Rieker
Il 21% delle aziende prevede di aumentare i costi immobiliari nel 2011
19.04.2011 2118

Il 21% delle aziende prevede di aumentare i costi immobiliari nel 2011

Il 21% delle aziende prevede di aumentare i costi immobiliari nel 2011. Questa conclusione è stata raggiunta dagli specialisti di GVA Sawyer a seguito di quelli dell'azienda II ricerca annuale della domanda di immobili per ufficio di alta qualità.

Al fine di identificare il rapporto tra le caratteristiche economiche generali delle società, i loro piani per i prossimi sei mesi a un anno e la domanda di immobili per ufficio, GVA Sawyer e uno studio legale DLA Pifferaio condotto un sondaggio tra le grandi aziende di Mosca e San Pietroburgo, tipiche locatarie di uffici. Sono state intervistate società finanziarie, finanziarie e di investimento, nonché società del settore commerciale, delle materie prime, manifatturiere, delle costruzioni e di altri settori.

"Il confronto con i risultati del precedente sondaggio condotto nella primavera del 2010, ci consente di parlare della crescita dell'ottimismo nello sviluppo delle aziende a Mosca e San Pietroburgo", afferma Vyacheslav Fadeev, capo del dipartimento Società di consulenza del dipartimento marketing GVA Sawyer. "Il calo dei ricavi è quasi terminato, c'è stato un aumento del costo dei beni immobili per ufficio, non solo in relazione all'aumento dei tassi, ma anche con la necessità di sviluppare un business".

Come risultato dello studio, è emerso che nel corso dell'anno il 53% delle aziende ha aumentato le entrate, il 38% è rimasto allo stesso livello. Solo il 9% delle aziende intervistate ha ridotto le proprie entrate.

L'anno prossimo, il 74% degli intervistati prevede di aumentare le entrate della propria azienda. Nessuno degli intervistati si aspettava una riduzione delle entrate.

L'aumento dei costi immobiliari nell'ultimo anno è avvenuto nel 28% delle società. Circa il 19% delle aziende ha ridotto la spesa per immobili per ufficio. È interessante notare che nella primavera del 2010 (durante I sondaggio) prevede di aumentare la spesa solo il 6% delle aziende, ma in realtà ha aumentato la spesa nel settore immobiliare di circa il 28%. Va notato che solo il 2% ha aumentato la spesa a causa di un aumento della tariffa di noleggio e il 24% a causa di un ulteriore contratto di locazione o acquisto di spazio.

Ora il 21% delle aziende prevede di aumentare i costi di proprietà nei prossimi sei mesi o un anno. Nella primavera del 2010 c'erano solo il 6% di tali società.

Fondamentalmente, l'aumento dei costi immobiliari è pianificato dalle società del settore B2B e commerciale. Inoltre, se l'8% delle società del settore B2B ha assunto una crescita precedente dei costi di noleggio, ora è del 30%.

I dati ottenuti a seguito del sondaggio ci consentono di concludere che l'attività dei rivenditori e delle aziende del settore B2B, che sono più veloci di altre in ripresa dalla crisi e necessitano di nuove aree, è aumentata rispetto allo scorso anno.

Il prossimo sondaggio è previsto per la fine del 2011.

Certificato

Dipartimento di intermediazione Sawyer GVA esiste dal 1996, opera in tutta la Russia e svolge operazioni di affitto e vendita in tutti i segmenti di immobili commerciali.

Il 21% delle aziende prevede di aumentare i costi immobiliari nel 2011. Questa conclusione è stata raggiunta dagli specialisti di GVA Sawyer a seguito della II ricerca annuale della domanda di ...
5
1
Valutazione
Midinblu

Ultime notizie

Hermes apre una nuova fabbrica di pelletteria in Francia

Il nuovo stabilimento Hermes aprirà in Francia nella regione dell'Alvernia e sarà il settimo hub della pelle per il marchio di lusso francese. Entro il 2025 verranno creati 250 nuovi posti di lavoro in Alvernia.
24.09.2020 84

Infoline: Il pubblico degli acquirenti Internet attivi in ​​Russia è cresciuto di 12 milioni di persone.

L'agenzia di analisi Infoline ha contato il pubblico di acquirenti Internet attivi in ​​Russia. Secondo Ivan Fedyakov, direttore generale di Infoline, ci sono 63 milioni di persone, che corrisponde al numero di economicamente attivi ...
24.09.2020 85

Zalando ha aggiunto una sezione per la vendita di oggetti di seconda mano

Zalando, il più grande rivenditore online in Europa che vende esclusivamente prodotti di moda, ha aggiunto una sezione Zalando Usato di seconda mano. L'idea principale è che i clienti Zalando scambino vestiti e scarpe che ...
23.09.2020 128

Tamaris lancia un negozio online in Russia

A settembre 2020, il marchio tedesco di calzature Tamaris lancia un negozio online ufficiale per gli acquirenti russi.
23.09.2020 244

UNITED COLORS OF BENETTON apre negozi in Russia in un nuovo formato

United Colors of Benetton annuncia l'apertura di negozi in Russia nel nuovo format Light Colors. Questo è un altro passo di una nuova strategia di marca volta a trasformare i negozi in spazi di colore, luce e innovazione. Atmosfera accogliente, ...
23.09.2020 247
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio