Rieker
La situazione nel mercato delle scarpe per bambini
11.11.2015 6982

La situazione nel mercato delle scarpe per bambini

I rivenditori guardano al futuro con cauto ottimismo

La norma media del consumo di scarpe nel segmento dei bambini in natura è circa due volte superiore a quella nell'adulto, quindi è considerata più stabile e redditizia. Tuttavia, la recessione economica generale, il calo dei redditi della popolazione e altri fenomeni di crisi hanno influenzato negativamente questo segmento. Il direttore marketing di Yegoryevsk-Obuv OJSC, uno dei più antichi produttori di scarpe per bambini in Russia, Andrei Kapusta ha delineato l'attuale situazione del mercato entro questo autunno e le prospettive per la fine del 2015 - inizio 2016.

In generale, il "movimento browniano" di tutti gli operatori del mercato era tipico per la stagione primavera-estate 2015. Ognuno ha elaborato per se stesso il proprio percorso di sopravvivenza e conservazione della quota di mercato. È stata inoltre avviata una ridistribuzione attiva del mercato al dettaglio. La crisi ha “eliminato” aree di noleggio relativamente allettanti e tariffe di noleggio quasi fisse, offrendo ai nuovi giocatori un'opportunità di uscita. Se nel segmento delle scarpe per adulti c'è una significativa riduzione della frequenza degli acquisti, nel segmento dei bambini questa diminuzione è meno pronunciata (a causa della necessità di acquistare scarpe / vestiti con la crescita di un bambino), ma c'è un notevole spostamento nei consumi verso marchi più economici: affrontare la migrazione dei consumatori. Una caratteristica del mercato delle calzature per bambini è l'inizio anticipato della stagione dei saldi autunnali, con la vendita di una gamma scolastica.

Attualmente, le seguenti tendenze sono caratteristiche dell '"infanzia":

  • La frequenza degli acquisti è diminuita;
  • Il consumatore ha iniziato a dedicare più tempo alla selezione dei prodotti. Sia nei negozi offline che online, il numero di negozi / siti visitati quando si scelgono le scarpe è aumentato;
  • Vi è stata una "migrazione" dei consumatori nel segmento a basso prezzo delle scarpe per bambini;
  • C'è stata una tendenza alla sostituzione delle importazioni a causa dell'aumento del prezzo delle scarpe importate e della crescita del sentimento patriottico tra i russi, inoltre, alcuni consumatori hanno un atteggiamento più fedele ai marchi nazionali a causa di standard storicamente più elevati di sicurezza dei prodotti;
  • La fornitura di scarpe importate è diminuita.

Perché le scarpe per bambini domestiche non sono più economiche di quelle importate

I prezzi delle scarpe importate dipendono principalmente dal tasso di cambio della valuta nazionale e, di conseguenza, assumono tutti i rischi e le incertezze di questo tasso di cambio. Sembrerebbe che in tali condizioni sia apparsa una "finestra di opportunità" per i produttori russi, che sono meno dipendenti dalle fluttuazioni valutarie di quelle straniere. Tuttavia, al momento, in Russia è praticamente impossibile produrre scarpe per bambini moderne e di alta qualità dal 100% dei componenti russi. Pertanto, entro tre mesi (novembre 2014-gennaio 2015), queste opportunità "sono crollate" a causa dell'aumento dei costi dei componenti importati. E anche al momento, i fornitori di materiali per calzature non vedono alcun prerequisito per abbassare i loro prezzi di vendita. Di conseguenza, è improbabile che i prezzi già stabiliti per le scarpe domestiche cambino sistematicamente verso il basso. I programmi statali per lo sviluppo dell'industria leggera e lo sviluppo dell'industria dei beni per l'infanzia, nella migliore delle ipotesi, consentono di compensare una parte dei tassi di interesse sui prestiti o di proclamare l'obiettivo di promuovere l'industria nel suo insieme. Allo stesso tempo, la prima delle misure di sostegno non è ampiamente utilizzata a causa della crisi del mercato finanziario e della capacità molto limitata di attrarre finanziamenti presi in prestito. L'effetto della promozione della qualità russa, del Made in Russia o dei marchi di sostituzione delle importazioni non si è ancora verificato.

Previsioni invernali

La situazione con la stagione "Inverno 2015" rimane altamente incerta. Da un lato, tutti i venditori hanno elaborato i loro piani al culmine della crisi e hanno preferito non correre rischi e non "riordinare" le scarpe. D'altra parte, tutti i collegamenti nella catena di distribuzione hanno riserve in eccesso rispetto alla scorsa stagione. La crisi ha interessato il sistema finanziario: nessuno offre denaro "lungo", il finanziamento esistente è già stato rivisto e continua a essere rivisto dalle banche nella direzione di aumentare il costo dell'utilizzo dei fondi presi in prestito. Il costo medio delle scarpe invernali per l'utente finale è molto significativo - pertanto, sarà molto attento e esigente nella sua scelta e cercherà di ridurre al minimo il numero di acquisti, concentrandosi solo su quelli necessari. Nel complesso, nel prossimo inverno, il mercato delle calzature per bambini "troverà il fondo" delle vendite quantitative e, dalla primavera del 2016, i partecipanti al mercato "ricaricheranno" la loro strategia di sviluppo del business.

Secondo uno studio di RBC Shoe Retail 2015 (condotto tra febbraio e marzo 2015), il volume totale della produzione di calzature nella Federazione Russa ammontava a 110,6 milioni di paia, di cui 39,4 milioni di paia per bambini. La quota di produzione di scarpe per bambini è cresciuta dal 2010 dal 32,4% al 35,6%. Secondo questo studio, "in media, ci sono circa 2,8-3 coppie all'anno pro capite", che, secondo Andrei Kapusta, è "un po 'sottovalutato". Secondo le stime degli esperti, un bambino ha bisogno di un minimo di 6 paia di scarpe all'anno, tenendo conto della "maturità" e del mercato secondario, la cifra potrebbe essere leggermente inferiore - in media, 5 paia. Pertanto, il volume del mercato dei bambini (1-14 anni - 21,6 milioni di persone) può essere stimato a 108 milioni di paia di scarpe. Al momento non ci sono statistiche ufficiali sul volume di produzione e vendita di scarpe per bambini.

La norma media del consumo di scarpe nel segmento dei bambini in natura è circa due volte superiore a quella nell'adulto, quindi è considerata più stabile e redditizia. Tuttavia, l'economia generale ...
3.55
5
1
5
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

"C'era una luce alla fine del tunnel ..." I partecipanti del mercato calzaturiero sulla situazione del settore.

Il 2020 è diventato un anno di crisi per il settore reale dell'economia e dell'industria calzaturiera. Shoes Report ha parlato con le società all'ingrosso, con Mikhail Kryuchkov, il capo della società di distribuzione Paloma, che rappresenta una serie di calzature spagnole sul mercato russo ...
22.12.2020 6733

Stagione morta. Cosa trasformerà la quarantena Covid-19 per la vendita al dettaglio di scarpe

La vendita al dettaglio di scarpe riprende le operazioni a Mosca e nelle regioni, calcola le perdite, valuta le prospettive. Due mesi e mezzo di inattività si sono rivelati un serio test per ...
01.06.2020 16745

10 principali tendenze nel commercio al dettaglio per i prossimi 3 anni

Dieci tendenze principali emergenti nell'ultimo anno, che determineranno lo sviluppo del commercio mondiale nel prossimo futuro
11.03.2020 20683

La marcatura delle scarpe è iniziata. MTCT nominato operatore del progetto pilota di etichettatura

Il 1 ° giugno 2018 è stato lanciato un progetto pilota per la marcatura delle scarpe in Russia, finora su base volontaria. L'operatore di sistema è stato nominato una sussidiaria del Centro per lo sviluppo di tecnologie avanzate "Operatore CRPT", creato per implementare l'Unified National ...
23.07.2018 10710

Chipping shoes: essere o non essere

La proposta del Ministero dell'Industria e del Commercio della Russia sulla marcatura (scheggiatura) delle scarpe ha causato un'accesa discussione tra esperti e partecipanti alla scarpa ...
10.08.2017 30995
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio