Rieker
Come aprire un negozio al dettaglio. Sei passi verso il successo.
28.10.2015 16280

Come aprire un negozio al dettaglio. Sei passi verso il successo.

Secondo le statistiche, oltre il 70% dei negozi al dettaglio chiude prima di aver lavorato per cinque anni, i marchi stanno rapidamente entrando in nuovi mercati e li lasciano altrettanto rapidamente. Qual è il problema e come aprire un negozio al dettaglio per avere successo e redditività? Con la nostra esperta - la principale consulente di FCG sulle tecnologie aziendali nel retail Natalia Chinenova - prenderemo in considerazione le principali domande, le cui risposte devono essere ottenute prima di iniziare un progetto retail.

L'idea di aprire un negozio al dettaglio nasce tra le tante: è nata da società e produttori di commercio all'ingrosso, singoli imprenditori e operatori online, uomini d'affari alle prime armi e proprietari di grandi società non al dettaglio. Affinché il lancio di un nuovo progetto di vendita al dettaglio abbia successo e affinché il negozio raggiunga il pareggio in futuro, il suo proprietario deve avere un piano aziendale chiaro nella sua testa e sulla carta, che dovrebbe essere basato sui principi di base del sistema "fornitore-negozio al dettaglio-acquirente al dettaglio". Consideriamo passo dopo passo quelle fasi di lavoro preparatorio che devono essere eseguite prima dell'apertura del negozio.

Primo passo: STRATEGIA

Per sviluppare una strategia, è necessario disporre di risposte a domande semplici, senza le quali il commercio al dettaglio non può sviluppare:

  1. Cosa voglio fare trading e chi sono i miei concorrenti?
  2. In che modo il mio negozio differirà dai negozi della concorrenza?
  3. Quanti soldi voglio e posso guadagnare nel mio negozio?

La tua piccola strategia ti permetterà di capire come negoziare, quali servizi fornire e chi diventeranno i tuoi clienti. Non bisogna dimenticare che il commercio al dettaglio è sostanzialmente diverso dalla vendita all'ingrosso o dalla commercializzazione di prodotti fabbricati. Per un negozio al dettaglio, le merci sono importanti.

Fase due: PRODOTTI

Oggi, quando non mancano le merci, ma gli acquirenti hanno determinate preferenze di prezzo, è tempo di creare un assortimento completo e di alta qualità. Naturalmente, puoi scambiare solo un articolo, ad esempio calze, ma l'assortimento di prodotti dovrebbe crescere in profondità. Questi possono essere calzini di tutti i colori, di composizione diversa, per gruppi di età e genere diversi e per tutte le stagioni. L'assortimento dei prodotti è la metà del successo. Stranamente, ma per gli acquirenti, la gamma di prodotti non è solo una collezione di manufatti o addirittura una collezione di designer. I clienti hanno bisogno di un negozio in cui possono acquistare un set completo di articoli essenziali. Se le calze, lunghe e corte, lo sport e il classico - in generale, sono diversi. Se si tratta di un negozio di scarpe, gli acquirenti vorrebbero vedere i relativi prodotti: prodotti per la cura delle scarpe, borse, calze, lacci e altri accessori necessari.

Fase tre: AREA DI ACQUISTO

Non ha senso cercare locali più economici: risparmiare sull'affitto, ma perdere traffico. Di norma, le aree commerciali più economiche si trovano nei luoghi più impraticabili e "non vendibili". Maggiore è il numero di clienti che varcano le porte del tuo potenziale negozio, maggiore è la probabilità che passino e effettuino un acquisto. Anche se il negozio si trova in una piccola città, la probabilità che i clienti camminino lungo la strada principale e entrino nel negozio è molto più alta delle aspettative dei visitatori e degli acquisti in periferia. Quando si sceglie una piattaforma di trading, devono essere presi in considerazione i seguenti fattori: il quartiere commerciale, la posizione del punto vendita, il pubblico dei clienti.

Quarto passaggio: INVESTIMENTO

Naturalmente, la dimensione dell'investimento dipende dalla dimensione del portafoglio del proprietario del negozio al dettaglio. Tuttavia, ci sono diverse regole che devono essere seguite per garantire la redditività delle vendite:

  1. Investimento in attrezzature SEMPRE dovrebbe essere due, o anche più volte inferiore agli investimenti in beni.
  2. È meglio scegliere una piattaforma commerciale secondaria, in modo che nella fase iniziale si evitino costi inutili per la posa di pavimenti, posa di ventilazione e installazione di condizionatori d'aria, illuminazione e altri costi di riparazione.
  3. Gli investimenti nell'apertura di negozi pubblicitari non devono superare il 10% del fatturato mensile medio stimato.

Un'impresa è giusta e di successo quando l'investimento paga per un periodo da uno a mezzo e cinque a cinque anni. Più breve è l'utile sul capitale investito, maggiore è il successo dell'azienda e maggiore è la probabilità della correttezza della strategia scelta.

Fase cinque: PERSONALE

Il miglior venditore è sempre il proprietario. Pertanto, quando pianifichi di aprire un negozio al dettaglio, pensa se hai bisogno di venditori assunti nella prima fase? Se ne hai ancora bisogno, prova a dedicare più tempo possibile al trading floor per capire cosa vogliono i tuoi clienti e come dovresti lavorare e interagire con i venditori. Per i venditori, un importante fattore stimolante è il loro stipendio. Ma, sfortunatamente, lo stipendio del venditore non è direttamente proporzionale alla quantità di beni venduti da lui. Quando si pianifica il personale e le buste paga, è meglio rendere il livello degli stipendi medio per il mercato, ma legare il bonus alle vendite personali e al KPI di ciascun dipendente del negozio.

Step Six: ACQUIRENTI

Compratori: questo è il portafoglio che è arrivato al negozio stesso. Affinché gli acquirenti apprezzino il negozio, devono essere interessati, vale a dire:

  1. Sviluppa un programma di fidelizzazione.
  2. Prendi in considerazione un elenco di servizi aggiuntivi che il tuo negozio può fornire ai clienti.
  3. Crea un piano di calendario per la promozione delle vendite e l'acquisizione dei clienti.
  4. Comunicare costantemente con clienti fedeli (regolari), confermare il loro stato, offrire preferenze e distinguerli in ogni modo possibile.

In realtà, questi sei passaggi sono alla base del business plan di qualsiasi negozio al dettaglio, non solo di un negozio di scarpe. Naturalmente, ci sono molte sfumature, a seconda della merce, delle dimensioni dello spazio commerciale, della popolazione della città, del posizionamento dei prezzi del negozio e di altre caratteristiche di ogni particolare attività commerciale. Ma prima di aprire il tuo primo negozio al dettaglio, devi considerare e implementare tutti i passaggi sopra nella tua testa o sulla carta, quindi formulare le risposte a ciascuna delle domande poste. Solo quando hai una chiara idea e comprensione di chi farà cosa, chi, come e a chi venderà i tuoi beni, il negozio guadagnerà denaro e presto inizierà a portare un certo reddito.

Secondo le statistiche, oltre il 70% dei negozi al dettaglio chiude prima di aver lavorato per cinque anni, i marchi stanno rapidamente entrando in nuovi mercati e li lasciano altrettanto rapidamente. Qual è il problema e come aprire ...
2.86
5
1
9
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Gestione del business delle scarpe nel 2021: cosa cercare

L'anno scorso è stato uno shock per la maggior parte delle persone, un nuovo punto di partenza, l'inizio della fine o una completa trasformazione dell'attività di vendita al dettaglio. Uno dei risultati principali è che il 2020 ha letteralmente spinto la vendita al dettaglio online, un'intensa digitalizzazione dei canali di vendita, ...
27.04.2021 2162

Marketing per un negozio di scarpe al dettaglio. Come incentivare i clienti a comprare con i regali

In questo articolo, Evgeny Danchev, esperto di SR, business trainer parla di come condurre una campagna di marketing che sarà ugualmente redditizia sia per l'azienda che per ...
19.01.2021 4685

In che modo il mystery shopping aiuta a svelare le lacune nel servizio del tuo negozio?

Oggi, la mancanza di un servizio di qualità e un'atmosfera orientata al cliente nel negozio sono cattive maniere. Aziende che non si preoccupavano dei loro clienti, non pensavano ai loro sentimenti ed emozioni prima, durante e dopo lo shopping - ...
19.01.2021 3469

Le principali tendenze nella decorazione delle vetrine dei negozi di scarpe questo autunno e il prossimo inverno

La stagione autunno-inverno 2020/21 per il fashion retail è speciale, che ricorderemo a lungo. Quasi tutte le aziende sono state costrette a rivedere i propri budget: hanno tagliato la spesa corrente, tagliato i costi il ​​più possibile. E,…
30.11.2020 7913

Quali modifiche sono necessarie per rendere più efficace il lavoro del personale di vendita e dei manager di linea?

I risultati della vendita di scarpe sono ora influenzati dal fattore della domanda differita: due mesi e mezzo di autoisolamento sono un periodo molto lungo per gli acquirenti. Qualsiasi modello di mercato o di consumo delle persone su di esso è un sistema e, per tutte le proprietà dei sistemi, loro ...
13.10.2020 8177
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio