Rieker
I rivenditori entrano nei mercati esteri in risposta all'instabilità economica globale
16.11.2011 1661

I rivenditori entrano nei mercati esteri in risposta all'instabilità economica globale

Un numero crescente di rivenditori e investitori entra nei mercati internazionali e inizia a svilupparsi in altri paesi sotto l'influenza dell'instabile situazione economica in Europa. Lo afferma il rapporto Cushman & Wakefield "Cosa attende la vendita al dettaglio in Europa nel 2012?".

Gli analisti di Cushman & Wakefield prevedono che l'espansione internazionale sarà una priorità per molti rivenditori nel 2012. Si noti che le catene di vendita al dettaglio sono ancora molto caute, considerando per lo sviluppo solo le migliori vie commerciali e centri commerciali delle grandi città e valutando attivamente il portafoglio immobiliare esistente, al fine di ridurre i costi e aumentare i profitti. Tuttavia, sono apparse reti più fedeli al rischio, pronte a considerare non solo i mercati emergenti, ma anche le città di medie dimensioni nei paesi sviluppati.

I rivenditori si concentrano sulla ricerca di locali situati non solo nei posti migliori, ma anche per soddisfare i requisiti moderni per decisioni di pianificazione efficaci, rispetto dell'ambiente e attrezzature tecniche. Il rapporto sottolinea la crescente carenza di tale offerta, che è in aumento solo a causa di una nuova tendenza: l'acquisto di locali al dettaglio da parte dei rivenditori. Una tendenza simile sta guadagnando slancio a Londra e Milano, dove rivenditori come Inditex, Chanel, LVMH preferiscono possedere spazi commerciali. Il volume limitato di nuove costruzioni non faciliterà inoltre l'ingresso dei rivenditori in nuovi mercati. Il volume del nuovo spazio commerciale annunciato nel 2011 in Europa a 6,8 milioni di metri quadrati è probabilmente inferiore a causa di ritardi nella costruzione. Si prevede che nel 2012 in Europa saranno costruiti 5,8 milioni di metri quadrati di spazio commerciale.

Sempre più rivenditori si stanno allontanando dal concetto "tradizionale" del negozio, offrendo ai consumatori un diverso livello di interazione con il marchio, sottolineano gli analisti. In alcune città, le specifiche tecniche (canali Internet dedicati, capacità elettriche) stanno diventando importanti quanto la posizione, i trasporti e l'accessibilità visiva. L'offerta di tali locali è catastroficamente piccola, il che si riflette nella crescita dei tassi.

Secondo il rapporto, nel prossimo futuro, le vendite via Internet e il cosiddetto m-commerce (vendite tramite dispositivi mobili) verranno alla ribalta. Allo stesso tempo, per alcune catene di negozi al dettaglio i negozi online sono un modo per "sondare" un nuovo mercato per se stessi, per altri, il supporto per la rete esistente. In Russia e Cina, il trading online rappresenta una percentuale relativamente piccola del fatturato commerciale, che è associata ai problemi legati alla protezione delle transazioni e alle infrastrutture sottosviluppate, ma questi mercati hanno un grande potenziale per lo sviluppo del trading online e mobile.

Secondo i risultati dell'anno, si prevede che l'investimento totale in immobili al dettaglio in Europa ammonterà a 47 miliardi di euro, il 7,5% in più rispetto al 2010. Nel 2012, il 10-15% in più sarà investito in immobili commerciali al dettaglio in Europa, circa 47 miliardi di euro. Tuttavia, il mercato è più polare che mai, sia in termini di rischio (reale o atteso), sia in termini di rendimento e valore attesi.

Un numero crescente di rivenditori e investitori entra nei mercati internazionali e inizia a svilupparsi in altri paesi sotto l'influenza dell'instabile situazione economica in Europa.
5
1
Valutazione
Midinblu

Ultime notizie

La pandemia ha mandato Peter Kaiser a rischio di bancarotta

Peter Kaiser ha presentato una petizione al tribunale distrettuale di Pirmasens per sviluppare un piano d'azione per evitare procedure di fallimento. Secondo i manager dell'azienda, Peter Kaiser ha portato a uno stato di quarantena pre-fallimento in ...
17.09.2020 190

Vans svela la collaborazione con il MoMA di New York

Il design della collezione Vans x MoMA, composta da scarpe, vestiti e accessori, si ispira alle opere di artisti eccezionali presentati al MoMA Museum, tra cui Salvador Dalì, Wassily Kandinsky, Lyubov Popova, Claude Monet, Edvard Munch, Jackson ...
17.09.2020 302

Nella linea di zoccoli Crocs sono comparsi modelli caldi

Come abbiamo scritto in precedenza, il marchio americano ha notato una crescita esplosiva delle vendite dei suoi zoccoli durante i mesi estivi di quarantena e, a quanto pare, per non perdere lo slancio, ha deciso di offrire ai consumatori una versione autunnale del suo popolare modello.
17.09.2020 295

La collezione Swims aggiunge nuovi ombrelli in canna

Con l'inizio dell'autunno e della stagione delle piogge, il marchio norvegese di scarpe in gomma Swims ha tradizionalmente intensificato le sue attività, aggiungendo nuove calzature e accessori alla sua collezione. Questa volta la collezione è stata reintegrata con una nuova linea di ombrelli in ...
15.09.2020 362

I ricavi del Gruppo di società Obuv Rossii nel primo semestre 2020 sono diminuiti del 26,4%

I ricavi del gruppo di società Obuv Rossii nella prima metà del 1 sono diminuiti del 2020% a 26,4 miliardi di RUB. rispetto a 3,963 miliardi di rubli. nella prima metà del 5,384. • La perdita netta è stata di 1 miliardi di RUB, afferma il rapporto finanziario del gruppo di società Obuv Rossii.
15.09.2020 515
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio