Soho
L'età del consumatore guida il marchio immobiliare
20.07.2011 2336

L'età del consumatore guida il marchio immobiliare

L'era del consumatore controlla il marchio nel settore immobiliare - questa è stata la conclusione raggiunta dai partecipanti alla master class di AHConferences "Marketing immobiliare: un marchio di progetto", che si è tenuta il 13 luglio 2011. All'evento hanno partecipato oltre 30 rappresentanti di società di sviluppo e media di diverse città della Russia. Esperti in immobili commerciali sono stati i presentatori della master class.

Il workshop è stato aperto da Dmitry Zavrazhnov, managing partner di New Angle, che ha presentato le tendenze nel comportamento dei consumatori e i passaggi strategici per la gestione del marchio nell'era dell'acquirente: “Da un marchio che racconta la storia di se stesso (pubblicità tradizionale) a un marchio che aiuta i consumatori a raccontare storie narrative tra loro. I marchi devono fornire "ingredienti" per creare e comunicare storie di stato ".

La tendenza dell '"economia delle aspettative" rappresenta un consumatore ben informato ed esperto, la tendenza si intensificherà man mano che sempre più dispositivi si connettono a Internet. I marchi dovrebbero impegnarsi attivamente nel dialogo con i consumatori.

La generazione G è una generazione di persone abituate a condividere, condividere prodotti e informazioni e ottenere molto gratuitamente. La generazione G si aspetta concierge e servizi sempre e ovunque. Nella tendenza di affiliazione e outsourcing, i marchi collaborano con consumatori, designer, marchi di altri settori e persino concorrenti. I consumatori stessi entrano nell'arena degli affari non solo come strumento di feedback per i marchi, ma come giocatori a tutti gli effetti, partecipanti, creatori. Vogliono non solo acquistare, ma anche creare. Dmitry Zavrazhnov osserva che quando si lavora con questo tipo di cliente, è necessario creare storie, non articoli, nella pubblicità per creare riconoscimento, non solo riconoscimento.

Anna Shadrina, Direttore della pubblicità di Capital Group nel blocco “Brand of the shopping center: converting from visitor to buyers”, ha sottolineato il ruolo di quattro componenti nella creazione del marchio del centro commerciale e di intrattenimento: il concetto di centro commerciale e di intrattenimento, location, tenant pool, marketing e pubblicità, ha spiegato l'importanza di creare una soluzione integrata focalizzata sul consumatore ... Le fasi principali e i principi per creare un marchio di successo sono stati presentati sull'esempio del centro commerciale e di intrattenimento Rechnoy e del nuovo centro commerciale e di intrattenimento a North Chertanovo, che l'azienda apre in autunno.

Il direttore generale della Promotion Realty Vitaly Lvova, parlando della promozione di immobili commerciali, ha citato il Likerka Loft MFC a Tula e il centro commerciale e di intrattenimento Arena a Voronezh come esempi di posizionamento di successo di oggetti, la cui concezione competente ha permesso di triplicare la frequenza del sito.
Svetlana Yarova, capo del dipartimento per il lavoro con i proprietari di ASTERA Mosca in un'alleanza con BNP Paribas Real Estate nel blocco "Come attirare un inquilino? !!!" Ha inoltre sottolineato che nella fase di branding e intermediazione è necessario comprendere i piani futuri del proprietario riguardo all'oggetto. Ad esempio, se prevedi di vendere un oggetto, è logico rinunciare al reddito da locazione all'inizio e formare un pool di inquilini di alta qualità.

L'era del consumatore controlla il marchio nel settore immobiliare - questa è la conclusione raggiunta dai partecipanti alla master class di AHConferences "Marketing immobiliare: marchio di progetto", che si è svolta il 13 luglio ...
5
1
Valutazione

Ultime notizie

Ecco Leather sta per ridimensionare la produzione di "pelle di funghi"

La conceria globale Ecco Leather, che fa parte del marchio di calzature danese Ecco, ha stretto una partnership con Ecovative per sviluppare e commercializzare materiali di micelio (struttura delle radici fibrose...
25.11.2022 357

Il direttore creativo di Gucci, Alessandro Michele, si dimette

La casa di moda italiana Gucci, parte del Gruppo Kering, ha annunciato la partenza di Alessandro Michele dalla carica di direttore creativo, che ricopriva dal 2015. Lavora come designer in azienda dal 2002…
25.11.2022 321

La fabbrica S-Tep "Shoes of Russia" può evitare il fallimento

Il calzaturificio S-Tep, parte del gruppo OR (ex Obuv Rossii), sta negoziando un accordo di pace con il suo principale creditore, ChOP Brest Plus, e quindi può evitare il fallimento, riferisce ...
24.11.2022 614

Il servizio fiscale federale vuole recuperare quasi 1,5 miliardi di rubli in detrazioni fiscali e multe da Ralf Ringer

Gli ispettorati fiscali n. 15 e n. 18 vogliono riscuotere circa 1,5 miliardi di rubli in tasse, multe e sanzioni dall'azienda calzaturiera russa Ralf Ringer. Il rivenditore sta cercando di contestare le azioni delle autorità fiscali attraverso il tribunale arbitrale di Mosca, - ...
24.11.2022 343

Il marchio di scarpe francese Both Paris ha collaborato con Yohji Yamamoto

Il 18 novembre è stata presentata un'interessante collaborazione tra il brand di scarpe francese Both Paris e il brand giapponese Yohji Yamamoto. Il risultato della collaborazione dei due brand è un modello di stivale alto unisex che attira l'attenzione dell'originale…
24.11.2022 317
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio