Rieker
Annuario mondiale delle calzature: statistiche sul mercato delle calzature russe per il 2020
26.05.2022 2722

Annuario mondiale delle calzature: statistiche sul mercato delle calzature russe per il 2020

Il bollettino analitico di APICCAPS, l'Associazione portoghese dei produttori di componenti per calzature e prodotti in pelle, World Footwear Yearbook ha pubblicato un rapporto sul mercato calzaturiero russo al momento del 2020. Nonostante il fatto che molti cambiamenti importanti siano attualmente in corso nell'economia del nostro paese, le analisi rimangono rilevanti, Shoes Report fornisce la maggior parte del materiale presentato sul sito Web Worldfootwear.com.

Secondo il World Footwear Yearbook, pubblicazione analitica di APICCAPS, l'associazione portoghese di calzature, componenti e pelletteria, per il 2020 il consumo di calzature in Russia è stato di 324 milioni di paia, il che colloca il Paese al 10° posto in termini di consumo nella mondo.

La produzione di calzature in Russia è in calo negli ultimi 5 anni e nel 2020 è scesa sotto i 100 milioni di paia, il che colloca il Paese al 14° posto nella classifica dei produttori globali, rappresentando lo 0,5% della produzione mondiale. Le importazioni in Russia rappresentano quasi l'80% del consumo di calzature (in termini quantitativi), la Federazione Russa è uno dei 15 maggiori importatori mondiali di calzature (in termini quantitativi e di valore).

Per la Russia, il principale importatore di calzature è la Cina, con una quota del 49% in valore e del 62% in termini quantitativi. La Bielorussia è anche tra i primi cinque paesi importatori di scarpe dalla Russia, l'unico paese che non rientra tra i primi 15 maggiori produttori di scarpe al mondo (per numero). Le scarpe di gomma e plastica sono il tipo di scarpe più importato, seguite dai tessuti.

La Russia è al 34° posto nelle esportazioni di calzature nel mondo, mentre le esportazioni sono circa 3,5 volte inferiori alle importazioni. Tutti e 5 i principali mercati di esportazione della Russia condividono con essa i confini terrestri, ad eccezione del Kirghizistan, che, tuttavia, è anche un'ex repubblica dell'Unione Sovietica. Il principale mercato di esportazione è il Kazakistan. Le esportazioni di calzature russe sono piuttosto diverse: gomma e plastica, così come le calzature tessili sono i tipi di calzature più esportati e, a differenza delle importazioni, le esportazioni non sono così concentrate in un paese come le importazioni (Cina).

Negli ultimi anni la produzione di calzature in Russia è in calo e nel 2020 ammontava a meno di 100 milioni di paia (93 milioni). La Russia è al 14° posto nel mondo in termini di produzione di calzature, rappresentando lo 0,5% della produzione mondiale.

La maggior parte dei produttori di scarpe in Russia ha sede a Mosca, ma le fabbriche sono sparse in tutto il paese. Non esiste una tendenza specifica per quanto riguarda l'ubicazione delle fabbriche. Ralf Ringer, le cui vendite sono quasi il doppio delle vendite del secondo produttore più grande, ha le proprie fabbriche a Mosca, Zaraysk, nella regione di Vladimir, a Taldom.

5 maggiori produttori di scarpe russi

Consumo di calzature in Russia

Nel 2020, il consumo di calzature della Russia è stato di 324 milioni di paia, diventando così il decimo consumatore di calzature più grande al mondo. Il picco del consumo di calzature in Russia è stato raggiunto nel 10 - 2016 milioni di paia, ma negli ultimi 420 anni c'è stata una continua tendenza al ribasso, il consumo è diminuito del 4%.

Grandi rivenditori

Ekko-Ros LLC è il rivenditore di calzature con il maggior volume di vendite registrato nel 2021. Ekko-Ros è il rivenditore ufficiale del marchio danese Ecco in Russia, con una rete di 236 negozi (66 a Mosca e 23 a San Pietroburgo ).

D'altra parte, OR LLC ha più di 500 negozi con il marchio Westfalika in tutta la Russia. La città con il maggior numero di negozi è Omsk, situata nella Siberia occidentale, seguita da Novosibirsk, la terza città più popolosa della Russia.

A differenza dei negozi Ecco, i negozi Westfalika non vendono solo scarpe, ma si descrivono sul loro sito web come "mini grandi magazzini".

Anche la differenza nei prezzi delle scarpe tra i due principali rivenditori di scarpe in Russia è significativa, con i prezzi delle scarpe Ecco che vanno da 9 a 900 rubli, equivalenti a circa $ 29 a $ 990, mentre il negozio online Westfalika ha diversi modelli di scarpe, che vendono a meno di 136 rubli (circa $ 412). A questo proposito, dopo aver analizzato il mercato calzaturiero russo per segmenti di prezzo, si può notare che le scarpe a basso prezzo hanno occupato la quota di mercato maggiore negli ultimi anni.

Canali distributivi ed e-commerce

Secondo uno studio della società di consulenza Deloitte, il 40% dei consumatori russi preferisce acquistare vestiti e scarpe nei centri commerciali in cui vengono presentati beni di diverse categorie di prezzo e il 26% non preferisce la vendita al dettaglio, ma afferma che l'ubicazione del punto è di fondamentale importanza.

I negozi di scarpe mono o multimarca sono ancora preferiti dalla maggior parte dei consumatori e insieme rappresentano oltre l'80% delle preferenze dei consumatori. Seguono i negozi online, preferiti da circa l'11% dei consumatori. Dal 2012 al 2019, le vendite online sono cresciute in modo significativo anno dopo anno e sono ammontate a 169,1 miliardi di rubli, che equivalgono a circa 2,3 miliardi di dollari.

Nel segmento delle vendite online di calzature e abbigliamento nel mercato russo, il mercato online Wildberries è in testa, seguito da Lamoda.ru. I primi cinque rivenditori di scarpe online includono anche Rendez-Vous.ru.

Importazione di calzature dalla Russia

La Russia è uno dei primi 15 importatori di calzature al mondo (in termini di quantità e valore), con importazioni che rappresentano quasi l'80% del consumo di calzature (in termini di quantità), corrispondenti a 256 milioni di paia e 2 milioni di dollari. Negli ultimi anni, le importazioni russe sono state inferiori rispetto a dieci anni fa. Nel 773-2011, la Russia ha importato ogni anno scarpe per un valore di circa 2013 miliardi di dollari.

Le importazioni sono diminuite drasticamente nei due anni successivi a causa di una profonda recessione nell'economia russa e nel 2015-2016 ha ridotto le importazioni a 2,2 miliardi di dollari all'anno. Da allora è tornato a superare i 3 miliardi di dollari, ma è sceso di nuovo nel 2020 a causa della pandemia di Covid-19.

La Cina è il principale importatore di calzature in Russia (49% in termini di valore e 62% in termini quantitativi). La Cina è seguita da Vietnam (13%) e Italia (11%). Negli ultimi 5 anni, le importazioni di scarpe dalla Cambogia e dalla Bielorussia sono cresciute rispettivamente del 252% e del 219%, mentre le importazioni dalla Cina sono cresciute solo del 9%.

La Bielorussia importa scarpe economiche (il prezzo medio al paio è di circa $ 2,78, mentre l'Italia fornisce scarpe costose alla Russia (il prezzo medio al paio è di $ 129,13 al paio). In generale, il prezzo medio all'importazione in Russia per un paio di scarpe è di $ 10,83.

5 maggiori importatori di scarpe in Russia

Le calzature in gomma e plastica sono il tipo di calzature più importato, rappresentando il 50% delle importazioni totali di calzature, seguite dai tessili con il 29%. Le scarpe in pelle rappresentano il 19%. Le scarpe impermeabili rappresentano meno dell'1% delle importazioni.

Le calzature in pelle hanno una distribuzione più omogenea delle fonti, con la Cina che rappresenta una quota a valore del 36% seguita dall'Italia al 19%. Tuttavia, se confrontiamo le quote quantitative di questi due paesi, noteremo che le importazioni dalla Cina sono significativamente superiori a quelle dall'Italia, poiché anche il prezzo medio all'importazione in Italia al paio è significativamente più alto che in Cina.

Le quote quantitative di Cina e Italia nell'importazione di scarpe in pelle sono rispettivamente del 49% e del 4%.

Esportazione di calzature russe

La Russia è solo al 34° posto al mondo nelle esportazioni di calzature, le sue esportazioni ammontano a 233 milioni di dollari e 25 milioni di paia. Queste cifre sono significativamente inferiori ai valori di importazione. Le esportazioni, infatti, sono quasi 3,5 volte inferiori alle importazioni e rappresentano circa il 27% della produzione di calzature (volume).

Il prezzo medio all'esportazione per un paio di scarpe è di $ 9,18, che è vicino al prezzo all'importazione, ma comunque inferiore.

Le esportazioni di calzature russe sono aumentate in modo significativo tra il 2011 e il 2014, del 160% in termini di volume e del 621% in termini di valore. Nel 2015, come per le importazioni, le esportazioni sono diminuite drasticamente, ma hanno iniziato a riprendersi l'anno successivo e hanno continuato ad aumentare fino al 2019. Nel 2020, il valore delle esportazioni di calzature è diminuito a causa di una diminuzione del prezzo medio di un paio esportato di $ 1,27.

Tutti e 5 i principali mercati di esportazione delle calzature russe condividono con essa i confini terrestri, ad eccezione del Kirghizistan, che, tuttavia, è anche un'ex repubblica dell'Unione Sovietica.

Il Kazakistan è il principale mercato di esportazione con una quota del 39% in termini di valore e del 30% in termini di volume, e il volume delle esportazioni è di 91 milioni di dollari e 7,5 milioni di paia.

Il secondo mercato di esportazione più grande è la Bielorussia, che è l'unico grande mercato di esportazione che si trova anche tra i primi 5 mercati di importazione della Russia. Negli ultimi cinque anni, le esportazioni di calzature russe in Ucraina sono cresciute in modo significativo, del 349%. Nello stesso periodo, le esportazioni verso la Polonia sono diminuite del 45%.

Questi mercati possono anche essere divisi in 3 gruppi in base ai prezzi medi all'esportazione per paio di scarpe. La Polonia, membro dell'Unione Europea, è il mercato con il prezzo medio all'esportazione più alto per paio di US $ 25. I prezzi per le esportazioni in Kazakistan e Bielorussia sono relativamente vicini ai prezzi mondiali medi in Russia. Infine, con un prezzo medio rispettivamente di $ 3,65 e $ 2,5, Ucraina e Kirghizistan sono ben al di sotto del prezzo medio all'esportazione della Russia.

I 5 principali mercati di esportazione di calzature in Russia

Le esportazioni di calzature russe sono piuttosto diverse: gomma e plastica, oltre alle calzature tessili, sono i tipi di calzature più esportati, rappresentando circa il 30% delle esportazioni. Seguono le scarpe in pelle e impermeabili, ciascuna delle quali rappresenta circa il 15% dell'export.

Il Kazakistan è il principale mercato di esportazione per tutti i tipi di calzature, ad eccezione delle calzature in pelle, in cui la Bielorussia è in testa con una quota a valore del 39%. A differenza delle importazioni, le esportazioni non sono così concentrate in un solo paese. Nonostante la posizione di leadership del Kazakistan nella maggior parte dei tipi di calzature, la sua quota di valore non supera mai il 50%, rimanendo vicino al 40% per le calzature in gomma, plastica e pelle.

È interessante notare che il Kirghizistan, che è uno dei primi 5 partner di esportazione della Russia, è solo tra i primi 5 partner di esportazione per le calzature impermeabili, che rappresentano quasi un quarto della quota di valore. Al contrario, Georgia, Armenia, Francia e Cina, che appaiono come i principali partner di esportazione per un certo tipo di calzature, non sono tra i primi 5 partner di esportazione della Russia.

Confrontando il valore delle esportazioni e delle importazioni, possiamo concludere che la bilancia commerciale delle calzature russe è notevolmente negativa, poiché il paese importa molto di più di quanto non esporti.

Il bollettino analitico APICCAPS, l'Associazione portoghese dei produttori di componenti per calzature e prodotti in pelle, World Footwear Yearbook ha pubblicato un rapporto sul mercato calzaturiero russo dell'epoca...
3.44
5
1
2
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

L'equilibrio nel mercato sarà determinato dalla disponibilità di scarpe

Vladimir Denisenko, Direttore Generale dell'azienda calzaturiera russa Unichel, parla della nuova situazione del mercato, delle prospettive di sostituzione delle importazioni nel settore e del futuro dei calzolai russi Negli ultimi mesi le condizioni economiche sono cambiate radicalmente, ma...
04.07.2022 1532

Sostenibilità nel settore calzaturiero. A che punto siamo, quali sono le tendenze principali?

L'UE si sta muovendo verso un'economia circolare e climaticamente neutra, il che significa che qualsiasi prodotto oggi deve essere più efficiente dal punto di vista energetico, durevole, riutilizzabile, riparabile e riciclabile. La moda e l'industria manifatturiera...
21.03.2022 4310

Programma aziendale EURO SHOES PREMIERE COLLECTION

Nell'ambito della fiera internazionale EURO SHOES dal 22 al 23 febbraio si terrà un ricco programma di affari. Per due giorni, i principali esperti del mercato della moda, business coach e consulenti al dettaglio,...
04.02.2022 3327

"C'era una luce alla fine del tunnel ..." I partecipanti del mercato calzaturiero sulla situazione del settore.

Il 2020 è diventato un anno di crisi per il settore reale dell'economia e dell'industria calzaturiera. Shoes Report ha parlato con le società all'ingrosso, con Mikhail Kryuchkov, il capo della società di distribuzione Paloma, che rappresenta una serie di calzature spagnole sul mercato russo ...
22.12.2020 11725

Stagione morta. Cosa trasformerà la quarantena Covid-19 per la vendita al dettaglio di scarpe

La vendita al dettaglio di scarpe riprende le operazioni a Mosca e nelle regioni, calcola le perdite, valuta le prospettive. Due mesi e mezzo di inattività si sono rivelati un serio test per ...
01.06.2020 19602
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio