I rivenditori di scarpe lasciano i centri commerciali
20.05.2015 6433

I rivenditori di scarpe lasciano i centri commerciali

Nei centri commerciali della capitale c'è un eccesso di spazi liberi: ora in media il 6% dello spazio è vuoto in essi e negli oggetti che si sono aperti negli ultimi due anni - il 13% in totale. Prima di tutto, ne escono inquilini di piccoli locali (fino a 100 mq), così come i rivenditori di abbigliamento e calzature, che rappresentano il 61% di tutti i negozi chiusi. Come nella crisi del 2008-2009, i centri commerciali che sono entrati nel mercato in un periodo sfavorevole richiedono da due a tre volte più tempo per attirare il loro pubblico.

Il divario negli indicatori tra i centri commerciali aperti in anni diversi è spiegato dal fatto che ai fattori fondamentali si aggiungono fattori di crisi: la posizione finanziaria dei rivenditori, la flessibilità del locatore e la sua politica tariffaria, afferma Olesya Dziuba, vicedirettore della ricerca presso JLL in Russia e CSI. Il tasso di occupazione di un centro commerciale è influenzato dal momento in cui viene lanciato sul mercato: durante la crisi finanziaria globale del 2008-2009, si è sviluppata una situazione simile. "L'elevata quota di spazi liberi nei centri commerciali di recente apertura è logica: il volume delle commesse negli ultimi anni è stato elevato e la situazione macroeconomica si è notevolmente deteriorata. E quelli che hanno aperto più di due anni fa sono già stati promossi e hanno sviluppato un target di riferimento, quindi hanno meno spazio libero", - dice Olesya Dziuba. Inoltre, il tempo di "promozione" e di occupazione dei centri commerciali aperti durante la crisi aumenta da due a tre volte rispetto ai centri commerciali che sono entrati nel mercato in un momento più appropriato: fino a tre o quattro anni invece di uno o due anni in un periodo economico favorevole.


Secondo la società di consulenza Magazin Magazin, l'11% dello spazio a Mosca era vuoto nel primo trimestre e entro la fine dell'anno questa cifra potrebbe salire al 14%. La quota di negozi vuoti o non funzionanti al momento dell'apertura del centro commerciale, entrato in funzione dall'inizio del 2014, è in media del 50%, ha calcolato l'azienda. Quindi, a Columbus il 94% dell'area era vuoto, nel centro commerciale "Vesna" - 8%, e nel recentemente aperto "Aviapark" - 65%.

Il deterioramento dei tassi di occupazione per le nuove proprietà sta modificando le preferenze degli investitori, afferma Andrey Novikov, amministratore delegato del dipartimento dei mercati dei capitali presso CBRE. "Il numero di accordi è diminuito. Quando si tratta di acquistare, gli investitori prendono in considerazione solo le proprietà esistenti con un flusso di cassa stabile", afferma. Il volume degli investimenti nel settore immobiliare al dettaglio a Mosca, secondo Novikov, è stato di 200 milioni di euro negli ultimi 16 mesi.



C'è un eccesso di spazi liberi nei centri commerciali della capitale: ora, in media, il 6% delle aree è vuoto, e negli oggetti che hanno aperto negli ultimi due anni - del tutto ...
5
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Risultati della tavola rotonda dei calzolai con il Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, CRPT, NOBS e Wildberries

Il 15 settembre presso l'hotel Holiday Inn Sokolniki a Mosca si è tenuto un incontro strategico dei rappresentanti del Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, della CRPT, dell'Unione Nazionale delle Calzature (NOBS) e del più grande mercato russo Wildberries. All'incontro hanno partecipato...
18.09.2023 4663

Annuario mondiale delle calzature: la produzione globale di calzature raggiunge i 23,9 miliardi di paia ed è tornata ai livelli pre-pandemia

L'associazione portoghese dei produttori di calzature APICCAPS ha pubblicato la 13a edizione del bollettino statistico internazionale World Footwear Yearbook per il 2023, secondo il quale, nel 2022, la produzione e l'esportazione di scarpe nel mondo sono aumentate del 7,6% e…
28.07.2023 5751

Come raddoppiare le vendite di un negozio di scarpe?

Gli ultimi due anni sono stati così generosi di imprevisti che pensi involontariamente: "È necessario pianificare?" Tuttavia, devi pianificare. Il piano di vendita è il punto di riferimento per la tua attività. Pertanto, l'esperta di SR Maria Gerasimenko dà ...
11.07.2023 4929

Nuova direzione delle fiere ad Alma-Ata: Euro Shoes @ Elite Line & CAF

Euro Shoes entra in nuovi mercati e annuncia il lancio di un progetto espositivo ad Alma-Ata. La fiera all'ingrosso di scarpe, abbigliamento, pelle, pellicce e accessori Euro Shoes @ Elite Line si terrà in Kazakistan dal 30 luglio al 1 agosto 2023…
04.07.2023 3767

Tavola rotonda con i rappresentanti dei calzaturifici del Daghestan con il supporto del Ministero dell'Industria e del Commercio e della NOBS

Il 17-18 maggio si è tenuta a Makhachkala una tavola rotonda con produttori di scarpe e imprese del progetto strategico della Repubblica del Daghestan “Città…
23.05.2023 4459
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio