Da qui all'eternità
27.10.2011 5215

Da qui all'eternità

Le scarpe italiane sono considerate le migliori al mondo perché sono un mix di lunga storia, know-how moderno e grande passione. In ogni caso Vito Artioli, Presidente dell'Associazione Calzaturifici Italiani (ANCI), afferma: “L'esperienza, la tecnologia e l'amore sono molto importanti, ma altrettanto importante è che le nostre scarpe siano create in una società libera. Abbiamo la libertà di creare ". A settembre, la libertà di creatività è stata completata dalla libertà di scelta: più di un migliaio e mezzo di aziende hanno mostrato le loro nuove collezioni al tradizionale Salone Internazionale delle Scarpe e degli Accessori MICAM, che riunisce due volte all'anno a Milano i principali produttori di scarpe del mondo.

La mostra, che riunisce produttori di calzature costose e molto costose, ha confermato ancora una volta la sua posizione di leader nel mercato internazionale. "Abbiamo il prodotto giusto nella città giusta e nelle date giuste", sottolinea Vito Artioli. “Ecco perché produttori e acquirenti di tutto il mondo si incontrano al MICAM. La decisione di posticipare l'inizio della mostra a domenica si è rivelata abbastanza giustificata: il numero di buyer italiani che si sono recati in fiera quel giorno è aumentato rispetto allo scorso anno ".

Dopo due anni di continue perdite e massicce chiusure di fabbriche, le aziende italiane sono tornate in volo. Dopo un lungo periodo di depressione, i volti dei loro clienti si sono illuminati di nuovo di sorrisi. “Siamo contenti non solo del crescente numero di visitatori, anche se questo è un fattore molto importante, ma anche del crescente numero di ordini”, ha detto il presidente dell'ANCI. "In questa mostra, abbiamo notato un altro fatto interessante: il consolidamento dei marchi rappresentati dagli acquirenti".

Lo stand Artioli ha un enorme poster del produttore hollywoodiano Billy Walder. Nel poster si legge: "Al mio amico Vito Artioli: il mio sincero ringraziamento per aver reso comodo il passaggio da qui all'eternità". "Billy sta producendo molti attori di Hollywood", afferma Vito Artioli, direttore della compagnia, che, nella sua presidenza onoraria, ha in mente anche interessi commerciali. "Dice loro:" Devi indossare le scarpe Artioli perché i loro creatori credono che le scarpe siano lo specchio dell'anima di un uomo ".

L'imprenditore indiano Amirali Jaffer ha visitato lo stand dell'azienda e ha valutato molto bene le scarpe. Vito Artioli le sorrise e le disse: “Posso dare buoni consigli a tutte le donne indiane. Se vedi un uomo in India che indossa scarpe Artioli, sposalo immediatamente ". Il consiglio non è tanto pubblicitario quanto pratico: in India il prezzo di un paio di stivali Artioli parte da 60mila rupie, in Europa si va dai 1000 ai 3000 euro. Ciò significa che l'acquirente di scarpe è almeno una persona benestante. Presto ci saranno più fan delle scarpe italiane in India: nonostante i dazi protettivi estremamente elevati (il dazio doganale di importazione sulle scarpe è del 60%), Artioli ha in programma di aprire una boutique a Mumbai. Motiva la scelta in modo molto semplice: "Il numero di milionari a Mumbai sta crescendo più velocemente che altrove". Tuttavia, aggiunge: "Ma se vuoi risparmiare, vieni a fare shopping a Dubai, dove vendiamo scarpe in duty-free, e la vendita al dettaglio costa meno".

"Certo, speravamo che in questa stagione i risultati ci avrebbero fatto piacere, ma hanno superato le nostre più rosee aspettative". Queste parole potevano essere ascoltate in quasi tutti gli stand. E questo suggerisce che anche il segmento del lusso, affondato più di altri durante la crisi, si sta riprendendo.

Statistiche

La superficie totale è di 70 mq. m

Numero di partecipanti - 1592 aziende, di cui 585 dall'estero

Numero di paesi partecipanti: oltre 100

Il numero di visitatori - 42, di cui 300mila dall'estero (+ 21% rispetto al 6,2)

Le scarpe italiane sono considerate le migliori al mondo perché sono un mix di lunga storia, know-how moderno e grande passione. In ogni caso, così dice il presidente dell'Associazione italiana dei produttori ...
5
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Risultati della tavola rotonda dei calzolai con il Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, CRPT, NOBS e Wildberries

Il 15 settembre presso l'hotel Holiday Inn Sokolniki a Mosca si è tenuto un incontro strategico dei rappresentanti del Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, della CRPT, dell'Unione Nazionale delle Calzature (NOBS) e del più grande mercato russo Wildberries. All'incontro hanno partecipato...
18.09.2023 5941

Annuario mondiale delle calzature: la produzione globale di calzature raggiunge i 23,9 miliardi di paia ed è tornata ai livelli pre-pandemia

L'associazione portoghese dei produttori di calzature APICCAPS ha pubblicato la 13a edizione del bollettino statistico internazionale World Footwear Yearbook per il 2023, secondo il quale, nel 2022, la produzione e l'esportazione di scarpe nel mondo sono aumentate del 7,6% e…
28.07.2023 7926

Come raddoppiare le vendite di un negozio di scarpe?

Gli ultimi due anni sono stati così generosi di imprevisti che pensi involontariamente: "È necessario pianificare?" Tuttavia, devi pianificare. Il piano di vendita è il punto di riferimento per la tua attività. Pertanto, l'esperta di SR Maria Gerasimenko dà ...
11.07.2023 6639

Nuova direzione delle fiere ad Alma-Ata: Euro Shoes @ Elite Line & CAF

Euro Shoes entra in nuovi mercati e annuncia il lancio di un progetto espositivo ad Alma-Ata. La fiera all'ingrosso di scarpe, abbigliamento, pelle, pellicce e accessori Euro Shoes @ Elite Line si terrà in Kazakistan dal 30 luglio al 1 agosto 2023…
04.07.2023 4535

Tavola rotonda con i rappresentanti dei calzaturifici del Daghestan con il supporto del Ministero dell'Industria e del Commercio e della NOBS

Il 17-18 maggio si è tenuta a Makhachkala una tavola rotonda con produttori di scarpe e imprese del progetto strategico della Repubblica del Daghestan “Città…
23.05.2023 5054
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio