Rieker
Rivenditori tradizionali in cerca di consigli sui commercianti di Internet
25.01.2012 1784

Rivenditori tradizionali in cerca di consigli sui commercianti di Internet

I negozi online stanno diventando un vero ostacolo alla vendita al dettaglio offline nei mercati sviluppati. Grande rivenditore statunitense Target Corp. (il decimo più grande rivenditore globale in termini di vendite, che vende cibo, abbigliamento, elettronica e arredamento per la casa negli ipermercati) si è rivolto ai suoi fornitori per aiutarlo a gestire l'afflusso di acquirenti su Internet, scrive il Wall Street Journal. Gli acquirenti vengono nei normali negozi non per fare shopping, ma per provare vestiti o guardare l'elettronica e quindi ordinare questi prodotti su Internet a prezzi più bassi.

Target направила письмо поставщикам с просьбой разработать для нее специальные модели, не продающиеся в конкурирующих магазинах. А если выпуск специальных товаров невозможен, сеть просит производителей предоставить ей такие скидки, чтобы на полке гипермаркета товар стоил не дороже, чем в интернете. «Мы не хотим, чтобы наши магазины выступали в роли шоу-румов для онлайн-розницы, которая не делает никаких инвестиций в то, чтобы строить магазины», - говорится в письме, подписанном гендиректором Target Греггом Стейнхафелем. Менеджмент компании настаивает, что взаимовыгодное развитие бизнеса в условиях усиливающейся конкуренции возможно только при тесном партнерстве производителей и продавцов.

Превращение офлайн-магазинов в примерочные и витрины для интернет-конкурентов - большая проблема для американских ритейлеров, от торговца электроникой Best Buy до книготорговой сети Barnes & Noble, но тактика Target вряд ли способна переломить рыночный тренд, считают аналитики. По их мнению, эксклюзивные товары и скидки от поставщиков не решат фундаментальных проблем: расходы онлайн-ритейлеров на персонал и аренду существенно ниже, а во многих штатах и налоги для онлайн-розницы ниже.

Per il commercio al dettaglio russo, questo problema sta diventando sempre più significativo, afferma Andrei Shashkov, direttore del turismo Salomon e del negozio di articoli per esterni. Secondo lui, i rivenditori tradizionali possono perdere fino al 15% del fatturato a causa del fatto che l'acquirente li lascia su Internet. C'è solo una via d'uscita: andare online noi stessi: creare un'unità online e vendervi merci con uno sconto. Quindi verrà l'acquirente, scegli il prodotto e acquistalo nel tuo negozio online.

Neanche i rivenditori di abbigliamento di fascia media devono affrontare una forte concorrenza da parte di Internet. "Se parliamo del segmento medio più il prezzo, la massa critica di un pubblico femminile (dai 30 anni in su) che acquista vestiti nei negozi online è ancora piccola", afferma il direttore delle vendite di Olsen Rus (marchio Olsen) Lyudmila Klestova. I clienti di età compresa tra 30 e 40 anni preferiscono fare acquisti offline.

La cannibalizzazione del traffico al dettaglio offline da parte dei negozi online è una tendenza a lungo termine per l'intero mercato globale, concorda Denis Belov, proprietario del progetto Boutique.ru. E solo per le aziende che si concentrano strettamente sulle vendite tradizionali, questo diventa un vero problema: la maggior parte delle catene di negozi al dettaglio cercano di creare la propria divisione Internet. In Russia, il segmento del commercio online è significativamente indietro nello sviluppo dai mercati dei paesi sviluppati e solo pochi negozi online rappresentano una vera minaccia per i commercianti offline. “A volte abbiamo la situazione opposta: le persone studiano il prodotto su Internet e poi lo cercano nei negozi ordinari. Ma a poco a poco il pubblico dei rivenditori online si sta sviluppando, la fiducia nello shopping online sta crescendo ”, ha commentato Belov. Su questo giornale Vedomosti.
Интернет-магазины становятся настоящей помехой в работе офлайн-розницы на развитых рынках. Крупный американский розничный оператор Target Corp. (десятый по объему продаж мировой ритейлер, который…
5
1
Valutazione
Midinblu

Ultime notizie

adidas + KANYE WEST svelano la nuova silhouette Yeezy Boost in toni neutri

La nuova iconica sneaker è inconfondibile: la tomaia Yeezy Boost 350 V2 Natural è realizzata con un materiale Primeknit aggiornato e completata da una striscia laconica in monofilamento che si intreccia perfettamente nel lato della scarpa.
22.10.2020 104

Il mercato della moda di seconda mano è in forte espansione

La crisi provocata dalla pandemia di coronavirus e la tendenza a sostenere l'ambiente hanno giocato nelle mani dello sviluppo del mercato dell'usato, che oggi vive un vero e proprio boom, scrive Footwearnews.com
22.10.2020 92

Il marchio di calzature di lusso Rene Caovilla ha presentato un sito web aggiornato disponibile in sei lingue

Rinomato per il suo amore per gli strass, il marchio italiano di calzature e accessori di lusso Rene Caovilla ha lanciato un negozio online aggiornato. Ora i prodotti del marchio sono venduti in sei lingue, incluso il russo.
22.10.2020 100

Lacoste ha rilasciato un servizio fotografico con Julianna Karaulova, Lera Dergileva e Sasha Novikova

Tre bellezze, attrici, conduttrici TV e socialite Yulianna Karaulova, Lera Dergileva e Sasha Novikova sono le preferite del marchio francese Lacoste. Di recente hanno sfoggiato la collezione autunno-inverno 2020/21 del marchio partecipando a una sfilata alla Fashion Week di ...
21.10.2020 234

Chanel acquista la conceria Ballin e Conceria Gaiera Giovanni

Chanel continua a rafforzare la sua rete di fornitori e acquisisce una quota di maggioranza nel produttore di calzature di lusso Ballin e nella conceria Conceria Gaiera Giovanni, scrive Worldfootwear.com.
21.10.2020 239
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio