Rieker
I produttori di scarpe iraniani chiedono sostegno statale
16.06.2011 2641

I produttori di scarpe iraniani chiedono sostegno statale

Ali Lashgari, vicepresidente del consiglio di amministrazione dell'azienda calzaturiera, ha affermato che l'industria calzaturiera del paese, che impiega circa 1 milione di persone, ha bisogno del sostegno del governo, in particolare, per ridurre o abolire determinate tasse. Lo riporta l'agenzia Riamoda con riferimento a Iran News.

Ali Lashgari ha osservato che l'importazione di scarpe non può causare danni significativi all'industria, tuttavia è importante che i produttori non abbiano altri problemi, come l'aumento dei prezzi delle materie prime e numerose tasse.

Secondo Ali Lashgari, oggi il costo delle materie prime ha raggiunto il 39,2% del prezzo dei prodotti finiti e questo porta ad un aumento del costo finale delle scarpe. L'aumento dei prezzi delle materie prime crea problemi principalmente per i produttori, poiché non possono ridurre i loro costi di produzione e, allo stesso tempo, consegnare i prodotti al mercato a un prezzo inferiore al loro costo finale reale.

Ali Lashgari ha ricordato che attualmente il volume della produzione di calzature supera le esigenze interne del paese e il governo, avendo assunto determinati obblighi, può porre fine all'importazione di scarpe cinesi di bassa qualità.

Gli iraniani hanno già capito che le scarpe cinesi non sono di alta qualità e si rifiutano di acquistarle. Le calzature cinesi vengono introdotte clandestinamente nel mercato iraniano. Per quanto riguarda l'importazione di scarpe, oggi, attraverso canali ufficiali, questi prodotti vengono forniti dalla Turchia, dal Vietnam e da alcuni paesi dell'Asia orientale.

Ali Lashgari ha affermato che le scarpe iraniane vengono esportate in paesi come l'Afghanistan, l'Iraq, gli Emirati Arabi Uniti e l'Arabia Saudita e ha sottolineato che i produttori di scarpe iraniani hanno in programma di produrre prodotti conformi agli standard europei per iniziare a spedirli in Europa.

Ali Lashgari, vice presidente del consiglio di amministrazione dell'azienda calzaturiera, ha affermato che l'industria calzaturiera del paese, che impiega circa 1 milione di persone, ha bisogno di uno stato ...
5
1
Valutazione

Ultime notizie

Lamoda raddoppierà il suo personale IT

Nel prossimo futuro verranno aperti circa 400 posti vacanti nello stato del rivenditore online russo Lamoda a causa della rapida crescita del business, - si legge nel comunicato stampa ufficiale ...
14.04.2021 53

I risultati del ciclo di fiere internazionali di scarpe e accessori SHOESSTAR - presentazione delle collezioni autunno-inverno 2021/2022.

Dai primi giorni di marzo 2021 fino alla fine del mese, una serie di mostre di scarpe SHOESSTAR hanno nuovamente spazzato via dalla Crimea all'Estremo Oriente.
14.04.2021 124

Il volume delle importazioni di calzature russe è aumentato all'inizio del 2021.

Secondo le statistiche doganali, il volume delle importazioni di calzature russe da paesi non CSI nel marzo 2021 ammontava a $ 312,2 milioni. Nel marzo 2020, questa cifra ammontava a $ 227,9 milioni. La crescita delle importazioni di calzature nel marzo 2021 rispetto a marzo 2020 ...
14.04.2021 183

Nike ha iniziato ad accettare vecchie scarpe per il riciclaggio e il restauro

Nike continua a lavorare per estendere la durata delle sue calzature e annuncia il lancio di Nike Refurbished. Nell'ambito del programma, sarà possibile restituire vecchie scarpe Nike per la riparazione o ... nella vendita al dettaglio del marchio.
14.04.2021 144

Under Armour abbassa la suola in gomma

Il marchio americano di attrezzature sportive Under Armour ha rilasciato un nuovo modello di scarpe da corsa che utilizzano l'innovativa tecnologia UA Flow, che elimina completamente la suola in gomma, riducendo così mediamente il peso delle sneakers ...
13.04.2021 148
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio