Soho
Proprietà commerciale di San Pietroburgo
09.08.2012 2364

Proprietà commerciale di San Pietroburgo

Nel 2012, il volume degli spazi commerciali commissionati aumenterà del 33% nella capitale del Nord

Il volume di commissioning di spazi commerciali di alta qualità a San Pietroburgo nel 2012 aumenterà del 33% rispetto al 2011. Allo stesso tempo, nonostante i volumi significativi di commissioning di nuove strutture, la quota di spazio libero sul mercato praticamente non è aumentata.

Il volume di immobili commerciali di alta qualità a San Pietroburgo è di circa 3,4 milioni di metri quadrati. M. Nella prima metà del 2012 sono stati introdotti 144 mila metri quadrati. m di spazio commerciale (3 nuove strutture). Tali dati sono presentati in uno studio di London Real Invest.

Secondo le previsioni dell'azienda, nella seconda metà dell'anno è prevista la messa in esercizio di strutture commerciali con un'area locabile di circa 127 mila metri quadrati. Pertanto, nel 2012 il volume totale della messa in servizio degli spazi commerciali supererà gli indicatori del 2011 del 33% e l'incremento totale quest'anno sarà dell'8%.

Allo stesso tempo, gli analisti osservano che la percentuale di aree libere nelle strutture, nonostante un significativo aumento di nuove aree, non è aumentata in modo significativo. Il tasso medio di posti vacanti è del 4,5%; durante il periodo di punta della crisi, questo indicatore era del 15%.

Tra le tendenze del mercato, gli esperti notano anche l'attività dei proprietari dei centri commerciali verso la concezione e il cambiamento degli inquilini negli oggetti al fine di aumentare l'occupazione e aumentare la redditività. Alcuni centri commerciali espandono il loro spazio di vendita, poiché quelli usati vengono riempiti con diversi anni di anticipo.

In generale, secondo il quotidiano RBC, nella prima metà del 2012, quasi la metà degli investimenti nel mercato immobiliare commerciale russo è caduta nello spazio commerciale, superando per la prima volta gli investimenti nella costruzione di uffici in cinque anni. Tra il calo della fornitura di qualità a Mosca, gli investitori stanno concludendo sempre più affari nelle regioni, concentrandosi principalmente sui centri commerciali, spiegano gli analisti.

Secondo i risultati dei primi sei mesi del 2012, 1,523 miliardi di dollari sono stati investiti in immobili commerciali russi, il 44% in meno rispetto allo stesso periodo del 2011, calcolano gli esperti della società di consulenza CBRE. Allo stesso tempo, la quota di transazioni nel mercato al dettaglio per la prima volta negli ultimi anni ha superato il segmento degli uffici, sottolinea CBRE. Nella prima metà del 2012, gli immobili al dettaglio rappresentavano il 49% degli investimenti, mentre gli immobili per ufficio rappresentavano solo il 37%.

Nella restante metà dell'anno, gli analisti prevedono un aumento degli investimenti in immobili commerciali russi a causa dei problemi nell'area dell'euro. "La Russia oggi sembra essere un luogo relativamente meno rischioso e redditizio per gli investimenti", afferma Matiash Serzhak, direttore del dipartimento dei servizi di investimento di Colliers International. Da parte sua, il direttore generale di Retail Row Marat Manasyan aggiunge che in Russia i livelli di rischio sono più alti che nei paesi europei, ma anche la redditività è più alta. Secondo Jones Lang LaSalle, i tassi di capitalizzazione minimi a Mosca negli uffici e nel commercio al dettaglio sono del 9%. Allo stesso tempo, i tassi di capitalizzazione nel segmento retail a Parigi sono del 5%, a Londra e Varsavia del 6%, riporta retail.ru.

Nel 2012, il volume di messa in servizio di spazi commerciali a San Pietroburgo aumenterà del 33% Il volume di messa in servizio di spazi commerciali di qualità a San Pietroburgo nel 2012 aumenterà del 33% rispetto al 2011. ...
5
1
Valutazione

Ultime notizie

Ecco Leather sta per ridimensionare la produzione di "pelle di funghi"

La conceria globale Ecco Leather, che fa parte del marchio di calzature danese Ecco, ha stretto una partnership con Ecovative per sviluppare e commercializzare materiali di micelio (struttura delle radici fibrose...
25.11.2022 358

Il direttore creativo di Gucci, Alessandro Michele, si dimette

La casa di moda italiana Gucci, parte del Gruppo Kering, ha annunciato la partenza di Alessandro Michele dalla carica di direttore creativo, che ricopriva dal 2015. Lavora come designer in azienda dal 2002…
25.11.2022 322

La fabbrica S-Tep "Shoes of Russia" può evitare il fallimento

Il calzaturificio S-Tep, parte del gruppo OR (ex Obuv Rossii), sta negoziando un accordo di pace con il suo principale creditore, ChOP Brest Plus, e quindi può evitare il fallimento, riferisce ...
24.11.2022 620

Il servizio fiscale federale vuole recuperare quasi 1,5 miliardi di rubli in detrazioni fiscali e multe da Ralf Ringer

Gli ispettorati fiscali n. 15 e n. 18 vogliono riscuotere circa 1,5 miliardi di rubli in tasse, multe e sanzioni dall'azienda calzaturiera russa Ralf Ringer. Il rivenditore sta cercando di contestare le azioni delle autorità fiscali attraverso il tribunale arbitrale di Mosca, - ...
24.11.2022 346

Il marchio di scarpe francese Both Paris ha collaborato con Yohji Yamamoto

Il 18 novembre è stata presentata un'interessante collaborazione tra il brand di scarpe francese Both Paris e il brand giapponese Yohji Yamamoto. Il risultato della collaborazione dei due brand è un modello di stivale alto unisex che attira l'attenzione dell'originale…
24.11.2022 318
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio