Rieker
I produttori di scarpe iraniani chiedono sostegno statale
16.06.2011 3062

I produttori di scarpe iraniani chiedono sostegno statale

Ali Lashgari, vicepresidente del consiglio di amministrazione dell'azienda calzaturiera, ha affermato che l'industria calzaturiera del paese, che impiega circa 1 milione di persone, ha bisogno del sostegno del governo, in particolare, per ridurre o abolire determinate tasse. Lo riporta l'agenzia Riamoda con riferimento a Iran News.

Ali Lashgari ha osservato che l'importazione di scarpe non può causare danni significativi all'industria, tuttavia è importante che i produttori non abbiano altri problemi, come l'aumento dei prezzi delle materie prime e numerose tasse.

Secondo Ali Lashgari, oggi il costo delle materie prime ha raggiunto il 39,2% del prezzo dei prodotti finiti e questo porta ad un aumento del costo finale delle scarpe. L'aumento dei prezzi delle materie prime crea problemi principalmente per i produttori, poiché non possono ridurre i loro costi di produzione e, allo stesso tempo, consegnare i prodotti al mercato a un prezzo inferiore al loro costo finale reale.

Ali Lashgari ha ricordato che attualmente il volume della produzione di calzature supera le esigenze interne del paese e il governo, avendo assunto determinati obblighi, può porre fine all'importazione di scarpe cinesi di bassa qualità.

Gli iraniani hanno già capito che le scarpe cinesi non sono di alta qualità e si rifiutano di acquistarle. Le calzature cinesi vengono introdotte clandestinamente nel mercato iraniano. Per quanto riguarda l'importazione di scarpe, oggi, attraverso canali ufficiali, questi prodotti vengono forniti dalla Turchia, dal Vietnam e da alcuni paesi dell'Asia orientale.

Ali Lashgari ha affermato che le scarpe iraniane vengono esportate in paesi come l'Afghanistan, l'Iraq, gli Emirati Arabi Uniti e l'Arabia Saudita e ha sottolineato che i produttori di scarpe iraniani hanno in programma di produrre prodotti conformi agli standard europei per iniziare a spedirli in Europa.

Ali Lashgari, vice presidente del consiglio di amministrazione dell'azienda calzaturiera, ha affermato che l'industria calzaturiera del paese, che impiega circa 1 milione di persone, ha bisogno di uno stato ...
5
1
Valutazione

Ultime notizie

Il Bangladesh registra una crescita delle esportazioni di pelle e prodotti in pelle

Da luglio 2021 ad aprile 2021, le esportazioni di pelletteria e pelletteria del Bangladesh sono state di 2022 miliardi di dollari, con un aumento del 1,01% delle esportazioni rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, secondo l'annuario analitico World Footwear 33. Vicino…
27.05.2022 168

La borsa in pelle Mushroom è apparsa nella collezione Stella McCartney

Un sostituto della pelle naturale, Mylo, un materiale innovativo a base di micelio, l'apparato radicale dei funghi, sta guadagnando popolarità nel mondo della moda. Questo materiale è stato notato anche dal noto protettore degli animali e dall'ecologia degli inglesi ...
27.05.2022 168

Una nuova collaborazione è stata rilasciata dal Dr. Martens x Supreme

La nuova collezione del brand di streetwear americano Supreme e dell'azienda di scarpe britannica Dr. Martens, nota soprattutto per i suoi stivali indistruttibili della classe operaia, celebra ancora una volta le Martens...
27.05.2022 190

Nike lascia la Russia

Secondo Vedomosti, Nike, uno dei principali produttori americani di abbigliamento sportivo e calzature, sta riducendo le vendite in Russia.
26.05.2022 235

Iscriviti ai nostri social network

Cari lettori di Shoes Report, colleghi e partner, partecipanti alla mostra Euro Shoes! Il nostro spazio informativo oggi, dove pubblichiamo notizie del settore calzaturiero, mostre di Shoes Report, articoli di esperti, contenuti utili e fotografici, è il sito web di Shoes...
25.05.2022 292
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio