shoesstar
Il Natale 2011 è stato il peggiore per i rivenditori italiani in 10 anni
29.12.2011 1669

Il Natale 2011 è stato il peggiore per i rivenditori italiani in 10 anni

Il Natale 2011 è stato il peggiore per il profitto dei rivenditori italiani negli ultimi 10 anni, poiché le misure per salvare le autorità del paese nella lotta contro la crisi del debito hanno provocato una riduzione della spesa dei consumatori, segue i dati dell'organizzazione di ricerca italiana Codacons. In particolare, secondo le stime dell'azienda, le spese natalizie per persona in Italia sono state in media di soli 48 euro, che è inferiore alla media degli ultimi 5 anni. Allo stesso tempo, il maggiore impatto è stato sul settore calzaturiero e dell'abbigliamento, dove le vendite natalizie sono diminuite del 30% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Inoltre, la società è preoccupata per l'imminente stagione dei saldi invernali a gennaio. "Sarà un fallimento", citano le parole del presidente Codacons Carlo Rienzi nel messaggio. - Le famiglie non hanno l'opportunità di spendere soldi per beni non essenziali, anche con sconti stagionali. La diminuzione degli acquisti dei consumatori può raggiungere il 30-40% rispetto allo scorso anno ".

Giovedì scorso, la camera alta del parlamento italiano (Senato) ha adottato misure anticrisi proposte dal governo di Mario Monti volte a stabilizzare la situazione economica del Paese. Le misure anticrisi per un importo di 33 miliardi di euro per i prossimi tre anni sono state approvate dal governo all'inizio di dicembre e adottate dalla Camera dei deputati il ​​17 dicembre. Includono una serie di passaggi volti a raggiungere il bilancio in pareggio dell'Italia nel 2013.
Secondo gli esperti dell'organizzazione di ricerca Federconsumatori, un piano di risparmio di budget costerà 1,129 mila euro per ogni famiglia italiana.

Il livello di fiducia dei consumatori in Italia a dicembre è sceso al livello più basso negli ultimi 16 anni, mentre il PIL del paese nel terzo trimestre è diminuito dello 0,2% rispetto al trimestre precedente. Allo stesso tempo, le autorità del paese prevedono un ulteriore declino dell'economia italiana, il che potrebbe significare una quarta recessione dal 2001. Pertanto, un paese può tornare alla crescita del PIL solo nella seconda metà del 2012. È stato riferito da RIA Novosti.

Il Natale 2011 è stato il peggiore per il profitto dei rivenditori italiani negli ultimi 10 anni, poiché le misure per salvare le autorità del paese nella lotta contro la crisi del debito hanno provocato una riduzione ...
5
1
Valutazione
Midinblu

Ultime notizie

La pandemia ha mandato Peter Kaiser a rischio di bancarotta

Peter Kaiser ha presentato una petizione al tribunale distrettuale di Pirmasens per sviluppare un piano d'azione per evitare procedure di fallimento. Secondo i manager dell'azienda, Peter Kaiser ha portato a uno stato di quarantena pre-fallimento in ...
17.09.2020 126

Vans svela la collaborazione con il MoMA di New York

Il design della collezione Vans x MoMA, composta da scarpe, vestiti e accessori, si ispira alle opere di artisti eccezionali presentati al MoMA Museum, tra cui Salvador Dalì, Wassily Kandinsky, Lyubov Popova, Claude Monet, Edvard Munch, Jackson ...
17.09.2020 248

Nella linea di zoccoli Crocs sono comparsi modelli caldi

Come abbiamo scritto in precedenza, il marchio americano ha notato una crescita esplosiva delle vendite dei suoi zoccoli durante i mesi estivi di quarantena e, a quanto pare, per non perdere lo slancio, ha deciso di offrire ai consumatori una versione autunnale del suo popolare modello.
17.09.2020 236

La collezione Swims aggiunge nuovi ombrelli in canna

Con l'inizio dell'autunno e della stagione delle piogge, il marchio norvegese di scarpe in gomma Swims ha tradizionalmente intensificato le sue attività, aggiungendo nuove calzature e accessori alla sua collezione. Questa volta la collezione è stata reintegrata con una nuova linea di ombrelli in ...
15.09.2020 313

I ricavi del Gruppo di società Obuv Rossii nel primo semestre 2020 sono diminuiti del 26,4%

I ricavi del gruppo di società Obuv Rossii nella prima metà del 1 sono diminuiti del 2020% a 26,4 miliardi di RUB. rispetto a 3,963 miliardi di rubli. nella prima metà del 5,384. • La perdita netta è stata di 1 miliardi di RUB, afferma il rapporto finanziario del gruppo di società Obuv Rossii.
15.09.2020 410
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio