Soho
In Russia, 20 mila punti in franchising
10.11.2010 3090

In Russia, 20 mila punti in franchising

Più di 70 rappresentanti di dettaglianti, associazioni e piccole imprese si sono riuniti il ​​29 ottobre al Second ShopAndMall.Ru conferenza sul franchising al dettaglio. Il leitmotiv è stata la discussione sulle prospettive del franchising, sia per i franchisor che per gli imprenditori-franchisee. Si è detto molto meno sulla crisi che alla prima conferenza di questo tipo in primavera.

Questa volta una discussione particolarmente accesa ruotava attorno al tema del finanziamento di un'attività in franchising. Un nuovo strumento finanziario per gli affiliati è stato proposto da Andrey Litvinov, vicepresidente senior di Probusinessbank. Malkhaz Alasania, direttore del dipartimento franchising della società “G.M.R. Pianeta dell'ospitalità ”. Il discorso del presidente del Tomsk Club of Young Entrepreneurs Pavel Podlipsky ha provocato una reazione ambigua. Secondo lui, il franchising nelle regioni remote è agli inizi, e nelle piccole città non lo sanno affatto, in particolare, a causa della mancanza di risorse amministrative e finanziarie da parte degli imprenditori regionali.

Alla seconda conferenza sul franchising al dettaglio, ShopAndMall.Ru, CEO di EMTG, membro del consiglio di amministrazione della Russian Franchising Association (RAF), Ekaterina Soyak, ha parlato dello stato del franchising nel paese nel periodo post-crisi. Secondo la RAF, ora la Russia è uno dei paesi leader in termini di sviluppo del franchising, ma siamo ancora lontani dalle potenze leader in termini di franchising.

Ci sono 485 franchisor e oltre 20mila punti vendita in franchising in Russia. Secondo questi indicatori, il nostro Paese è appena davanti alla Grecia, la cui popolazione è più di 10 volte inferiore. Il Paese leader nel franchising sono gli Stati Uniti (circa 750mila imprese in franchising), anche Cina e Australia sono tra i primi tre. Nel frattempo, Malkhaz Alasania, direttore del dipartimento franchising di “G. MR Planet of Hospitality ”, ha affermato che la Russia è davanti agli altri paesi in termini di tasso di crescita dei punti vendita in franchising: negli ultimi tre anni, l'aumento è stato del 98%. Più della metà dei sistemi di franchising nel paese sono operativi da più di 5 anni, il 43,5% sono franchise più giovani. Il 62% del mercato è occupato da marchi nazionali. I sistemi con investimenti minimi per l'apertura di un punto (da 1 a 5 milioni di rubli) hanno ricevuto il massimo sviluppo. I relatori della conferenza ShopAndMall.Ru hanno presentato dati interessanti per il confronto. Se in Russia il franchising si sviluppa principalmente nella vendita al dettaglio e nella ristorazione pubblica (46% e 22%, rispettivamente, secondo EMTG, o 57% e 16%, secondo RAF), allora negli Stati Uniti i franchising sono più comuni nella sfera B2B (28% ) e fast food (24%), mentre i negozi in franchising rappresentano solo il 9%. Ciò è dovuto non da ultimo alla componente finanziaria: i tassi di prestito all'estero per gli affiliati possono essere inferiori al 7% e persino al 4% in Francia (dati EMTG). Mentre in Russia - l'unico analogo di tali prestiti - programmi di credito per le piccole imprese, i cui tassi non sono inferiori al 18%. Questo è in parte il motivo per cui il potenziale per lo sviluppo del franchising in Russia è enorme, ma allo stesso tempo è piuttosto rischioso.

Più di 70 rappresentanti di rivenditori, associazioni e piccole imprese si sono riuniti il ​​29 ottobre alla seconda conferenza sul franchising al dettaglio ...
5
1
Valutazione

Ultime notizie

Ecco Leather sta per ridimensionare la produzione di "pelle di funghi"

La conceria globale Ecco Leather, che fa parte del marchio di calzature danese Ecco, ha stretto una partnership con Ecovative per sviluppare e commercializzare materiali di micelio (struttura delle radici fibrose...
25.11.2022 358

Il direttore creativo di Gucci, Alessandro Michele, si dimette

La casa di moda italiana Gucci, parte del Gruppo Kering, ha annunciato la partenza di Alessandro Michele dalla carica di direttore creativo, che ricopriva dal 2015. Lavora come designer in azienda dal 2002…
25.11.2022 322

La fabbrica S-Tep "Shoes of Russia" può evitare il fallimento

Il calzaturificio S-Tep, parte del gruppo OR (ex Obuv Rossii), sta negoziando un accordo di pace con il suo principale creditore, ChOP Brest Plus, e quindi può evitare il fallimento, riferisce ...
24.11.2022 616

Il servizio fiscale federale vuole recuperare quasi 1,5 miliardi di rubli in detrazioni fiscali e multe da Ralf Ringer

Gli ispettorati fiscali n. 15 e n. 18 vogliono riscuotere circa 1,5 miliardi di rubli in tasse, multe e sanzioni dall'azienda calzaturiera russa Ralf Ringer. Il rivenditore sta cercando di contestare le azioni delle autorità fiscali attraverso il tribunale arbitrale di Mosca, - ...
24.11.2022 346

Il marchio di scarpe francese Both Paris ha collaborato con Yohji Yamamoto

Il 18 novembre è stata presentata un'interessante collaborazione tra il brand di scarpe francese Both Paris e il brand giapponese Yohji Yamamoto. Il risultato della collaborazione dei due brand è un modello di stivale alto unisex che attira l'attenzione dell'originale…
24.11.2022 318
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio