Rieker
I rivenditori online occidentali imparano il russo
07.03.2012 2453

I rivenditori online occidentali imparano il russo

I consumatori russi stanno diventando un pubblico sempre più desiderabile per le grandi società di vendita al dettaglio online internazionali. I rivenditori su Internet stanno prestando sempre maggiore attenzione al promettente mercato russo per loro e stanno lanciando nuovi progetti internazionali con un occhio alla Russia. Tuttavia, i ricercatori osservano che i problemi con la logistica in Russia ostacolano lo sviluppo più attivo del commercio online.

Una delle più grandi aziende in Europa che vendono abbigliamento di marca via Internet, l'italiana Yoox, sta lanciando una nuova piattaforma di trading rivolta anche ai consumatori russi. Come affermato nel sondaggio di dicembre di PwC, che ha intervistato circa 2mila utenti Internet russi attivi, il 92% di loro acquista almeno occasionalmente beni tramite Internet - nel 2009, l'80% di loro. Secondo il Ministero delle comunicazioni della Federazione Russa, se nel dicembre 2009 i cittadini russi hanno ricevuto circa 100 mila pacchi e 200 mila piccoli pacchi, nel dicembre 2011 - già 300 mila pacchi e circa 1 milione di pacchi. Tutta questa corrispondenza non è un regalo di parenti stranieri: si tratta di acquisti di cittadini russi in negozi online stranieri. Gli acquirenti nazionali che non sono soddisfatti dei prezzi elevati dei prodotti di marca nei negozi russi acquistano sempre più articoli alla moda all'estero tramite Internet. Il boom è stato anche trainato dalla proliferazione di carte bancarie e Internet a banda larga in Russia, nonché dalla liberalizzazione della legislazione doganale.

Inizialmente, dozzine di piccole aziende e commercianti privati ​​offrivano servizi di riacquisto e spedizione, chiedendo il 15-20% dell'importo dell'ordine per il loro lavoro. Il primo grande rivenditore Shipito è stato fondato nel 2007 negli Stati Uniti. L'azienda ha ora quattro magazzini in America, uno a Hong Kong e uno a Shenzhen (Cina). Ora, secondo l'azienda, il 89% degli 40mila utenti sono russi. Oltre a Shipito, Shopfans è anche tra i principali operatori che si rivolgono alla Russia e alla CSI. L'azienda, aperta a dicembre 2010, ha elaborato entro la fine del 2011 circa 2mila pacchi in entrata e fino a 400 pacchi in uscita al giorno. Questo non è molto inferiore al volume totale del suo principale concorrente Shipito.

Ci sono ancora pochi negozi online stranieri che vendono abbigliamento di marca che si concentrano consapevolmente sulla Russia, ma i loro affari qui stanno attivamente guadagnando slancio. Prima di tutto, questi sono Asos britannici e Yoox italiani. Entrambi hanno un ricco set di marchi in diverse categorie di prezzo, nonché la possibilità di consegna gratuita in Russia.

Questa settimana Yoox lancia un nuovo progetto internazionale, shoescribe.com, che vende online scarpe da donna premium. Al momento dell'inaugurazione nel negozio saranno disponibili più di 100 marchi noti, tra cui Sergio Rossi, Vicini, ecc. organizzazione di un servizio in lingua russa per lavorare con i consumatori via e-mail e accordi di consegna speciali tramite EMS "Russian Post".

Il gruppo Yoox è stato fondato nel 2000 e possiede diversi negozi online multimarca, oltre a numerosi negozi monomarca come Armani.com e Diesel.com. La società ha uffici in Europa, Stati Uniti, Giappone, Cina e sede in Italia. I negozi del gruppo Yoox effettuano consegne in oltre 100 paesi.

Tuttavia, i ricercatori osservano che, nonostante il crescente interesse reciproco dei consumatori russi e dei rivenditori online occidentali, sussistono ancora alcuni ostacoli allo sviluppo più attivo del mercato commerciale di Internet in Russia, prima di tutto, si tratta di un'infrastruttura debole che impedisce la pronta consegna delle merci. Solo il 12% degli utenti di Internet in Russia acquista beni online ogni settimana, rispetto al 28% nel Regno Unito. “Se confrontiamo i tassi di penetrazione di Internet e della vendita al dettaglio online nelle regioni russe, vedremo un ritardo significativo dietro le grandi città. E uno dei motivi principali è la logistica ”, ha affermato Vardan Gasparyan, senior manager di PwC Russia. Poiché la ferrovia è abbastanza spesso l'unico mezzo disponibile per il trasporto di merci, gli acquirenti spesso devono attendere merci per settimane, il che rende lo shopping su Internet meno attraente rispetto al centro commerciale più vicino. A loro volta, i rivenditori russi, secondo Vardanyan, lo scarso sviluppo delle infrastrutture in Russia impedisce l'espansione in regioni dove, secondo il ricercatore, esiste un potenziale significativo per la crescita delle vendite al dettaglio. È stato riferito da Kommersant-Online'.
I consumatori russi stanno diventando un pubblico sempre più desiderabile per le grandi società di vendita al dettaglio online internazionali. I rivenditori su Internet prestano sempre più attenzione ...
5
1
Valutazione

Ultime notizie

Salvatore Ferragamo ha cambiato il logo

Il marchio italiano di calzature e accessori di lusso Salvatore Ferragamo, seguendo l'ultima tendenza delle maison di alta moda, ha abbreviato il suo nome, lasciando nel logo solo il nome del suo fondatore...
23.09.2022 159

Geox ha presentato una nuova collezione alla Milano Fashion Week

Il marchio italiano Geox, noto per le sue "scarpe traspiranti" tecnologiche, continua a sviluppare e rafforzare la direzione delle scarpe eleganti nel design. Nella collezione donna della stagione primavera-estate 2023, presentata alla Milano Fashion Week,…
23.09.2022 155

A Samara aprirà il più grande grande magazzino di designer russi SLAVA

Il 24 settembre aprirà a Samara il grande magazzino SLAVA che occuperà i locali del negozio Bershka, marchio che ha smesso di commerciare in Russia. Su una superficie di 1 mq. metri, verranno presentate collezioni di marchi russi alla moda di diverse regioni ...
22.09.2022 246

ECCO ha aperto un negozio pop-up nel grande magazzino Tsvetnoy

Il nuovo spazio pop-up del marchio di calzature danese ECCO nel grande magazzino di Mosca Tsvetnoy presenta una collezione di borse e accessori Ecco Leather Goods. Il pop-up shop sarà aperto fino alle 5...
21.09.2022 197

Prada acquista una partecipazione nella conceria toscana Superior

La holding italiana del lusso Prada Group ha annunciato l'acquisizione del 43,65% del capitale della conceria toscana Superior, specializzata nella lavorazione della pelle di vitello. L'importo della transazione è...
21.09.2022 361
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio