Prospettive online
16.10.2012 2245

Prospettive online

Nel 2015 i russi spenderanno 1 miliardo di rubli per acquisti online.

Entro il 2014, il numero di utenti Internet crescerà fino a raggiungere 93,2 milioni di persone (nel 2009 era di 53,3 milioni). La penetrazione della rete entro il 2015 sarà pari al 78,1%. Il fatturato del commercio al dettaglio crescerà di 1,5 volte, da 19,1 trilioni a 28,8 trilioni di rubli, mentre il mercato dell'e-commerce sarà, secondo varie stime, da 652 a 908 miliardi di rubli. Il pubblico dei social network in Russia crescerà di 1,5 volte in due anni, fino a 76 milioni di persone.

Nel 2013, il numero di utenti che accedono a Internet da desktop e dispositivi mobili sarà uguale.

In Russia, i primi dieci negozi online sono Yulmart, Citylink, Utkonos, Exist.ru, KupiVip.ru, Ozon.ru, Otto, Holodilnik.ru, Wildberries.ru, Komus.

E le prime 80 più grandi aziende mondiali nel mercato dell'e-commerce includevano rappresentanti del fashion retail come Asos (Regno Unito), LojasRenner (Brasile), Marks & Spencer (Regno Unito), MonnariTrade (Polonia), Next (Regno Unito), OttoGroup (Germania), VistulaGroup (Polonia), Yoox (Italia), Zodiac (India), TSUM (Russia).

Questi sono i risultati di un nuovo studio "Tendenze moderne nello sviluppo della vendita al dettaglio online in fatti e cifre", preparato dal Centro per la ricerca strategica Enter.ru nell'ottobre di quest'anno.

Una delle conclusioni chiave su cui ha senso prestare attenzione è come cambierà il comportamento dei clienti. In futuro, inizieranno a prendere una decisione di acquisto basata su recensioni, commenti, consigli, recensioni di video. Gli acquirenti non sono pronti a pagare in eccesso per il premio, si concentrano sul marchio, convenienza, tempo e risparmi sui costi.

Il negozio online del futuro si adatterà al cliente. Ciò significa che aumenterà il grado di protezione dei dati, la connessione dei negozi con i geoservizi, le applicazioni mobili, gli elettrodomestici. I negozi non competeranno per il prezzo, ma per il servizio, l'usabilità, la convenienza, mentre l'interfaccia verrà adattata per ogni utente. Database e algoritmi di raccomandazione saranno notevolmente sviluppati. I negozi online diventeranno multiformato, offline e online inizieranno a intersecarsi.

I principali driver della crescita dell'e-commerce: la crescita della penetrazione di Internet, l'aumento del tempo trascorso dagli utenti sulla rete, lo sviluppo del prestito online, lo sviluppo di metodi di pagamento a distanza, la regolamentazione governativa nel campo dell'acquiring, la differenziazione dell'IVA per i pagamenti non in contanti, il consolidamento legislativo dei termini "commercio su Internet" e "Internet -shop ”, sviluppo di standard e autoregolamentazione, rilancio dell'edilizia abitativa dopo la crisi del 2008-2009. con un aumento del 6-8% annuo, un aumento del reddito disponibile e reale della popolazione, un aumento della quota della classe media, un calo della disoccupazione, i giovani cresciuti con Internet sono abituati a fare acquisti online.

Le potenziali barriere che ostacolano lo sviluppo del commercio via Internet includono: una carenza di spazi di magazzino liberi, significativi tempi di consegna anche alle grandi città, un basso livello di sicurezza dei dati personali, incertezza sull'affidabilità del venditore, complessità delle operazioni di scambio con pagamenti senza contanti (fino a 30 giorni) , tasso di crescita annuale della fertilità nel periodo 2009-2011 meno dell'1% e continuano a diminuire in seguito a un generale declino della popolazione.

Basato su materiali dal sito analpa.ru.

Nel 2015 i russi spenderanno 1 miliardo di rubli per gli acquisti online. Entro il 2014, il numero di utenti Internet crescerà fino a 93,2 milioni (nel 2009 era di 53,3 milioni). Penetrazione web entro il 2015 ...
5
1
Valutazione

Ultime notizie

Chloé torna agli anni '70 e include le zeppe nella collezione

Zeppe, zoccoli, scarpe con frange, sandali in pelle e zoccoli borchiati abbinati al denim in abiti e gonne lunghe con volant: ecco come è apparsa la collezione Chloé autunno 2024 sulla passerella della Fashion Week di...
01.03.2024 175

In calo i volumi di produzione delle calzature in Italia

Secondo i dati del Centro Formazione Confindustria Moda, nel 2023 in Italia sono state prodotte 148 milioni di paia di scarpe, l’8,6% in meno rispetto all’anno precedente. Inoltre, questa cifra è lontana dai 179 milioni di coppie che erano...
29.02.2024 145

Wildberries costruirà un grande centro logistico in Carelia

Wildberries costruirà un centro logistico a Petrozavodsk. Può diventare il più grande centro logo per un rivenditore online nella regione nordoccidentale, riferisce RBC...
28.02.2024 322

Adidas continua a rilasciare prodotti con il marchio Yeezy

La tedesca Adidas ha annunciato ulteriori rilasci della sua gamma Yeezy, con una serie di prodotti esistenti che saranno resi disponibili a livello globale in più fasi nelle prossime settimane, scrive...
28.02.2024 342

Street Beat ha aperto un negozio a Tula

La catena di negozi Street Beat ha aperto per la prima volta un negozio a Tula nel centro commerciale Gostiny Dvor. La superficie del negozio è di 300 mq. metri.
27.02.2024 457
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio