L'unione doganale può raddoppiare i dazi all'importazione
13.10.2011 3163

L'unione doganale può raddoppiare i dazi all'importazione

La Bielorussia propone di raddoppiare i dazi all'importazione sulle calzature in pelle per i paesi dell'Unione doganale - fino al 20% del costo di consegna. Le importazioni legali forniscono fino al 60% del consumo di calzature in Russia e le nuove tariffe porteranno a un aumento del fatturato ombra, i venditori sono preoccupati.

La Bielorussia ha presentato ricorso alla Commissione dell'Unione doganale (CCC) con una richiesta di aumentare i dazi doganali sulle scarpe di cuoio, ha dichiarato Natalya Demidova, direttore generale della National Shoe Union. L'appello è stato firmato dal viceministro degli affari esteri della Bielorussia Alexander Guryanov. Dal 2009, l'importazione di scarpe di cuoio nei paesi dell'Unione (Russia, Bielorussia e Kazakistan) è soggetta a un dazio del 10% sul costo della consegna, ma non inferiore a 1,8 euro al paio. Ora la parte bielorussa si offre di importare dagli importatori fino al 20% del costo delle scarpe, ma non meno di 2,7 euro al paio. L'aumento del dazio dovrebbe proteggere i produttori dei tre paesi, gli autori del ricorso sono sicuri. Un aumento è possibile dopo il 1 ° gennaio 2012: prima di tale data, l'unione doganale ha introdotto una moratoria sulle modifiche alle tariffe.

Secondo Natalia Demidova, il CCC ha programmato un incontro sulla questione dell'aumento delle tasse. Il portavoce del CCC Sergei Tkachuk ha dichiarato che il prossimo incontro si terrà il 18 ottobre.

Secondo la National Shoe Union, il mercato calzaturiero in Russia nel 2010 ammontava a 570 milioni di paia, di cui 335,8 milioni di paia erano importazioni ufficiali, 63,1 milioni di paia erano scarpe domestiche, il resto veniva portato illegalmente con prodotti (circa il 30%) . Pertanto, la produzione nazionale copre solo il 10% delle esigenze dei russi. L'industria calzaturiera del paese si sta sviluppando lentamente. La produzione di scarpe in pelle per sette anni - dal 2003 al 2010 - è cresciuta solo del 13% (dati forniti dal Servizio statale federale fornito dalla National Shoe Union).

Con i volumi esistenti di produzione interna in Russia, un aumento dei dazi porterà a un aumento delle importazioni ombra, la signora Demidova è sicura. Anche l'attuale dazio doganale è "caro", secondo lei, oltre ad essa, l'importatore paga anche l'IVA (18%) e paga lo sdoganamento (circa l'1% in più). I nuovi compiti da soli non contribuiranno alla crescita della produzione in Russia, concorda Alexander Bayer, CEO e co-proprietario della catena di scarpe Alba. Le scarpe dei produttori russi e bielorussi sono famose per la loro bassa qualità, quindi le catene di vendita al dettaglio preferiscono portare analoghi dalla Cina o dall'Italia, spiega l'uomo d'affari. Se il dazio viene portato al 20%, il prezzo al dettaglio delle scarpe in pelle nei negozi russi aumenterà del 40%, ha affermato Bayer. Lo scrive il quotidiano "Kommersant".

La Bielorussia propone di raddoppiare i dazi all'importazione sulle calzature in pelle per i paesi dell'Unione doganale - fino al 20% del costo ...
5
1
Valutazione

Ultime notizie

Equilibrio della moda

Il successo delle vendite di scarpe della collezione CAPRICE PRIMAVERA/ESTATE 2024 nei negozi dei clienti è diventato la chiave per un inizio di successo delle vendite della collezione PRIMAVERA/ESTATE...
23.07.2024 200

LIMÉ ha aperto un flagship in un palazzo a Kuznetsky Most

Il flagship store della vendita al dettaglio di abbigliamento russa LIMÉ è stato aperto su cinque piani di un antico palazzo costruito nel 1903 in via Kuznetsky Most a Mosca. Il negozio occupava lo spazio dell'ex flagship Nike. E anche prima negli anni Quaranta. Qui…
23.07.2024 234

Rendez-Vous ha lanciato una promozione incrociata con Ile de Beaute

Il rivenditore di scarpe russo Rendez-Vous continua a lanciare promozioni incrociate con diverse aziende del settore della vendita al dettaglio. Uno dei partner abituali di Rendez-Vous è la catena di cosmetici “Ile de Beaute”. Due marchi...
23.07.2024 243

Tom Ford cambia direttore creativo

Peter Hawkings, vice di lunga data di Tom Ford che ha assunto la direzione creativa del marchio nel 2023, ha lasciato l'attività, scrive BOF, citando una dichiarazione della società Estée Lauder. Un successore sarà annunciato nel "prossimo futuro" -...
22.07.2024 387

Balenciaga promuove Rodeo Bag con l'aiuto di attrici tre stelle

La campagna pubblicitaria per il marchio di lusso Balenciaga Rodeo Bag è stata lanciata il 18 luglio. I suoi personaggi principali erano tre attrici: Isabelle Huppert, Kim Kardashian e Naomi...
22.07.2024 383
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio