Cliente moderno: chi è? Foto: AdobeStock
02.11.2013 20421

Cliente moderno: chi è?

Un acquirente moderno è, prima di tutto, una persona per la quale ci sono cose più importanti dello shopping. Una di queste cose è la famiglia: questo valore è il più significativo e la sua importanza cresce ogni anno. Anche concetti come la pace e la giustizia stanno diventando sempre più importanti e l'importanza della sicurezza e della prosperità si sta perdendo notevolmente e gradualmente. 

guadagni 
Nel 2013, il consumatore russo riceveva in media 30 rubli al mese, ma viveva su una base più ampia: la dimensione media del suo attuale prestito era di 245 mila rubli. Naturalmente, i redditi sono cresciuti rispetto agli anni precedenti - ad esempio, il reddito medio già menzionato da noi è superiore del 43,5% rispetto al 14 - e lo strato di persone con reddito medio (da 2012 mila rubli al mese) è in costante aumento. Ma le richieste dei russi sono chiaramente aumentate, perché nel secondo trimestre del 45 il volume dei prestiti al consumo è stato del 2012% in meno rispetto allo stesso periodo del 5 e l'ammontare dei prestiti ipotecari ricevuti era già del 2013%. Allo stesso tempo, sembra che ci siano sempre meno opportunità di rimborsare i debiti dei cittadini, altrimenti come si può spiegare il fatto che i prestiti scaduti sono cresciuti fino al 26%. Tuttavia, c'è una buona tendenza: i cittadini hanno iniziato a risparmiare un po 'di più: la crescita del numero di depositi di risparmio è stata del 23%. 

spese 
In media, un acquirente russo spende 493 rubli per viaggio al supermercato e paga circa 9 rubli al mese per il cibo. Questo è il 375% in più rispetto a due anni fa, ma anche l'inflazione ha svolto un ruolo in questo indicatore. Anche le spese di trasporto, in particolare per l'acquisto e la manutenzione di un'auto, sono aumentate notevolmente: ora i russi sono pronti a spendere il 5% del budget per il loro "cavallo di ferro". Ma l'importanza delle scarpe e dei vestiti sta diminuendo. I costi per questa categoria di beni sono diminuiti del 18% rispetto allo scorso anno, pari a poco più dell'9% del budget. È interessante notare che nel 8 l'acquirente russo medio ha assegnato decime del budget agli acquisti di vestiti e scarpe. 

Rapporto qualità-prezzo 
La maggior parte degli acquirenti intervistati considera il prezzo il fattore più importante e l'atmosfera del negozio preferirà un sistema di sconti. Il 73,7% degli intervistati concorda con l'affermazione "Il livello dei prezzi è il più importante per me nella scelta di un prodotto". Questa percentuale non è solo superiore a quella del 2007, ma in linea di massima la più alta degli ultimi sei anni. È interessante notare che nel 2012 solo il 65,5% degli intervistati era d'accordo con questa affermazione, il che significa che il significato del prezzo è aumentato drammaticamente in un anno. Anche quest'anno, si è scoperto che il 66% degli intervistati è disposto a dedicare tempo alla ricerca di un prezzo migliore, sebbene questa cifra sia diminuita rispetto al 2012. I ricercatori attribuiscono questo declino all'emergere di un numero crescente di negozi vicino alla casa e allo sviluppo di centri commerciali. 

Percezione di qualità e servizio 
Il livello di qualità e servizio sono molto importanti per l'acquirente russo. La maggior parte degli intervistati (68%) non è pronta a sopportare una bassa qualità anche con una garanzia di prezzo basso e più della metà degli intervistati (54%) pensa la stessa cosa sul servizio, non volendo affrontare l'indifferenza anche nei negozi a prezzi bassi. Vale la pena notare che parametri così importanti per i professionisti del marketing come la frequenza delle comunicazioni e l'ampiezza dell'assortimento non contano molto per i clienti quando li confrontano con il prezzo. 

Desideri per lo shopping multicanale 
I clienti non vogliono distinguere tra acquisti in un negozio fisico, in un negozio online e tramite dispositivi mobili. Ritengono che l'assortimento, gli sconti e i prezzi della rete di distribuzione debbano essere gli stessi indipendentemente dai canali di vendita. Ma allo stesso tempo, la loro idea di realtà è diversa da quella desiderata: la maggior parte degli intervistati ritiene che il prezzo in un negozio al dettaglio possa persino essere superiore a quello su Internet, la gamma è più ristretta e gli sconti sono diversi. Quale conclusione può trarre il venditore da questo? E tale che non è molto difficile sorprendere un moderno acquirente: devi solo fornirgli una sola scelta, prezzo e sconti nel suo negozio fisico e online. Proprio agli occhi dell'acquirente sarai anche sollevato dall'uso di tecnologie aggiuntive: il 53% degli intervistati ha dichiarato che vorrebbe utilizzare i punti guadagnati in uno qualsiasi dei canali di vendita a piacimento, il 45% vorrebbe che i punti per gli acquisti nel negozio online e nel negozio al dettaglio fossero riassunti, e il 43% sogna un unico account per gli acquisti in tutti e tre i canali. 

Stile commerciale 
Il 67% dei consumatori ama ancora fare acquisti e godersi il processo di acquisto, ma il loro scaffale sta calando: rispetto al 2011, ci sono 1% in meno di maniaci dello shopping. I russi fanno costantemente una scelta tra prodotti sconosciuti sul mercato e il marchio e principalmente - ad eccezione dei periodi di crisi - preferisce il marchio. Nel 2013, il 69% degli intervistati ha affermato che i prodotti di marca sono migliori dei prodotti di marchi sconosciuti, sebbene la fedeltà ai prodotti di marca sia diminuita in modo significativo dal 2005: l'83% degli intervistati ha espresso questa opinione. Per quanto riguarda le fonti di influenza, variano a seconda del tipo di prodotto. Ad esempio, quando si scelgono abiti e scarpe, i siti e i negozi online dei produttori, la dimostrazione del prodotto nel negozio e, ultimo ma non meno importante, le raccomandazioni di amici e parenti sono importanti. Nel complesso, senza gradazione nel tipo di prodotto, l'opinione dei parenti è ancora il fattore di influenza più importante per gli acquirenti - l'86% degli intervistati è guidato da esso. Le recensioni su Internet, i siti Web aziendali e le informazioni sui negozi (venditori e vetrine) interessano il 70-73% degli acquirenti, le pubblicità stampate e le informazioni sui social media svolgono un ruolo per non più del 65%, la pubblicità televisiva e radiofonica colpisce il 56% degli intervistati, La pubblicità sui motori di ricerca può convincere il 54% degli intervistati e i banner sui social media colpiscono solo il 42% dei consumatori. 

Ciò che delude 
Gli acquirenti sono diventati molto sensibili alle promesse del marchio: l'83% di loro è molto deluso da un'azienda o da un marchio senza ricevere la promessa. Non c'è nulla che li possa turbare di più: persino l'incompetenza dei venditori (76% delle risposte), la mancanza di multicanalità (63%), le stesse offerte e slogan (58%), informazioni sui prodotti diversi nei diversi canali di vendita e riluttanza a contattare al consumatore personalmente in presenza di tutti i dati personali (47%).
Un acquirente moderno è, prima di tutto, una persona per la quale ci sono cose più importanti dello shopping. Una di queste cose è la famiglia: questo valore è il più significativo e la sua importanza cresce con ogni ...
3.02
5
1
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Risultati della tavola rotonda dei calzolai con il Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, CRPT, NOBS e Wildberries

Il 15 settembre presso l'hotel Holiday Inn Sokolniki a Mosca si è tenuto un incontro strategico dei rappresentanti del Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, della CRPT, dell'Unione Nazionale delle Calzature (NOBS) e del più grande mercato russo Wildberries. All'incontro hanno partecipato...
18.09.2023 4617

Annuario mondiale delle calzature: la produzione globale di calzature raggiunge i 23,9 miliardi di paia ed è tornata ai livelli pre-pandemia

L'associazione portoghese dei produttori di calzature APICCAPS ha pubblicato la 13a edizione del bollettino statistico internazionale World Footwear Yearbook per il 2023, secondo il quale, nel 2022, la produzione e l'esportazione di scarpe nel mondo sono aumentate del 7,6% e…
28.07.2023 5589

Come raddoppiare le vendite di un negozio di scarpe?

Gli ultimi due anni sono stati così generosi di imprevisti che pensi involontariamente: "È necessario pianificare?" Tuttavia, devi pianificare. Il piano di vendita è il punto di riferimento per la tua attività. Pertanto, l'esperta di SR Maria Gerasimenko dà ...
11.07.2023 4850

Nuova direzione delle fiere ad Alma-Ata: Euro Shoes @ Elite Line & CAF

Euro Shoes entra in nuovi mercati e annuncia il lancio di un progetto espositivo ad Alma-Ata. La fiera all'ingrosso di scarpe, abbigliamento, pelle, pellicce e accessori Euro Shoes @ Elite Line si terrà in Kazakistan dal 30 luglio al 1 agosto 2023…
04.07.2023 3738

Tavola rotonda con i rappresentanti dei calzaturifici del Daghestan con il supporto del Ministero dell'Industria e del Commercio e della NOBS

Il 17-18 maggio si è tenuta a Makhachkala una tavola rotonda con produttori di scarpe e imprese del progetto strategico della Repubblica del Daghestan “Città…
23.05.2023 4431
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio