Nuovi marchi di scarpe russe: Kim Malygin, designer e maestro di scarpe, produce scarpe con il suo marchio Kim Malygin Scarpa modello Kim Malygin "Goblin"
04.06.2018 14572

Nuovi marchi di scarpe russe: Kim Malygin, designer e maestro di scarpe, produce scarpe con il suo marchio Kim Malygin

Circa due anni fa, abbiamo lanciato una serie di materiali chiamati "Nuovi marchi di scarpe russi". Tra gli eroi della sezione c'erano il maestro di scarpe Andrei Zhakevich con il suo marchio di scarpe fatte a mano Gottlieb schwarz, designer di scarpe Leon Crayfish con un marchio di scarpe Non è la mia tagliaabbiamo parlato di marchi Scarpe Void, Portal e Mislistudio. Tutti questi marchi, fortunatamente, continuano con successo il loro sviluppo. E altri nomi vengono aggiunti all'elenco di "nuovi marchi russi".
Uno di questi è il nome di Kim Malygin e il suo marchio di scarpe fatte a mano. Il giovane maestro ha cucito le scarpe per circa sette anni. I suoi modelli si distinguono per il loro design "artistico" originale, sono interessanti nella forma e nella trama e sembra che questo maestro abbia un grande potenziale di sviluppo in diverse aree della produzione di scarpe. Shoes Report ha incontrato Kim Malygin nel suo laboratorio a Mosca per parlare della creatività, degli affari e dello sviluppo del suo giovane marchio.


Kim, la designer del marchio Not MySize Leon Krayfish, mi ha parlato per la prima volta di te. Sembra che tu sia della stessa regione con lui, la Repubblica di Komi è il luogo dove ora nascono i calzolai?

In effetti, io e Leon siamo della stessa città di Ukhta, ma ne abbiamo appreso mentre eravamo a Mosca e ci siamo incontrati qui quando entrambi erano già impegnati in scarpe. Stranamente, per me, il settore delle calzature è iniziato con la passione per lo skateboard. In gioventù stavo per pattinare professionalmente, c'erano anche alcuni sponsor. Ma quando avevo vent'anni, pensavo ai miei affari. Volevo essere creativo, ma quale? - Non me lo immaginavo davvero. Ho abbandonato l'istituto, e in qualche modo per puro caso ho incontrato un ragazzo che ha cucito le scarpe da solo, e questo mestiere si è rivelato una grande rivelazione per me.

Interessato a che le scarpe possano essere cucite a mano, senza macchine. Un amico ha mostrato come il materiale, lo strumento appare, ha fornito un link ai tutorial video su Youtube.com. Una di queste lezioni di assemblaggio di scarpe è stata divisa in cinque parti, che riflettono le cinque fasi del processo, e ho guardato questa lezione all'infinito, giorno e notte. È salito nei forum dei produttori di scarpe, ha letto gli argomenti: come incollare, come viene fissata la suola. Non appena ho capito la tecnologia di assemblaggio, ho appena iniziato a rivettare in una mezza coppia - uno, un altro, un terzo ... Era impossibile smettere - avevo bisogno di sempre più nuovi modelli. È così che è iniziato tutto.

Poi c'è stato il tempo, l'enorme popolarità dell'elegante club di Mosca Solyanka, tutti i miei amici sono andati ad ascoltare musica elettronica, e qui le informazioni sul fatto che faccio scarpe sparse per i clienti abituali di Solyanka. Allo stesso tempo, è stata lanciata la mia prima collaborazione con il marchio di skate Absurd. Abbiamo rilasciato due modelli di scarpe in dieci paia. Era qualcosa di simile a una scarpa da skate per il fine settimana, è stata venduta nel negozio di schizzi del negozio Druzhba per un prezzo ridicolo di 3500 rubli, e nessuno ne ha ricavato nulla. La qualità delle scarpe era piuttosto bassa allora, ma era il primo passo verso la commercializzazione della mia attività, ho iniziato a rendere le scarpe più complicate, i primi ordini sono andati.


In totale, lo fai da cinque anni?

Cucire per circa 2012-XNUMX anni. La prima volta, circa un anno e mezzo, cucito per sé e per gli amici. Nel XNUMX, ho creato il gruppo VKontakte, ho aperto una pagina Facebook, un paio di anni dopo sono andato su Instagram. L'approccio di NotMySize per personalizzare le scarpe su ordinazione è simile, solo Leon ha il suo negozio e cucito solo su ordinazione: prendo misure, personalizzo la scarpa. Discutiamo i dettagli dell'ordine con il cliente e mi metto al lavoro. Il client arriva già per il modello finito.


Lavori principalmente con scarpe da uomo?

Principalmente cucito per uomo, ma c'è anche una scarpa da donna a punta singola, sandali Kiza. Spesso le scarpe su misura sono realizzate da quelli con piedi non standard. La cosa più difficile è se il piede è corto, ad esempio, la dimensione della gamba è 42 e nei fasci è 44. In questo caso è difficile creare un modello in modo che corrisponda alla composizione richiesta. Spesso devi fare un'indennità decorativa. E se la scarpa viene lavorata, può stare pesantemente in mazzi. Quindi devi spiegare alla persona che all'inizio le scarpe possono essere raccolte un po ', ma dopo un paio di giorni si siederanno completamente.

Li dipingi tu stesso?

Sì, tutte le scarpe sono dipinte con tecniche diverse. Questa è una pelle conciata al vegetale, è considerata fodera, ma l'ho messa sia sulla fodera che sulla parte superiore. Dopo l'assemblaggio, le scarpe sono dipinte in diversi modi: è inciso con acetoni, diversi solventi. Creme, oli, grassi ... - tutti danno il loro effetto.

E quanto tempo ci vuole per fare una coppia?

Tutto dipende dalla complessità. Supponiamo che questi stivali con un ulteriore metodo di attacco siano piuttosto complessi. In media, ci vogliono tre giorni per assemblare - sei ore - cinque al giorno. Il quarto giorno sta finendo: colorare, lucidare, applicare la crema, ecc.

C'è stato qualche designer di scarpe che ti ha ispirato, che ti ha ispirato?

Mi sembra che sia più corretto trarre ispirazione da altre cose. Ad esempio, ho tratto ispirazione per la serie di scarpe Kiza dalla cultura hip-hop, dalle auto sportive giapponesi e dal basket. Ma questo non significa che volevo fare scarpe per lo sport o per guidare una macchina. Ne avevo bisogno per determinare il concetto generale. La parte superiore delle scarpe Kiza è in pelle, c'è goffratura, inserti che imitano la forma della carrozzeria. Ora sto lavorando a una nuova serie di queste scarpe, con un design più dinamico.

Modello sandalo femminile Kiza (Kim Malygin) Modello sandalo femminile Kiza (Kim Malygin)

E la suola viene acquistata?

Sì, questo è un microporo comune utilizzato nei vecchi modelli Adidas Air Max.

Modello di sneaker Kiza (Kim Malygin) Modello di sneaker Kiza (Kim Malygin)

Devo essere in grado di disegnare per creare tali modelli?

Ho dipinto una volta nella mia infanzia. Ma, per quanto riguarda il design, è più importante non disegnare, ma sentire la forma, avere una composizione in testa.

Certo, ci sono marchi di scarpe che inizialmente mi hanno influenzato. Quando inizi a fare qualcosa, guardare i tuoi colleghi è abbastanza naturale. All'inizio, stavo cercando alcune persone in Russia che realizzassero scarpe più o meno interessanti e inciampai sulle scarpe Nutsa Modebadze. Questo è un maestro abbastanza noto, viveva a Mosca e sei anni fa si è trasferita a Bali, dove ora ha una sua produzione. In generale, penso che quella dei designer di scarpe russi sia la più bella. Ha un marchio pronto, una visione pronta, un concetto pronto.

I miei primi modelli erano simili a quelli di Nutsa, era necessario basarsi su qualcosa. Altre marche preferite sono Guidi, Marsel. Ho un grande rispetto per il maestro di scarpe spagnolo Carol Christian Poell. Succede che realizzo diversi modelli sperimentali. C'è un tale designer giapponese Kei Kagami, che crea cose praticamente insopportabili, ma sono interessanti come oggetti d'arte. Sotto la sua influenza, ho realizzato queste "scarpe". Possono essere indossati, ma non comodi, perché al centro si piegano. Ma quando ho progettato questo modello, non avevo l'obiettivo di creare scarpe per calze, questo è solo un oggetto d'arte. La mia altra installazione con le scarpe potrebbe essere vista alla recente presentazione della nostra collaborazione con NotMySize alla Bread Factory.

I clienti arrivano attraverso Instagram?

In vari modi, Instagram è una comoda piattaforma per la familiarizzazione, funziona bene come biglietto da visita. Molte persone provengono dal social network Vkontate. Da lì arrivano alla formazione e i clienti per la sartoria si accumulano da tutti e tre i social network.


E già il business delle calzature è iniziato a Mosca?

Sì. I primi due anni in genere ho lavorato in cucina. Non avevo un seminario, vivevo con mia madre, che all'inizio mi ha molto supportato nel mio impegno. In qualche modo siamo colleghi, lei è una sarta. Ma poi ho dovuto muovermi. Il primo workshop è stato un loft all'Electrozavod, dove ho potuto vivere e lavorare, dove ho trascorso circa quattro anni.

Ad un certo punto, è diventato chiaro che vivere e lavorare in un posto è abbastanza difficile - o lavori sempre o riposi sempre, dipende da quanto ti piace, da cosa fai. Diciamo che mi piace molto e se avrò una sorta di compito per il giorno, lo completerò sicuramente. Di conseguenza, il mio lavoro era quasi tutto il giorno.

C'era una specie di gruppo creativo all'Electrozavod, e qui ci sono caffè e amici. All'inizio mi piaceva davvero tutto questo, per soli 20 mila rubli al mese avevo un posto dove poter vivere e lavorare. Ma dopo un po 'volevo una vita più rilassata. Ho iniziato ad affittare una stanza e un laboratorio separato, e mi sono reso conto che questo è l'ideale. C'è un punto "A" e un punto "B", e la distanza tra loro, che si supera giorno dopo giorno. Durante questo periodo, puoi incontrare qualcuno, andare su uno skateboard, fare una passeggiata, pensare ... Deve esserci un po 'di equilibrio. Con l'avvento del seminario, ho iniziato a insegnare e, sebbene non lo pubblicizzi particolarmente, le lezioni danno un buon lavoro extra.


Chi viene a studiare?

Persone completamente diverse per professione e per età - dai 18 anni - a "over 50". Qualcuno sta imparando a cucire le scarpe per se stessi e gli amici, qualcuno sta cercando una sorta di sfogo nella vita. C'erano un paio di ragazzi che si sono formati e hanno iniziato a cucire scarpe in modo professionale. Ad esempio, Nikita Kovalev Shoes, le sue scarpe sono un po 'come le mie, quasi tutti i modelli sono saldati su suole in cuoio. Ma ha uno stile più classico, adora il derby, le scarpe brogue, gli stivali di zio.

Il colore verde è spesso ordinato?

Sì. Non avevo pianificato questo, ma il verde è diventato una specie di chip per la mia firma. Molti dicono: "qui hai il verde!". Ma il verde va bene in primavera e in estate; in inverno, di norma, scelgono qualcosa di più tranquillo.


Quanto costa una coppia?

Circa 13 a 20 mila rubli. I prezzi sono molto convenienti e molti mi sgridano per questo. Ma il fatto è che ultimamente le persone in Russia non sono pronte ad acquistare scarpe del valore di oltre 20 mila rubli, semplicemente non hanno soldi. Il costo dei materiali è in aumento, in teoria dovrebbe aumentare anche il prezzo delle scarpe, ma è necessario ridurlo al contrario.

E non c'era alcun desiderio di provare a collaborare con un grande produttore di scarpe?

Sarebbe interessante, ma non ho tali offerte e contatti. Lavorare con Nike o Adidas è di alto livello, è molto bello. Ma con chi ho potuto collaborare in Russia, non lo so.

Ma nella cultura dello skate, lo stesso Gosha Rubchinsky ha detto che avrebbe aperto una sorta di grande negozio di skate a Mosca?

Sì, a mio avviso, si apre a giugno. Questo è interessante, ma con le scarpe sportive tutto è molto più complicato, c'è molta concorrenza in questo mercato.

Nelle scarpe da skate, la più importante è la suola. Riunire la parte superiore non è difficile, ma per realizzare la suola ... non per ordinare e lucidare il logo su Aliexpress, ma per crearne uno tuo. Allo stesso tempo, i pattinatori non hanno soldi, il loro limite di budget è di 3 mila rubli e hanno la scelta di prendere le scarpe di un noto designer russo o le scarpe dei marchi Nike o Emerika. Molto spesso, i giovani scelgono i marchi. Quindi puoi fare scarpe, ma devi ancora venderle.

Ma non ci sono problemi con i materiali quando si fanno le scarpe?

Come parte di quello che sto facendo, no. Lavoro con la crosta di cuoio, mi piace perché ha dentro la vita. È perfetto per le scarpe che faccio. Questa pelle non ha spray, è un materiale onesto. Su di esso puoi vedere tracce di cicatrici, tagli, morsi di animali, può prendere il sole al sole. E molti rifiutano la pelle solo perché ci sono alcuni segni su di essa. Ma questo è esattamente ciò che rende il materiale originale, unico, vicino alla natura, alla terra. Questa è una buona pelle, non sembra nemmeno così uniforme, non così pulita. Tutto ciò di cui ho bisogno può essere acquistato a Mosca in un negozio: chimica, strumenti, materiali.

Scarpe da uomo modello Kim Malygin Scarpe da uomo modello Kim Malygin

Hai mai pensato di imparare da qualche parte?

Aumentare il livello di abilità? Ho un personaggio del genere, non mi piace insegnare qualcosa. A questo proposito, anche con la scuola in una volta c'erano problemi. Ora il massimalismo giovanile si è placato, ma mi sembra che io possa imparare la teoria da solo, leggere qualcosa da qualche parte, guardare, chiedere consigli e elaborerò io stesso la pratica.

Mi piace l'idea di combinare le mie attività con NotMySize. Leon mi ha invitato a fare il designer del marchio e la promozione e le vendite sarebbero state sue. Abbiamo già provato a rilasciare una collezione comune di scarpe "Fenomenum".

E idealmente, vorrei avere il mio laboratorio - un negozio in cui puoi cucire e vendere, una sorta di spazio che rispecchi pienamente ciò che stai facendo. In modo che nella stanza sul retro ci fosse un'officina e una mini-produzione, e la gente venne e si imbevé immediatamente di un certo umore.

Allo stesso tempo, potrei facilmente dare alcuni modelli alla produzione in fabbrica, ad esempio il modello Kiza. Non vedo il valore nel lavoro manuale che la macchina può ripetere. Manualmente devi fare ciò che la macchina non può fare: strisciare da qualche parte, fare una specie di punto, creare la suola, che è impossibile da produrre in produzione.

Ma ci sono scarpe che richiedono il controllo della produzione dell'autore e del designer in ogni paio. Ad esempio, ho un modello di scarpe "Leshiy", è impossibile darlo alla produzione a un'altra persona, perché non è coperto con le forbici o un coltello, è tutto sfilacciato. Ci sono schemi con cui il maestro strappa materiale. L'unicità di questo modello è che non si ripete mai, la suola non ha un bordo lucido lucido, è tutto come se fosse tagliato con un'ascia. Pertanto, ogni riga, ogni fortino, ogni sezione di questa scarpa è tua.

Puoi certamente dire al maestro dove tagliare qualcosa, ma lo farà comunque a modo suo. E l'intera composizione di queste scarpe è costruita da piccoli dettagli e solo io so come realizzarle, quindi esprimo la mia visione. Queste scarpe possono essere cucite solo su ordinazione.



Circa due anni fa, abbiamo lanciato una serie di materiali chiamati "Nuovi marchi di scarpe russi".
3.66
5
1
4
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Classici alla moda di PETER KAISER

PIRMAZENS INCONTRA LA NUOVA COLLEZIONE PRIMAVERA-ESTATE 2025 DI PETER KAISER.
10.06.2024 1038

La fiera internazionale delle calzature Euro Shoes Premiere Collection si è tenuta con successo a Mosca

La più grande fiera russa di calzature e accessori, Euro Shoes, si è tenuta a Mosca dal 19 al 22 febbraio ed è diventata ancora una volta la piattaforma principale per l'incontro tra marchi di moda e...
29.02.2024 4434

Siamo pronti per lo sviluppo attivo nel mercato russo

Friedrich Naumann, CEO del marchio Tamaris, ha parlato a Shoes Report dei piani ambiziosi dell'azienda, dello sviluppo del business in Russia e dell'espansione della rete di vendita al dettaglio, e ha anche condiviso dettagli sulle nuove collezioni e...
29.03.2024 3994

Colori vivaci della primavera che si avvicina: il marchio di scarpe TAMARIS ha presentato una nuova collezione SS'24

Il marchio tedesco di scarpe e accessori Tamaris ha presentato una nuova collezione per la stagione primavera-estate 2024, che comprendeva modelli eleganti e comodi per ogni occasione. La collezione combina diversi temi alla moda e ogni donna troverà quello perfetto per se stessa...
27.02.2024 3894

IGI&Co ha presentato ad EURO SHOES una nuova linea di sneakers Urban active con membrana GORE-TEX

Il marchio di scarpe italiano IGI&Co, noto ai russi per le sue scarpe comode realizzate in vera pelle, ha lanciato una nuova linea IGI&Co Extra. Comprende modelli di scarpe da ginnastica da uomo e da donna (scarpe da ginnastica alte e basse) in diverse opzioni...
19.02.2024 3605
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio