Un nuovo disegno di legge sugli scambi obbliga i rivenditori a costruire loro stessi nuovi negozi, anziché noleggiarli
09.09.2011 3378

Un nuovo disegno di legge sugli scambi obbliga i rivenditori a costruire loro stessi nuovi negozi, anziché noleggiarli

Il Servizio Federale Antimonopolio (FAS) ha presentato una seconda bozza di emendamenti alla legge "On Trade", secondo la quale le catene di vendita al dettaglio potranno aumentare la loro quota nella regione a oltre il 25% solo attraverso la costruzione di nuovi impianti di vendita al dettaglio. L'affitto dei locali, secondo il FAS, non è "crescita organica" - troppo spesso le operazioni di fusione e acquisizione sono mascherate in questo modo.

Nel primo progetto di modifica della legge "On Trade", la FAS ha vietato qualsiasi espansione della rete di distribuzione se ha aumentato la percentuale del rivenditore in un'entità commerciale di oltre il 25%. Quindi il progetto ha avuto abbastanza avversari ed è stato inviato per la revisione. I nuovi emendamenti sono considerati "più morbidi": secondo il nuovo progetto, se la società non ha il 25%, allora "ha il diritto di eseguire la costruzione di nuove strutture al dettaglio", anche se la sua messa in servizio supera il 25%. 

La maggior parte dei partecipanti al mercato, tuttavia, non vede molte differenze nel nuovo testo del progetto. Inoltre, tali emendamenti sono contrastati dai ministeri dell'economia e dell'industria. Il fatto è che oltre la metà dei nuovi negozi sono aperti a noleggio, mentre gli operatori stranieri nel formato di iper-supermercati conducono la propria costruzione.

Il quotidiano Kommersant cita Ilya Belonovsky, direttore esecutivo dell'associazione delle società di vendita al dettaglio, che la vendita al dettaglio è confusa dalle norme sullo sviluppo attraverso l'affitto. “L'obiettivo dell'emendamento è vietare le operazioni di fusione e acquisizione che potrebbero portare a un aumento della quota di mercato di oltre il 25% e consentire uno sviluppo organico silenzioso. Ma il FAS vuole prescriverlo nella legge in modo tale che il principale motore di crescita per il commercio al dettaglio - l'affitto - non sia incluso nel concetto di "organico", cioè l'attuazione dell'emendamento nella pratica sarà impossibile ", - spiegherà e spera che la formulazione alla fine sia ancora cambierà. Scrive il sito shopandmall.

Il Servizio Federale Antimonopolio (FAS) ha presentato la seconda bozza di emendamento alla legge "On Trade", secondo la quale le catene di vendita al dettaglio potranno aumentare la loro quota nella regione ...
5
1
Valutazione

Ultime notizie

L’India registra un calo nelle esportazioni di pelle

Le esportazioni di pelle e articoli in pelle sono diminuite di quasi il 2024% nell'anno fiscale terminato a marzo 10 rispetto all'anno fiscale precedente a causa della debole domanda in mercati come gli Stati Uniti e...
24.05.2024 213

Completata l'acquisizione di LLOYD Shoes da parte del gruppo svizzero Arklyz

È stata completata l'acquisizione del produttore di calzature Sulinger Lloyd Shoes GmbH da parte della società di investimento svizzera Arklyz AG. Come abbiamo scritto in precedenza, nel mese di gennaio Arklyz ha raggiunto un accordo con il proprietario, Ara AG, per l'acquisto del marchio di scarpe, comprese tutte le attività...
24.05.2024 243

La fabbrica di Astrakhan "Duna-Ast" amplierà la produzione di scarpe da ginnastica

Il produttore di calzature e abbigliamento di Astrachan' PFC Duna-Ast ha approfittato del finanziamento preferenziale del Fondo per lo sviluppo industriale e ha stanziato fondi per la riattrezzatura tecnica e l'acquisto di attrezzature speciali per la produzione di scarpe da ginnastica e...
23.05.2024 318

Versace presenta le sneakers “complesse” Mercury

Il marchio di lusso Versace lancerà uno dei suoi modelli di sneaker più interessanti a giugno, scrive Footwearnews.com. Soprannominata "Versace Mercury", la silhouette unisex presenta una struttura complessa di 86 componenti accuratamente realizzati...
23.05.2024 413

L’Italia vede un rallentamento delle esportazioni di calzature nel 2023

In Italia, le vendite all’esportazione di calzature sono gradualmente diminuite nel corso del 2023, lasciando le esportazioni di calzature di fine anno inferiori dello 0,6% in termini di valore rispetto all’anno precedente. Secondo il centro studi Confindustria...
23.05.2024 422
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio