I capi di governo della CSI firmano un accordo sulla zona di libero scambio
19.10.2011 3260

I capi di governo della CSI firmano un accordo sulla zona di libero scambio

L'accordo sulla zona di libero scambio della CSI è stato firmato il 18 ottobre a seguito di una riunione del consiglio dei capi di governo dei paesi del Commonwealth, riferisce RIA Novosti.

Parlando in precedenza durante una riunione del consiglio, il Primo Ministro russo Vladimir Putin ha osservato che si trattava di creare una nuova base per le relazioni commerciali ed economiche all'interno della CSI. Ha ricordato che nel 1994 i paesi della CSI hanno firmato un accordo sulla creazione di una zona di libero scambio, ma quel documento non è stato ratificato da molti stati, tra cui la Russia. Pertanto, il contratto non ha funzionato. Il lavoro su un nuovo documento è in corso da quasi dieci anni.

L'accordo prevede la semplificazione delle basi giuridiche delle relazioni economiche e commerciali tra i paesi che lo firmeranno, sostituendo una serie di documenti multilaterali e circa 100 bilaterali che regolano il regime di libero scambio nel Commonwealth oggi.

È stato inoltre siglato un accordo sui principi di base della politica nel settore della regolamentazione valutaria e del controllo valutario nei paesi della CSI, nonché una decisione sul concetto di sviluppo strategico del trasporto ferroviario dei paesi del Commonwealth fino al 2020.

In totale, sono stati firmati 28 documenti.

La CSI comprende Azerbaigian, Armenia, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan, Moldavia, Russia, Tagikistan, Turkmenistan, Uzbekistan e Ucraina.

L'accordo sulla zona di libero scambio della CSI è stato firmato il 18 ottobre a seguito di una riunione del Consiglio dei capi di governo dei paesi del Commonwealth, riferisce RIA ...
5
1
Valutazione

Ultime notizie

Chloé torna agli anni '70 e include le zeppe nella collezione

Zeppe, zoccoli, scarpe con frange, sandali in pelle e zoccoli borchiati abbinati al denim in abiti e gonne lunghe con volant: ecco come è apparsa la collezione Chloé autunno 2024 sulla passerella della Fashion Week di...
01.03.2024 272

In calo i volumi di produzione delle calzature in Italia

Secondo i dati del Centro Formazione Confindustria Moda, nel 2023 in Italia sono state prodotte 148 milioni di paia di scarpe, l’8,6% in meno rispetto all’anno precedente. Inoltre, questa cifra è lontana dai 179 milioni di coppie che erano...
29.02.2024 248

Wildberries costruirà un grande centro logistico in Carelia

Wildberries costruirà un centro logistico a Petrozavodsk. Può diventare il più grande centro logo per un rivenditore online nella regione nordoccidentale, riferisce RBC...
28.02.2024 393

Adidas continua a rilasciare prodotti con il marchio Yeezy

La tedesca Adidas ha annunciato ulteriori rilasci della sua gamma Yeezy, con una serie di prodotti esistenti che saranno resi disponibili a livello globale in più fasi nelle prossime settimane, scrive...
28.02.2024 389

Street Beat ha aperto un negozio a Tula

La catena di negozi Street Beat ha aperto per la prima volta un negozio a Tula nel centro commerciale Gostiny Dvor. La superficie del negozio è di 300 mq. metri.
27.02.2024 502
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio