite non ha influito sul mercato del lavoro. Il numero di persone impiegate nel settore calzaturiero è addirittura cresciuto un po '. Circa 10 persone lavorano in calzaturifici in Germania. Sebbene su 600 fabbriche, due fossero chiuse.

I prezzi al dettaglio delle scarpe nel paese sono cresciuti in media dell'1,6%, i prezzi di acquisto dell'1,3% e sono leggermente in anticipo rispetto all'aumento generale dei prezzi nel paese. Tuttavia, va ricordato che negli ultimi anni i prezzi di scarpe e abbigliamento in Germania sono cresciuti più lentamente dei prezzi per altri beni di consumo.

Secondo l'associazione nazionale HDS, lo sviluppo del mercato interno tedesco è ostacolato da dazi antidumping sulle calzature cinesi e vietnamite introdotte nei paesi dell'UE nel 2006. Il 22 dicembre 2009, la Commissione europea ha prorogato la loro validità per altri 15 mesi. Secondo l'HDS, dall'introduzione dei dazi nel 2006, i dazi di protezione sono già costati all'industria europea delle calzature 800 milioni di euro. Le perdite dell'industria calzaturiera tedesca sono stimate da HDS a 200 milioni di euro.

La crisi economica e finanziaria ha danneggiato l'industria calzaturiera in molti modi. Nei primi sei mesi del 2009, le vendite di scarpe in Germania sono diminuite del 10% rispetto allo stesso periodo del 2008. Il valore delle esportazioni è diminuito del 18,3% (pari a 504 milioni di euro). Per il numero di coppie, le esportazioni sono diminuite del 5,5%. Le esportazioni in Russia sono diminuite drasticamente, di quasi 1 milione di paia. Per capire: nel 2008 sono state importate 5 milioni di paia di scarpe tedesche nel nostro paese. L'86% delle esportazioni è destinato ai paesi dell'UE. Il prezzo medio per una coppia esportata è aumentato dello 0,6% e si è attestato a 15,65 euro.

I prezzi per le importazioni cinesi sono aumentati del 10% e ammontano a 13,15 euro, in termini quantitativi le importazioni sono aumentate di 1 milione di paia.

I volumi delle importazioni dall'Italia sono diminuiti del 18%. La quota di calzolai italiani sul mercato tedesco nel 2009 era solo del 5%. Per fare un confronto: nel 1997 gli italiani occupavano il 25%. Il numero di scarpe importate dalla Spagna è leggermente aumentato (del 6%) e ammonta a 6 milioni di paia. Le importazioni dal Portogallo sono diminuite del 16% e la quota portoghese nel mercato tedesco è del 2%. Il volume delle importazioni dai Paesi Bassi è aumentato notevolmente (del 51% rispetto al 2008), ma ciò non è dovuto tanto alla crescita della produzione in questo paese quanto all'apertura di una nuova rotta di transito attraverso Rotterdam. La situazione economica generale rimane disastrosa. Tuttavia, il mercato del lavoro tedesco rimane stabile e la spesa dei consumatori per le calzature è in graduale aumento. Secondo una ricerca di GfK, manterranno questa crescita costante nel 2010.

La particolarità della vendita al dettaglio di scarpe russe è che con un ritardo di diversi mesi ripete ciò che sta accadendo in Europa. Pertanto, ha senso studiare lo stato della vendita al dettaglio tedesca in modo più dettagliato ...
5
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Risultati della tavola rotonda dei calzolai con il Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, CRPT, NOBS e Wildberries

Il 15 settembre presso l'hotel Holiday Inn Sokolniki a Mosca si è tenuto un incontro strategico dei rappresentanti del Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, della CRPT, dell'Unione Nazionale delle Calzature (NOBS) e del più grande mercato russo Wildberries. All'incontro hanno partecipato...
18.09.2023 5281

Annuario mondiale delle calzature: la produzione globale di calzature raggiunge i 23,9 miliardi di paia ed è tornata ai livelli pre-pandemia

L'associazione portoghese dei produttori di calzature APICCAPS ha pubblicato la 13a edizione del bollettino statistico internazionale World Footwear Yearbook per il 2023, secondo il quale, nel 2022, la produzione e l'esportazione di scarpe nel mondo sono aumentate del 7,6% e…
28.07.2023 7047

Come raddoppiare le vendite di un negozio di scarpe?

Gli ultimi due anni sono stati così generosi di imprevisti che pensi involontariamente: "È necessario pianificare?" Tuttavia, devi pianificare. Il piano di vendita è il punto di riferimento per la tua attività. Pertanto, l'esperta di SR Maria Gerasimenko dà ...
11.07.2023 5891

Nuova direzione delle fiere ad Alma-Ata: Euro Shoes @ Elite Line & CAF

Euro Shoes entra in nuovi mercati e annuncia il lancio di un progetto espositivo ad Alma-Ata. La fiera all'ingrosso di scarpe, abbigliamento, pelle, pellicce e accessori Euro Shoes @ Elite Line si terrà in Kazakistan dal 30 luglio al 1 agosto 2023…
04.07.2023 4261

Tavola rotonda con i rappresentanti dei calzaturifici del Daghestan con il supporto del Ministero dell'Industria e del Commercio e della NOBS

Il 17-18 maggio si è tenuta a Makhachkala una tavola rotonda con produttori di scarpe e imprese del progetto strategico della Repubblica del Daghestan “Città…
23.05.2023 4817
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio