Alunni della crisi
23.09.2015 15302

Alunni della crisi

Una crisi sostituisce un'altra, creando nuove abitudini di consumo degli adulti indurite da shock economici e sollevando un nuovo atteggiamento nei confronti del processo di acquisto delle nuove generazioni, che i professionisti del marketing e i sociologi chiamano convenzionalmente la generazione Z.

Gli esperti osservano che la maggior parte degli adolescenti segue gli attuali modelli di consumo degli adulti, ovvero si avvicina allo shopping in modo significativo e pensa due volte prima di acquistare qualcosa. Non è che la crisi abbia colpito i loro portafogli, solo loro, come i loro genitori, hanno iniziato a gestire le proprie spese in modo più razionale.
Secondo uno studio Deloitte LLP, il numero di adolescenti che mescolano le cose vecchie con quelle acquisite di recente per creare un nuovo look è aumentato dal 26% nel 2011 al 39% nel 2015.

Inoltre, gli adolescenti scambiano volentieri articoli di guardaroba con i loro amici e risparmiano denaro risparmiando su altre esigenze, perché raramente trovano le cose di cui hanno bisogno durante le vendite. Ma loro li adorano non meno. Come dicono gli adolescenti, raramente acquistano qualcosa al primo prezzo, aspettando pazientemente le vendite.

Secondo The Retail Economist, la ragione di ciò sono gli sconti pre-scolastici iniziati nel 2008, quando i rivenditori hanno cercato di attirare più clienti durante la crisi e piuttosto ottenere un cache. Sono stati loro a "corrompere" gli acquirenti di tutte le età, che hanno iniziato ad aspettare sconti come ovvio.

Un'altra importante osservazione fatta dagli esperti di marketing. Sempre più adolescenti preferiscono seguire le tendenze della moda su Internet e seguire gli hashtag sui social network. Prima creano un'immagine nella testa e solo allora si spengono alla ricerca delle cose necessarie. Secondo le statistiche di Google, la popolarità delle domande "vestiti a scuola" negli ultimi anni è aumentata in modo significativo. E a luglio 2015 ha raggiunto una crescita del 76%.

Quindi ora catene di negozi, negozi e marchi sono costretti a monitorare l'emergere di hashtag popolari nei social network e offrire ai giovani clienti ciò di cui hanno bisogno.

Una crisi sostituisce un'altra, creando nuove abitudini di consumo degli adulti già indurite da shock economici e sollevando un nuovo atteggiamento nei confronti del processo di acquisto delle nuove generazioni, ...
5
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Risultati della tavola rotonda dei calzolai con il Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, CRPT, NOBS e Wildberries

Il 15 settembre presso l'hotel Holiday Inn Sokolniki a Mosca si è tenuto un incontro strategico dei rappresentanti del Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, della CRPT, dell'Unione Nazionale delle Calzature (NOBS) e del più grande mercato russo Wildberries. All'incontro hanno partecipato...
18.09.2023 5943

Annuario mondiale delle calzature: la produzione globale di calzature raggiunge i 23,9 miliardi di paia ed è tornata ai livelli pre-pandemia

L'associazione portoghese dei produttori di calzature APICCAPS ha pubblicato la 13a edizione del bollettino statistico internazionale World Footwear Yearbook per il 2023, secondo il quale, nel 2022, la produzione e l'esportazione di scarpe nel mondo sono aumentate del 7,6% e…
28.07.2023 7927

Come raddoppiare le vendite di un negozio di scarpe?

Gli ultimi due anni sono stati così generosi di imprevisti che pensi involontariamente: "È necessario pianificare?" Tuttavia, devi pianificare. Il piano di vendita è il punto di riferimento per la tua attività. Pertanto, l'esperta di SR Maria Gerasimenko dà ...
11.07.2023 6640

Nuova direzione delle fiere ad Alma-Ata: Euro Shoes @ Elite Line & CAF

Euro Shoes entra in nuovi mercati e annuncia il lancio di un progetto espositivo ad Alma-Ata. La fiera all'ingrosso di scarpe, abbigliamento, pelle, pellicce e accessori Euro Shoes @ Elite Line si terrà in Kazakistan dal 30 luglio al 1 agosto 2023…
04.07.2023 4535

Tavola rotonda con i rappresentanti dei calzaturifici del Daghestan con il supporto del Ministero dell'Industria e del Commercio e della NOBS

Il 17-18 maggio si è tenuta a Makhachkala una tavola rotonda con produttori di scarpe e imprese del progetto strategico della Repubblica del Daghestan “Città…
23.05.2023 5054
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio